Monetazione imperatoriale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine monetazione imperiatoriale si indicano le emissioni coniate degli ultimi anni della Repubblica romana nel periodo che precede immediatamente la nascita del principato.

Il termine, non accettato da tutti, deriva dal fatto che in questo periodo di guerre civili le monete furono emesse a nome dei generali in lotta tra loro grazie ai diritti che concedeva loro l'imperium.

Si tratta quindi delle monete di Pompeo, Giulio Cesare, Bruto, Cassio, Labieno, Sesto Pompeo, Lepido, Marco Antonio ed Ottaviano da soli o assieme tra loro o con altre persone.

Le monete emesse in questi anni rispecchiano l'andamento della lotta politica e delle guerre in corso. I contenuti propagandistici sono accentuati e per le prime volte sono rappresentati anche persone viventi.

Le monete di Ottaviano sono a cavallo tra questo periodo ed il periodo successivo.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Giulio Cesare[modifica | modifica wikitesto]

Gneo Pompeo Magno[modifica | modifica wikitesto]

Bruto[modifica | modifica wikitesto]

Cassio[modifica | modifica wikitesto]

Tito Labieno[modifica | modifica wikitesto]

Sesto Pompeo[modifica | modifica wikitesto]

Marco Antonio[modifica | modifica wikitesto]

Lepido[modifica | modifica wikitesto]

Ottaviano[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]