Van Halen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Van Halen
I Van Halen nel 2008
I Van Halen nel 2008
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Hard & heavy[1]
Hard rock[2][3]
Heavy metal[2][3][4][5]
Pop metal[2][6]
Hair metal[6][7]
Arena rock[2]
Pop rock[2]
AOR[2]
Periodo di attività 1972in attività
Etichetta Warner Bros.
Album pubblicati 15
Studio 12
Live 1
Raccolte 2
Sito web
Van halen logo.jpg

I Van Halen, in origine Mammoths, sono un noto gruppo hard & heavy[1] statunitense originario di Pasadena (California), che prende il nome dal chitarrista Eddie van Halen e da suo fratello, il batterista Alex van Halen. L'influenza di questa band è stata piuttosto vasta nell'hard & heavy ed ha contribuito all'origine di molti gruppi heavy metal. La tecnica di Eddie van Halen infatti ispirò molti chitarristi all'interno della corrente musicale heavy metal. I Van Halen sono inoltre considerati tra i maggiori ispiratori prima, ed esponenti dopo, del sottogenere dell'heavy metal chiamato pop metal[8].

Storia[modifica | modifica sorgente]

I fratelli Van Halen sono nati a Nimega (Nijmegen in olandese), nei Paesi Bassi: prima Alex l'8 maggio 1953 e poi Edward il 26 gennaio 1955. Entrambi spinti dal padre, hanno studiato pianoforte e nel 1968 la famiglia si trasferì in California a Pasadena. Inizialmente Alex suonava la chitarra, mentre il fratello minore Eddie aveva cominciato a suonare la batteria, ma ben presto si resero conto di poter ottenere migliori risultati scambiandosi strumenti; la band fu presto completata dallo storico bassista Michael Anthony e quindi dal primo cantante David Lee Roth. Negli USA Eddie entrò in contatto con la musica rock e in particolare con quella dei Cream e di Jimi Hendrix, che lo influenzò molto dal punto di vista del sound. La prima chitarra che Eddie iniziò a suonare fu un'economica Teisco Del Ray a quattro pick-up. Eddie van Halen ha portato un nuovo modo di suonare la chitarra nel mondo dell'hard & heavy. Nel tempo Eddie ha contribuito alla trasformazione dello strumento chitarra in quella che attualmente viene definita "SUPERSTRAT", ovvero una chitarra derivata da una Stratocaster modificata con particolari accorgimenti tecnici tra i quali ad esempio il ponte con sistema Tremolo Floyd Rose e pickups Humbucker tipo Gibson. Furono scoperti dal bassista dei Kiss, Gene Simmons, il quale riuscì a far combinare un primo incontro della band con la famosa casa discografica Warner. Con essa in seguito la band firmò numerosi contratti.

Con David Lee Roth[modifica | modifica sorgente]

Il primo cantante che fece parte della band fu David Lee Roth, classe 1955, soprannominato successivamente "Diamond Dave" per le sue qualità canore e di frontman.

Con l'album di debutto Van Halen il gruppo salì prepotentemente alla ribalta, soprattutto grazie alla tecnica di Eddie, che divenne ben presto uno dei chitarristi più considerati della scena heavy metal. Il successo di quest'album non fu mai ripetuto nei primi anni ottanta: gli album Van Halen II (pubblicato nel 1979), Women and Children First (1980), Fair Warning (1981) e Diver Down (1982) non riuscirono a eguagliarne le vendite nonostante l'ottima qualità sonora. Tuttavia il gruppo rimase per anni molto popolare, tanto da guadagnarsi una voce sul Guinness dei Primati nel 1983 per l'apparizione più pagata nella storia (1 milione di dollari in occasione dello US Festival; questo record però è stato cancellato negli anni novanta). Nel 1983 ci furono screzi tra il produttore ed Eddie van Halen; quest'ultimo voleva avere più indipendenza nella composizione della musica, quindi fece costruire i 5150 Studios, dove i Van Halen avrebbero registrato tutti i loro successivi album. Questa scelta fu ampiamente ripagata: l'anno successivo uscì 1984, che avvicinò molto il successo del loro album di debutto, anche perché lo stile musicale si avvicinò alle melodie tipiche dell'hair metal: per la prima volta, infatti, usarono ampiamente le tastiere. Fu questo il motivo che portò il loro singolo Jump alla prima posizione delle classifiche americane, un traguardo che non fu mai più raggiunto.

