Sulla musica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sulla musica
Titolo originaleΒίοι τῶν δέκα ῥητόρων
Altro titoloDe musica
Plutarch of Chaeronea-03.jpg
Busto moderno di Plutarco nella sua Cheronea.
AutorePseudo-Plutarco
PeriodoII secolo
1ª ed. italiana1841
Generedialogo
Lingua originalegreco antico
SerieMoralia
Preceduto daDe latenter vivendo
Seguito daConfronto tra Aristofane e Menandro

Sulla musica (De musica - Περὶ μουσικῆς) è il titolo di un dialogo attribuito a Plutarco e incluso in ultima posizione da Henri Estienne nella sua classica edizione dei Moralia[1].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Un padrone di casa, Onesicrate, invita i suoi ospiti Lisia e Soterico a esporre a turno argomenti di carattere musicale, che vanno dalla storia della musica greca all’analisi di problemi tecnici e della funzione educativa, in senso lato, della musica.

Una prima sezione del dialogo, che dopo il preambolo si estende fino al cap. 13, è interamente occupata da una dotta esposizione di Lisia sulle origini di strumenti, di forme e di tecniche musicali.

Soterico, da parte sua, esamina le innovazioni apportate nelle epoche successive, distinguendo tra quelle rispettose della dignità della musica e quelle che invece ne determinarono la decadenza[2]. Una lunga parentesi è dedicata alle conoscenze in campo armonico di Platone e di Aristotele, oltre che ad alcuni aspetti della scienza musicale[3]. Ma l’intento di Soterico è soprattutto quello di mostrare come debba essere correttamente utilizzata la musica, tenendo conto della sua incidenza sulla formazione dei giovani[4].

Sarà lo stesso Onesicrate a trarre le conclusioni, ribadendo la dottrina pitagorica della musica come riflesso dell’armonia dell’universo.

Analisi critica[modifica | modifica wikitesto]

Il dialogo non è ascrivibile tra gli opuscoli plutarchei per questioni di stile[5]. Inoltre, nel De musica la cornice del dialogo resta quasi una scusa, priva di animazione e di contrapposizione fra i personaggi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1131A-1147A.
  2. ^ Capp. 14-21 e 28-31.
  3. ^ Capp. 22-25.
  4. ^ Capp. 32-39.
  5. ^ Cfr. Benedict Einarson e Phillip H. De Lacy (a cura di), Plutarch. Moralia, Volume XIV, Cambridge, MA, Harvard University Press, 1967, p. 344.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Plutarco, Sulla musica, a cura di Raffaella Ballerio, Milano, Rizzoli, 2000, ISBN 88-17-17315-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]