Società Sportiva Lazio Calcio Femminile 2006-2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
S.S. Lazio C.F.
Stagione 2006-2007
AllenatoreItalia Antonello Belli
PresidenteItalia Elisabetta Cortani
Serie B5º posto nel girone E.
È successivamente ammessa in Serie A2 a completamento organici.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio Calcio Femminile nelle competizioni ufficiali della stagione 2006-2007.

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della Società Sportiva Lazio.svg
Staff dell'area amministrativa
  • Italia Fabio Di Marziantonio - Vicepresidente
  • Italia Maurizio Cortani - Dirigente accompagnatore

Area tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della Società Sportiva Lazio.svg
Staff dell'area tecnica
  • Italia Elisabetta Bavagnoli - Direttore tecnico
  • Italia Angelo Tiburzi - Massaggiatore
  • Italia Giangiacomo Spada - Preparatore atletico
  • Italia Sandro Marzi - Medico sociale

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata alla fine della stagione.[1]

N. Ruolo Giocatore
Italia C Diana Bellucci
Italia P Veronica Brilli
Italia C Eleonora Bussu
Italia D Caterina Capolunghi
Italia C Siria De Angelis
Italia C Silvia De Luca
Italia D Daniela Di Bari (c)
Italia C Roberta Di Pastena
Italia C Federica Di Renzo
Italia A Giorgia Fiaschi
Italia D Valentina Foschi
N. Ruolo Giocatore
Italia D Aurora Landi
Italia D Valentina Lanzieri
Italia D Valentina Licata
Italia A Noemi Lo Buono
Italia D Federica Marzi
Italia A Vania Massimi
Italia P Clarice Morelli
Italia C Roberta Pieroni
Italia A Veronica Sciarretti
Italia C Michela Sulfaro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lazio, campionato di Serie B stagione sportiva 2006-2007, sslaziocalciofemminile.com. URL consultato il 2 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il sito ufficiale [collegamento interrotto], su sslaziofemminile.com. URL consultato il 2 aprile 2007.