Tuttavia, proprio nel momento in cui sembravano al vertice del loro successo, David Lee Roth lasciò il gruppo. Varie teorie sono state esposte sull'allontanamento di Diamond Dave dai Van Halen. Una delle ipotesi riguarda il fatto che David stesse già lavorando al suo album solista di nascosto dalla band e che avesse già intenzione di andarsene prima di venire allontanato come "traditore". Comunque sia, la natura egocentrica di David probabilmente aveva già creato una grossa frattura all'interno del gruppo e il suo atteggiamento sarebbe stato una delle tante cause del mancato riappacificamento del 1996.

Con Sammy Hagar[modifica | modifica sorgente]

Si dovette dunque scegliere chi avrebbe dovuto sostituire David Lee Roth. Nel 1985 fu reso ufficiale che Sammy Hagar, ex cantante dei Montrose che aveva da tempo iniziato la carriera solista, era il nuovo cantante dei Van Halen. Hagar resterà il frontman del gruppo per 11 anni. Questa scelta provocò una scissione tra i fan; alcuni, infatti, non accettarono l'uscita di scena di David Lee Roth, e rifiutarono la scelta del nuovo cantante. Tuttavia, il successo del gruppo non accennò a diminuire; infatti, sebbene non più supportati da una parte dei vecchi fan, la band riuscì a reinventarsi per il nuovo cantante. D'altra parte, Hagar portava con sé un nutrito gruppo di fan, e il tipo di musica, sebbene non si discostasse di molto dallo stile precedente dei Van Halen, era aperto a una fascia più ampia di pubblico.

Il loro primo album di questo periodo, 5150, segue la stessa linea di 1984, ed è ad oggi l'album più venduto del periodo di Sammy Hagar, nonché il primo album dei Van Halen a raggiungere la prima posizione delle classifiche statunitensi (obiettivo che raggiungeranno con tutti gli album prodotti con Hagar). Negli album seguenti si può notare, invece, un significativo cambiamento nello stile strumentale del gruppo. Nel 1988 pubblicano OU812. L'album For Unlawful Carnal Knowledge (1991) fu l'unico a far ricevere al gruppo i loro unici premi: un Grammy Award per il migliore album hard rock e il premio di video dell'anno da parte di MTV per il loro singolo Right Now. Nel '95 viene pubblicato l'album intitolato Balance, l'ultimo di questo periodo con Hagar, disco che riesce a vendere 4 milioni di copie. Nel 1996 ci fu tensione nel gruppo durante la registrazione del loro contributo alla colonna sonora del film Twister, che culminò nell'esclusione di Sammy Hagar dalla band nonostante il gruppo affermi che sia stato il cantante ad andarsene.

Con Gary Cherone[modifica | modifica sorgente]

Dal 1998 il frontman del gruppo sarà Gary Cherone, proveniente dagli Extreme. Con Cherone la band incide un solo disco, Van Halen III, un album dalle caratteristiche sperimentali che scontentò quasi tutti i fan (infatti, fu l'unico disco dei Van Halen a non raggiungere lo status di disco di platino, anche se conquistò il disco d'oro). Problemi di salute di Eddie van Halen porteranno successivamente allo scioglimento del gruppo dopo un ultimo concerto tenuto nelle isole Hawaii. Dovette anche essere interrotto il progetto di un nuovo album.

