Volt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'intellettuale futurista, vedi Vincenzo Fani Ciotti.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il veicolo elettrico della Chevrolet, vedi Chevrolet Volt.
Volt
Old Volt Meter pic3.JPG
Voltmetro vintage con scala in V.
Informazioni generali
Sistema SI (unità derivata)
Grandezza potenziale elettrico
Simbolo V
Eponimo Alessandro Volta
In unità base SI kg × m2 × A−1 × s−3
Conversioni
1 V in... ...equivale a...
Unità CGS 3,3356 × 10−3  statV
1,0 × 108  abV
Unità di Planck 9,5882 × 10−28  VP

Il volt (simbolo: V[1]) è l'unità di misura derivata SI del potenziale elettrico[1] e della differenza di potenziale elettrico.

Ha questo nome in onore di Alessandro Volta, che nel 1799 inventò la pila voltaica, la prima batteria elettrochimica. Negli anni 1880, l'International Electrical Congress (Congresso Elettrico Internazionale), ora International Electrotechnical Commission (IEC), approvò il volt come unità di misura della forza elettromotrice.

Il modo corretto di scrivere volt è con la lettera iniziale minuscola, tranne quando secondo le regole grammaticali si debba scrivere una parola con la maiuscola iniziale; allo stesso modo è da ritenersi errato scrivere o dire volts al plurale (in quanto questa è una regola grammaticale anglofona), rimanendo invece la parola invariata. In epoca fascista si usava la parola volta.

Tra due punti A e B, appartenenti a uno spazio sede di un campo elettrico di tipo conservativo, c'è una differenza di potenziale PB - PA pari a 1 V se per portare una carica positiva di C dal punto A al punto B è necessario compiere un lavoro positivo di J o, equivalentemente, se nello spostamento da A a B della carica di 1 C il campo elettrico compie su di essa un lavoro di −1 J.

Moltiplicando la differenza di potenziale, in volt, per l'intensità della corrente, in ampere, quantità di carica in coulomb che passa nell'unità di tempo in s, si otterrà la potenza, in W (potenza = lavoro fatto nell'unità di tempo dal campo elettrico). Volendo fare un'analogia con i sistemi idraulici, si può pensare al potenziale elettrico come grandezza con comportamento analogo alla pressione, mentre la corrente elettrica è analoga alla portata di fluido passante in una certa sezione. Infatti, in un sistema idraulico si instaura un moto ogniqualvolta è presente un salto di pressione, tra due punti del circuito; analogamente, in un sistema elettrico si instaura una corrente ogniqualvolta è presente una differenza di potenziale, tra due punti del circuito.

Il volt ha dimensioni fisiche J/C,[1] oppure, usando le unità fondamentali del SI, di un m2 · kg · s−3 · A−1

\mathrm{V} = \frac{\mathrm{J}}{\mathrm{C}} = \frac{\mathrm{W}}{\mathrm{A}} =\frac{\mathrm{kg \cdot m^2}}\mathrm{{s^3\cdot A}}

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) IUPAC Gold Book, "volt"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]