Theodore William Richards

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Theodore William Richards
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la chimica 1914

Theodore William Richards (Germantown, 31 gennaio 1868Cambridge, 2 aprile 1928) è stato un chimico statunitense.

Ebbe genitori artisti: il padre William T. Richards, era pittore, e la madre Anna Matlack Richards, poetessa.[1]

Fu educato e istruito dalla madre, viaggiando spesso tra l'Inghilterra e la Francia. Nel 1883 entrò al Haverford College, in Pennsylvania, dove si laureò in scienze nel 1885. Tre anni dopo conseguì il dottorato in chimica alla Harvard University.[2] Dopo il dottorato si trasferì in Germania per un anno dove studiò con Victor Meyer. Tornato ad Harvard, divenne assistente di chimica, professore associato ed infine professore ordinario nel 1901. Nel 1903 divenne direttore del Dipartimento di Chimica ad Harvard, e nel 1912 fu nominato Erving Professor di Chimica e Direttore del Wolcott Gibbs Memorial Laboratory.

Circa metà del suo lavoro riguarda il peso atomico, cominciò nel 1886 lavorando con l'ossigeno e il rame. Fu inventore della nefelometria e dal 1912 rideterminò, con elevata accuratezza, i pesi atomici di tredici importanti elementi chimici.[3] In seguito negli anni successivi contribuì in maniera importante, con i suoi lavori, alla determinazione del peso atomico di alcuni e al moderno concetto di atomo.[4]

Ricevette numerosi riconoscimenti che culminarono nel 1914 quando fu insignito del Premio Nobel per la Chimica.[5] Richards era sposato e aveva una figlia e due figli. Era amante dello sport in particolare del golf e della vela.[6][7] Morì a Cambridge, Massachusetts, il 2 aprile 1928.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Richards (PDF), nasonline.org.
  2. ^ La Chimica nella Scuola (PDF), aracneeditrice.it.
  3. ^ (EN) Theodore William Richards Facts, information, pictures, su www.encyclopedia.com. URL consultato il 27 agosto 2016.
  4. ^ Maria Chiara Montani, Sposare gli elementi. Breve storia della chimica, Sironi Editore, 1° gennaio 2011, p. 72, ISBN 978-88-518-0141-0. URL consultato il 27 agosto 2016.
  5. ^ (EN) Theodore William Richards, wikiwand.com. URL consultato il 27 agosto 2016.
  6. ^ (DE) Theodore William Richards - Business And Science, business-and-science.de, 12 aprile 2016. URL consultato il 27 agosto 2016.
  7. ^ (EN) Princeton Alumni Weekly, princeton alumni weekly, 1° gennaio 1941. URL consultato il 27 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN64121092 · LCCN: (ENn87802226 · ISNI: (EN0000 0000 8143 4863 · GND: (DE116506555 · BNF: (FRcb12560306f (data)