There Is Nothing Left to Lose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
There Is Nothing Left to Lose
ArtistaFoo Fighters
Tipo albumStudio
Pubblicazione2 novembre 1999
Durata46:44
Dischi1
Tracce11
GenereRock alternativo[1]
EtichettaRCA
ProduttoreFoo Fighters, Adam Kasper
Registrazionemarzo-giugno 1999, Studio 606, Virginia, Conway Recording Studios, Los Angeles, California
FormatiCD, CD+VCD, LP, MC, download digitale
Certificazioni
Dischi di platinoAustralia Australia (2)[2]
(vendite: 140 000+)
Canada Canada[3]
(vendite: 100 000+)
Regno Unito Regno Unito[4]
(vendite: 300 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[5]
(vendite: 1 000 000+)
Foo Fighters - cronologia
Album successivo
(2002)
Singoli
  1. Learn to Fly
    Pubblicato: 18 settembre 1999
  2. Stacked Actors
    Pubblicato: 17 gennaio 2000
  3. Generator
    Pubblicato: 6 marzo 2000
  4. Breakout
    Pubblicato: 18 settembre 2000
  5. Next Year
    Pubblicato: 4 dicembre 2000

There Is Nothing Left to Lose è il terzo album in studio del gruppo musicale statunitense Foo Fighters, pubblicato nel 1999.

In questo album tutte le parti di chitarra sono suonate da Dave Grohl, ma nel tour seguente esordisce come chitarrista Chris Shiflett in sostituzione di Franz Stahl, e diventerà primo chitarrista del gruppo nelle registrazioni dell'album successivo, One by One.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche dei Foo Fighters.

  1. Stacked Actors – 4:17
  2. Breakout – 3:21
  3. Learn to Fly – 3:58
  4. Gimme Stitches – 3:42
  5. Generator – 3:48
  6. Aurora – 5:50
  7. Live-In Skin – 3:53
  8. Next Year – 4:37
  9. Headwires – 4:38
  10. Ain't It the Life – 4:37
  11. M.I.A. – 4:03
Traccia bonus nell'edizione australiana e giapponese
  1. Fraternity – 3:09
VCD bonus nell'edizione speciale australiana
  1. Learn to Fly – 4:37
  2. Generator – 4:01
  3. Breakout – 4:22
  4. Next Year – 3:42

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1999) Posizione
massima
Australia[6] 5
Austria[6] 34
Belgio (Fiandre)[6] 46
Canada[7] 4
Finlandia[6] 25
Francia[6] 62
Germania[6] 23
Norvegia[6] 8
Nuova Zelanda[6] 12
Paesi Bassi[6] 59
Regno Unito[8] 10
Stati Uniti[9] 10
Svezia[6] 7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, There Is Nothing Left to Lose, su AllMusic, All Media Network. URL consultato l'8 marzo 2016.
  2. ^ (EN) Accreditations - 2007 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 16 febbraio 2016. Digitare "Foo Fighters" in "Keywords", dunque premere "Search".
  5. ^ (EN) There Is Nothing Left to Lose – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  6. ^ a b c d e f g h i j (NL) Foo Fighters - There Is Nothing Left To Lose, Ultratop. URL consultato l'8 marzo 2016.
  7. ^ (EN) Foo Fighters - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato l'8 marzo 2016.
  8. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 07 November 1999 - 13 November 1999, Official Charts Company. URL consultato l'8 marzo 2016.
  9. ^ (EN) Foo Fighters - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato l'8 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock