Salona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il comune italiano esistito dal 1928 al 1947, vedi Salona d'Isonzo.
Salona
città
(HR) Solin
Salona – Veduta
Vista di Spalato, con Salona in primo piano
Localizzazione
Stato Croazia Croazia
Regione HRV Split-Dalmatia County COA.svg Spalatino-dalmata
Amministrazione
Sindaco Blaženko Boban
Territorio
Coordinate 43°32′06″N 16°29′06″E / 43.535°N 16.485°E43.535; 16.485 (Salona)Coordinate: 43°32′06″N 16°29′06″E / 43.535°N 16.485°E43.535; 16.485 (Salona)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 18,37 km²
Abitanti 24 282 (2011)
Densità 1 321,83 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 21210
Prefisso +385(0)21
Fuso orario UTC+1
Targa ST
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Salona
Salona
Salona – Mappa
Localizzazione della città di Salona nella regione spalatino-dalmata
Sito istituzionale

Salona[1][2][3][4] (in croato Solin) è una città della regione spalatino-dalmata, in Croazia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Salona fu, sotto l'Impero romano, la capitale della regione della Dalmazia: qui nacque l'imperatore romano Diocleziano che nel 305, quando si ritirò a vita privata, si trasferì in un palazzo nella vicina Spalato. Salona fu poi la sede dei magistri militum per l'Illyricum, Marcellino e Giulio Nepote; quest'ultimo vi ritornò dopo essere stato deposto dal soglio imperiale romano nel 476 e qui morì nel 480, forse per opera del vescovo di Salona, quel Glicerio, che era stato imperatore prima di Nepote ed era stato obbligato a prendere i voti. Nel 600 gli Slavi vi giunsero senza entrarvi. Nel 639 Salona fu distrutta da un attacco degli Avari: i superstiti si trasferirono a Spalatum, il villaggio fortificato che era sorto attorno al palazzo di Diocleziano e che divenne poi la città di Spalato.

Località[modifica | modifica wikitesto]

La città di Salona è oggi suddivisa nelle 8 frazioni (naselja) di[5] di seguito elencate. Tra parentesi il nome in lingua italiana, generalmente desueto.

  • Blaca (Blazza)
  • Kučine (Cùccine)
  • Mravince (Maravinze)
  • Ninčevići (Nonese)
  • Rupotina (Rupettina)
  • Solin (Salona), sede comunale
  • Sveti Kajo (San Caio)
  • Vranjic (Vragnizza)

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. "Salóna" nell'enciclopedia Sapere.
  2. ^ Touring Club Italiano, Croazia. Zagabria e le città d'arte. Istria, Dalmazia e le isole. I grandi parchi nazionali, Touring Editore, Borgaro Torinese (TO) 2004, p. 115.
  3. ^ Touring Club Italiano, Istria, Quarnaro, Dalmazia. Escursioni, sport, divertimenti, enogastronomia, arte e cultura, Touring Editore, Milano 2004, p. 154 e segg., ISBN 9788836530441.
  4. ^ Ufficio turistico di Dernis
  5. ^ Frazioni della Regione spalatino-dalmata

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN140902762 · BNF: (FRcb12446109s (data)
Venezia Giulia e Dalmazia Portale Venezia Giulia e Dalmazia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Venezia Giulia e Dalmazia