Chiesa cattolica in Venezuela

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa cattolica in Venezuela
Emblem of the Holy See usual.svg
Anno 2005
Cattolici 25 milioni
Popolazione 28 milioni
Presbiteri 1500
Presidente della
Conferenza episcopale
Diego Rafael Padrón Sánchez
Nunzio apostolico Aldo Giordano
Codice VZ
La cattedrale di Caracas

La Chiesa cattolica in Venezuela è parte della Chiesa cattolica in comunione con il vescovo di Roma, il papa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1833 fu introdotta in Venezuela una legge sul patronato ecclesiastico, secondo la quale i vescovi erano nominati dal parlamento nazionale. Questa legge provocò frequenti conflitti fra lo Stato e la Chiesa. La legge sul patronato fu abrogata il 23 gennaio 1958.[1]

Organizzazione ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa cattolica è presente sul territorio con 9 sedi metropolitane, 25 diocesi suffraganee, 3 vicariati apostolici, 1 ordinariato militare e 2 esarcati apostolici di rito orientale:

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Nunziatura apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Nell'Ottocento fu istituita la delegazione apostolica del Venezuela. Il 21 maggio 1920 essa divenne nunziatura apostolica.

Delegati apostolici[modifica | modifica wikitesto]

Nunzi apostolici[modifica | modifica wikitesto]

Conferenza episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Conferenza episcopale venezuelana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlos Chalbaud Zerpa, Historia de Mérida, Mérida, Universidad de los Andes, 1997, p. 280

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]