Lumen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Lumen (disambigua).

Il lumen (simbolo: lm) è l'unità di misura del flusso luminoso.[1]

Equivale al flusso luminoso visibile emesso da una sorgente isotropica con intensità luminosa di 1 candela per ogni angolo solido di 1 steradiante (lumen = cd sr).[1] Ne discende che la stessa sorgente isotropica con intensità luminosa di 1 candela emette un flusso luminoso totale di lumen.

La misura del flusso luminoso visibile è basata sulla curva di sensibilità dell'occhio alla radiazione luminosa ed è minore della potenza radiante emessa.

Differenza tra lux e lumen[modifica | modifica wikitesto]

Il lux ed il lumen sono due diverse misure del flusso luminoso, ma mentre il lumen è una misura della "quantità di luce" attraverso una sfera unitaria (incentrata sulla sorgente), il lux è una misura relativa all'area illuminata piana tangente la porzione sferica. 1 lumen su un'area di 1 m² corrisponde ad 1 lux, mentre lo stesso lumen concentrato in 1 cm² corrisponde a 10 000 lux.

Infine il nit è un'unità di misura della luminanza, grandezza fisica ottica "non appartenente al sistema internazionale" di unità di misura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) IUPAC Gold Book, "lumen"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]