Podgora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Podgora (disambigua).
Podgora
comune
Podgora – Veduta
Localizzazione
StatoCroazia Croazia
RegioneHRV Split-Dalmatia County COA.svg Spalatino-dalmata
Amministrazione
SindacoMomir Sumić
Territorio
Coordinate43°14′24″N 17°04′48″E / 43.24°N 17.08°E43.24; 17.08 (Podgora)Coordinate: 43°14′24″N 17°04′48″E / 43.24°N 17.08°E43.24; 17.08 (Podgora)
Altitudinem s.l.m.
Superficie52 km²
Abitanti2 884 (2001)
Densità55,46 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale21327
Prefisso(+385) 021
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Podgora
Podgora
Podgora – Mappa
Localizzazione del comune di Podgora nella regione spalatino-dalmata

Podgora è un comune adriatico della Croazia sulle coste della Dalmazia nella regione spalatino-dalmata. Il capoluogo comunale contava nel 2001 una popolazione di circa 1500 abitanti, mentre l'intero comune ne contava 2.884.

L'economia del centro abitato, un tempo piccolo villaggio di pescatori, è basata sul turismo, con cinque hotel che hanno una capacità di posti letto quattro volte superiore al numero di abitanti. L'abitato si trova a 65 km a sud di Spalato e 135 km a nord di Ragusa.

Durante la seconda guerra mondiale il 10 settembre 1942 a Podgora i partigiani jugoslavi fondarono la marina partigiana che dopo la guerra con la costituzione della Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia sarebbe diventata la Jugoslavenska Ratna Mornarica. Questo avvenimento è ricordato da un monumento eretto nel 1962 in una collina nei pressi del porto che venne inaugurato dal presidente Tito.

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Podgora è suddiviso in 5 frazioni (naselja)[1]:

  • Drašnice
  • Gornje Igrane
  • Igrane
  • Podgora
  • Svogoschia o Svogoscia[2] (Živogošće)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Frazioni della Regione spalatino-dalmata
  2. ^ Luigi Vittorio Bertarelli (a cura di), Guida d’Italia del Touring Club Italiano, 3ª ed., Milano, Touring Club Italiano, 1934 (XII), carta alle pp. 208-209, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]