Farad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Farad
Capacitors (7189597135).jpg
La capacità elettrica dei comuni condensatori viene misurata in µF.
Informazioni generali
Sistema SI (unità derivata)
Grandezza capacità elettrica
Simbolo F
Eponimo Michael Faraday
In unità base SI s4 × A2 × m−2 × kg−1
Conversioni
1 F in... ...equivale a...
Unità CGS 8,9875 × 1011  statF
1,0 × 10−9  abF

Il farad (simbolo F) è l'unità di misura della capacità elettrica nel sistema Sistema internazionale di unità di misura (SI).[1]

Il suo nome deriva da quello del fisico Michael Faraday.

È un'unità di misura derivata da altre unità di misura fondamentali,[1] infatti è dato dal rapporto tra il coulomb e il volt:[1]

Un conduttore con capacità di 1 F varia di 1 volt il suo potenziale quando la sua carica immagazzinata varia di 1 coulomb. Si tratta di una capacità molto elevata, basta pensare che la Terra ha la capacità di un millifarad (1 mF)[2]. A causa di ciò, si usano nella pratica i suoi sottomultipli: il microfarad (1μF= =10-6 F); il nanofarad (1nF=10-9 F); il picofarad (1pF=10-12 F)[3].

Il farad non va confuso con il faraday, una vecchia unità di misura per la carica elettrica ora rimpiazzata dal coulomb, ma ancora comune in elettrochimica.

Il suo inverso, che misura l'elastanza elettrica è anche detto daraf su proposta dell'ing. A. E. Kennelly (1936) sebbene si tratti di una denominazione poco usato e non accettata dall'SI[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) IUPAC Gold Book, "farad"
  2. ^ Enciclopedia on-line Treccani, Farad, Treccani. URL consultato il 3 giugno 2016.
  3. ^ Sapere.it, fàrad, DeAgostini editore. URL consultato il 3 giugno 2016.
  4. ^ H. G. Jerrard, A Dictionary of Scientific Units: Including dimensionless numbers and scales, Springer Science & Business Media, 2013, p. 33, ISBN 9789401705714.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]