Bellum Alexandrinum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La guerra Alessandrina
Titolo originale Bellum Alexandrinum
Caesar.jpg
Ritratto di Cesare
Autore sconosciuto (forse Gaio Giulio Cesare o Aulo Irzio)
1ª ed. originale tra il 48 e il 45 a.C.
Genere diario
Lingua originale latino

Il Bellum Alexandrinum (in lingua latina: La guerra alessandrina) è un'opera letteraria latina in 78 capitoli facente parte del Corpus Caesarianum attribuita ad Aulo Irzio, luogotenente di Gaio Giulio Cesare, sebbene tale attribuzione sia ancora oggetto di discussione. Il contenuto fornisce il resoconto delle campagne di Cesare ad Alessandria, in Egitto e nella provincia d'Asia.[1]

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la campagna in Africa contro i pompeiani e la sua vittoria, Cesare si appresta a sanare il conflitto di potete ad Alessandria d'Egitto tra Tolomeo XIII e Cleopatra VII. Siccome Tolomeo uccise a tradimento Pompeo nel 48, adesso nel 47 a.C. Cesare decide di instaurare un rapporto amoroso/politico con Cleopatra, e di governare con lei in Egitto, nonché di avere un erede. La notizia non è accolta con favore dai pompeiani tantomeno dagli alessandrini filo-tolemaici, e così Cesare e Cleopatra sono costretti a essere segregati nel palazzo del faraone. Cesare tuttavia dà ordine di incendiare le navi sul porto di Alessandria, per impedire sbarchi nemici e rifornimenti, da cui l'episodio del danneggiamento della preziosa Biblioteca. Vinta la battaglia di Alessandria, Cesare accusa Tolomeo di congiura contro Cleopatra e lo fa uccidere. Nel frattempo il figlio di Mitridate VI del Ponto, Filopemene, si organizza coi pompeiani per attaccare Cesare, ma vengono sconfitti a Zela.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Concetto Marchesi, Storia della letteratura latina, p. 348.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luciano Canfora, Giulio Cesare. Il dittatore democratico, Laterza, 1999, ISBN 88-420-5739-8.
  • (EN) Jan Felix Gaertner / Bianca C. Hausburg, Caesar and the Bellum Alexandrinum. An Analysis of Style, Narrative Technique, and the Reception of Greek Historiography, Göttingen 2013. ISBN 978-3-525-25300-7.
  • (DE) Gustav Landgraf, Untersuchungen zu Caesar und seinen Fortsetzern, insbesondere über Autorschaft und Komposition des Bellum Alexandrinum und Africanum, Erlangen 1888.
  • Concetto Marchesi, Storia della letteratura latina, 8ª ed., Milano, Principato, ottobre 1986 [1927].
  • (DE) Heinz Pötter, Untersuchungen zum Bellum Alexandrinum und Bellum Africanum. Stil und Verfasserfrage, Leipzig 1932.
  • (DE) Rudolf Schneider, Bellum Alexandrinum, Berlin 1888.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]