La reunion[modifica | modifica sorgente]

I Van Halen nel 2004. Da sinistra: Michael Anthony, Sammy Hagar e Eddie van Halen

Già nel 1996 era stato tentato un riappacificamento con David Lee Roth, e la presenza di due nuove tracce con il suo contributo vocale nella raccolta The Best of Van Halen, Vol. 1 faceva ben sperare. Tuttavia, le vecchie avversioni comparirono di nuovo e Lee Roth se ne andò ancora una volta.

Nel 2003 ci fu un nuovo ritorno in seno al gruppo di Sammy Hagar con cui pubblicarono un nuovo album, The Best of Both Worlds, una raccolta dei più grandi successi della band con l'aggiunta di tre nuove tracce con Hagar alla voce. Nel 2004 i Van Halen eseguirono un tour di riunione con Hagar, che ebbe un esito positivo: fu infatti uno dei tour più lucrosi dell'anno (55 milioni di dollari). Tuttavia, Eddie van Halen ebbe seri problemi con l'alcool in questo periodo, cosa che si rifletté negativamente sulla performance del gruppo nei concerti. Sammy Hagar, alla fine del tour, si rifiutò di proseguire la sua avventura con i Van Halen.

Nel settembre 2006 il bassista storico Michael Anthony è stato cacciato dalla band e rimpiazzato da Wolfgang Van Halen, il figlio di Eddie. Tuttora però Anthony suona con Sammy Hagar nell'ambito sia della band solista di quest'ultimo che nei Chickenfoot. Nel 2007 il gruppo è stato inserito nella Hall of Fame, ed iniziò a circolare la voce che la band stesse per organizzare un tour celebrativo di riunione. Trovato l'accordo con David Lee Roth, egli si trova di nuovo ad essere il cantante dei Van Halen dopo 22 anni dalla sua ultima esibizione nella band. Tuttavia, sul sito ufficiale dei Van Halen, Eddie annunciò il ritiro in un centro di riabilitazione, deciso a tornare ai massimi livelli. Inoltre, il loro tour estivo fu, come scritto sul sito ufficiale, momentaneamente congelato. Quando Eddie uscì finalmente dalla clinica, la riunione con David Lee Roth venne ufficializzata. Il tour iniziò il 27 settembre del 2007 da Charlotte nella Carolina del Nord, e si concluse il 2 giugno 2008 alla Van Andel Arena a Grand Rapids, in Michigan.

Nel gennaio del 2012 viene annunciata l'uscita del nuovo album A Different Kind of Truth per il 7 febbraio 2012, anticipata dal singolo apripista, Tattoo, uscito il 10 gennaio 2012.

Record[modifica | modifica sorgente]

  • I Van Halen sono una delle cinque rock band ad aver realizzato più di uno studio-album che ha venduto più di 10 milioni di copie negli Stati Uniti[9] (quindi raggiungendo lo status di disco di diamante), per la precisione con Van Halen del 1978 e 1984[9] uscito nell'anno omonimo; sono anche tra le prime 20 band ad aver venduto più dischi negli Stati Uniti[9] precedendo artisti del calibro di U2 e Queen[10].
  • Sono citati al momento nel Guinness dei Primati come coloro che hanno raggiunto più volte la prima posizione nella Mainstream Rock Tracks, classifica americana dedicata esclusivamente al Rock, ben 11 volte.[11]
  • Il brano Eruption si è classificato 2º nella classifica redatta dalla rivista Guitar World dei 100 migliori assoli di chitarra di tutti i tempi[12]
  • VH1 ha inserito la band al 7º posto nella classifica dei migliori artisti hard rock[13].
  • Eddie van Halen è stato posizionato dalla rivista Rolling Stone 8° tra i migliori 100 chitarristi di tutti i tempi[14].
  • La stessa rivista ha segnalato l'album Van Halen tra i migliori 500 album di tutti i tempi, alla 415ª posizione.[15]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex membri[modifica | modifica sorgente]

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia dei Van Halen.

Album[modifica | modifica sorgente]

Live[modifica | modifica sorgente]

Videografia[modifica | modifica sorgente]

Tour[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]