Serafino Vannutelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serafino Vannutelli
cardinale di Santa Romana Chiesa
Serafino Vannutelli.jpg
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato26 novembre 1834, Genazzano
Ordinato diacono2 giugno 1860
Ordinato presbitero22 dicembre 1860 dal cardinale Costantino Patrizi Naro
Nominato arcivescovo25 giugno 1869 da papa Pio IX
Consacrato arcivescovo18 luglio 1869 dal cardinale Costantino Patrizi Naro
Creato cardinale14 marzo 1887 da papa Leone XIII
Deceduto19 agosto 1915, Bologna
 

Serafino Vannutelli (Genazzano, 26 novembre 1834Bologna, 19 agosto 1915) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Era fratello del cardinale Vincenzo Vannutelli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Genazzano il 26 novembre 1834.

Si laureò a Roma in teologia, filosofia ed in utroque jure.

Fu ordinato sacerdote a Roma il 22 dicembre 1860.

Nel 1869 venne consacrato arcivescovo e gli fu assegnata la sede titolare di Nicea e fu inviato come delegato apostolico in numerosi paesi dell'America latina.

Dal 1875 al 1880 fu nunzio apostolico in Belgio e dal 1880 al 1887, presso l'Impero Austro-Ungarico.

Papa Leone XIII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 14 marzo 1887, con il titolo di Santa Sabina.

Per alcuni mesi del 1893 fu arcivescovo di Bologna.

Nel 1893 divenne cardinale vescovo di Frascati e nello stesso anno venne nominato prefetto della Sacra Congregazione dell'Indice.

Nel 1903 optò per il titolo di cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina.

Nel 1913 divenne decano del Sacro Collegio, carica che mantenne fino alla morte (gli successe in questa il fratello Vincenzo), per cui gli fu aggiunto il titolo di cardinale vescovo di Ostia, pur mantenendo quello di Porto e Santa Rufina.

Morì il 19 agosto 1915 all'età di 80 anni e fu sepolto nel Cimitero del Verano in Roma.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo cardinalato Serafino Vannutelli partecipò a due conclavi:

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89446515 · ISNI (EN0000 0000 7820 8371 · SBN IT\ICCU\LO1V\311028 · GND (DE121489612 · BNF (FRcb144714486 (data)