Differenze tra le versioni di "Decibel"

Jump to navigation Jump to search
34 byte aggiunti ,  1 anno fa
→‎Descrizione: Precisato l'uso del 20*log_10 e aggiunto un grassetto
(→‎Descrizione: Precisato l'uso del 20*log_10 e aggiunto un grassetto)
 
Scegliendo come base per il logaritmo un numero diverso da 10, si definirebbero unità di misura diverse per la stessa grandezza ''logaritmo del rapporto'': scegliendo come base il [[numero di Nepero]] ''e'' si ottiene il [[neper]], mentre scegliendo la base 2 si ottiene un'unità di misura che viene chiamata [[bit (informatica)|bit]] nell'ambito della [[teoria dell'informazione]], e [[Ottava (musica)|ottava]] se si tratta di frequenze. Scegliendo come base <math>\sqrt[10]{10}</math>, si ottiene direttamente il decibel: ma ne sarebbe una definizione alquanto scomoda.
 
'''
'''Tutte queste unità di misura hanno in comune la proprietà di essere adimensionali''', ossia la corrispondente misura è espressa come un numero puro, essendo il risultato di una funzione applicata al rapporto di due quantità omogenee (analogamente alla misura di un angolo espressa in radianti, che è pari al rapporto di due lunghezze). Inoltre esse possono essere convertite facilmente l'una nell'altra con una moltiplicazione, per cui sono, in linea di principio, alternabili, anche se l'uso ne limita l'applicazione ad ambiti specialistici ben precisi: per questo è difficile incontrare l'affermazione (matematicamente corretta) «l'intervallo fra 1 e 4 euro è di due ottave».
 
Normalmente, si usano i decibel in [[elettronica]], [[acustica]], [[chimica]] e in generale in tutti i campi in cui è necessario calcolare prodotti e rapporti fra numeri aventi ordini di grandezza molto diversi; calcolando con i decibel infatti, moltiplicazioni e divisioni si trasformano in addizioni e sottrazioni, semplificando molto i calcoli. Inoltre il logaritmo ''comprime'' le scale numeriche, rendendo le distanze fra numeri da parecchi ordini di grandezza a poche decine. Infine, campi come l'acustica e la chimica trattano grandezze che spesso sono intrinsecamente logaritmiche nei loro effetti.
* L'[[attenuazione]] di un qualsiasi [[circuito elettrico]] o [[linea di trasmissione]] si esprime in decibel, assumendo ovviamente un valore negativo. Anzi, fu proprio per misurare l'attenuazione per miglio delle linee telefoniche che il bel, chiamato inizialmente Transmission Unit, fu introdotto nel Bell Telephone Laboratory all'inizio del XX secolo e poi, dopo la morte di [[Alexander Graham Bell]] nel 1922, rinominato ''bel'' in suo onore.
 
==Uso del fattore 20 quando i ㏈ tra rapporto di ampiezze sono di fatto riferiti alle potenze==
In [[fisica]] e in [[ingegneria]] spesso si assume, senza neppure esplicitarlo, che i rapporti in ㏈ che verranno calcolati siano sempre relativi a energie o potenze, anche partendo da altre grandezze da cui energie e potenze dipendono non linearmente come tensioni e correnti. Questo introduce nei calcoli un fattore 20 che può creare confusione.
 
Utente anonimo

Menu di navigazione