Royal Rumble (2008)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Royal Rumble (2008)
John Cena RR 2008.jpg
Colonna sonora Stand Up For Rock 'N' Roll degli Airbourne
Prodotto da WWE
Brand Raw
SmackDown
ECW
Data 27 gennaio 2008
Sede Madison Square Garden
Città New York
Spettatori 20.798
Cronologia pay-per-view
Armageddon (2007) Royal Rumble (2008) No Way Out (2008)
Progetto Wrestling

Royal Rumble (2008) è stata la ventunesima edizione dell'annuale evento in pay-per-view (PPV) Royal Rumble di wrestling professionistico, promosso dalla World Wrestling Entertainment (WWE). L'evento si è svolto il 27 gennaio 2008 presso il Madison Square Garden di New York. È stato il primo pay-per-view della WWE trasmesso in alta definizione.[senza fonte] Il main event è stato il Royal Rumble Match, presentato eccezionalmente da Michael Buffer, vinto da John Cena entrato con il numero 30 eliminando per ultimo Triple H.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Ad Armageddon, Randy Orton perse per squalifica contro Chris Jericho, ma nonostante ciò mantenne il WWE Championship. La sera stessa, l'Intercontinental Champion Jeff Hardy sconfisse Triple H ottenendo così il diritto di sfidare Orton per il WWE Championship alla Royal Rumble. Nella puntata di Raw del 31 dicembre 2007, Orton tentò di colpire Hardy con una RKO, ma quest'ultimo contrattaccò eseguendo una Twist of Fate ai danni del WWE Champion. Nella puntata di Raw del 14 gennaio 2008 la rivalità tra i due si intensificò; Hardy mise in palio il suo Intercontinental Championship contro Orton, ma il match terminò subito a causa della volontaria squalifica di Orton, che si fece squalificare colpendo Hardy con un low-blow e, dato ciò, quest'ultimo mantenne il titolo. I due iniziarono, poi, ad attaccarsi all'esterno del ring arrivando fino alla rampa dello stage, dove Hardy contrattaccò un Punt Kick di Orton facendo impattare il WWE Champion contro il pavimento sottostante alla rampa. Dopodiché, Hardy iniziò a scalare la struttura metallica del set di Raw e si lanciò con una Swanton Bomb da dieci metri d'altezza impattando in pieno contro Orton. La settimana successiva, Hardy sorprese Orton colpendolo ancora una volta con una Twist of Fate all'interno del ring.

Ad Armageddon, Edge sconfisse il World Heavyweight Champion Batista e The Undertaker in un Triple Threat match conquistando il titolo per la seconda volta. Nella puntata di SmackDown del 4 gennaio 2008 ci fu un Beat the Clock Challenge per determinare il primo sfidante di Edge per la Royal Rumble. Rey Mysterio vinse la sfida stabilendo il miglior tempo e ottenne, dunque, il diritto di affrontare Edge per il World Heavyweight Championship alla Royal Rumble.

Ad Armageddon, Chris Jericho sconfisse il WWE Champion Randy Orton per squalifica, ma dato ciò non riuscì a conquistare il titolo. Durante il match, Orton spinse Jericho oltre il tavolo dei commentatori di SmackDown e Y2J andò ad impattare contro l'allora commentatore John "Bradshaw" Layfield. Mentre stava per rialzarsi, Jericho colpì involontariamente JBL per farlo spostare. Più avanti, nel corso del match, Jericho intrappolò Orton nella Walls of Jericho, ma JBL interferì attaccando Jericho per vendicarsi del colpo subito da parte di Y2J in precedenza. Dato ciò, Jericho vinse il match, ma solamente per squalifica e, quindi, Orton rimase campione. La sera dopo, a Raw, Jericho insultò pesantemente JBL per essergli costato la vittoria del WWE Championship la sera prima e, di conseguenza, JBL decise di abbandonare il ruolo di commentatore di SmackDown per tornare in attività come wrestler nel roster di Raw. Nella puntata di Raw del 31 dicembre 2007, JBL fece il suo ritorno nel ring e ingaggiò immediatamente una rissa con Jericho. Nella puntata di Raw del 7 gennaio 2008, JBL attaccò Jericho stritolandolo al collo con un cavo elettrico. Venne dunque annunciato che JBL e Jericho si sarebbero affrontati alla Royal Rumble.

Match di qualificazione della Royal Rumble[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Brand Incontri Stipulazioni Durata[1]
Dark SmackDown Jimmy Wang Yang e Shannon Moore hanno sconfitto Deuce e Domino Tag Team match N/A
1 SmackDown Ric Flair ha sconfitto Montel Vontavious Porter per sottomissione Career Threatening match 07:48
2 Raw John "Bradshaw" Layfield ha sconfitto Chris Jericho per squalifica Single match 09:23
3 SmackDown Edge (c) (con Curt Hawkins, Vickie Guerrero e Zack Ryder) ha sconfitto Rey Mysterio Single match per il World Heavyweight Championship 12:34
4 Raw Randy Orton (c) ha sconfitto Jeff Hardy Single match per il WWE Championship 14:03
5 Intebrand John Cena (Raw) ha vinto eliminando per ultimo Triple H (Raw) 30-man Royal Rumble match per un match valido per il WWE Championship o il World Heavyweight Championship a WrestleMania XXIV 51:26

Entrate ed eliminazioni nel Royal Rumble match[modifica | modifica wikitesto]

John Cena, vincitore del Royal Rumble match del 2008
     – Wrestler di Raw
     – Wrestler di SmackDown
     – Wrestler della ECW
     – Wrestler non affiliato
# Wrestler Brand Ordine Eliminato da Tempo Eliminazioni
01 1 Undertaker The Undertaker SmackDown 11 Shawn Michaels 32:35 3
02 2 Shawn Michaels Raw 12 Mr. Kennedy 32:41 2
03 3 Santino Marella Raw 01 1 The Undertaker 00:25 0
04 4 Great Khali The Great Khali SmackDown 02 2 The Undertaker 01:08 0
05 5 Hardcore Holly Raw 06 6 Umaga 13:46 0
06 6 John Morrison ECW 14 Kane 29:24 0
07 7 Tommy Dreamer ECW 03 3 Batista 02:08 0
08 8 Batista SmackDown 28 Triple H 37:42 4
09 9 Hornswoggle SmackDown 16 Non è più rientrato 26:17 1
10 Chuck Palumbo SmackDown 05 5 CM Punk 04:00 1
11 Jamie Noble SmackDown 04 4 Chuck Palumbo 00:28 0
12 CM Punk ECW 17 Chavo Guerrero 23:51 1
13 Cody Rhodes Raw 18 Triple H 23:15 0
14 Umaga Raw 26 Batista 26:05 1
15 Snitsky Raw 10 The Undertaker 12:27 0
16 Miz The Miz ECW 13 Hornswoggle 13:07 0
17 Shelton Benjamin ECW 07 7 Shawn Michaels 00:18 0
18 Jimmy Snuka 09 9 Kane 02:43 0
19 Roddy Piper 08 8 Kane 01:00 0
20 Kane SmackDown 27 Batista e Triple H 17:58 3
21 Carlito Raw 22 John Cena 15:07 0
22 Mick Foley 20 Triple H 11:29 0
23 Mr. Kennedy Raw 25 Batista 13:32 1
24 Big Daddy V ECW 19 Triple H 07:49 0
25 Mark Henry SmackDown 24 John Cena 09:12 0
26 Chavo Guerrero SmackDown 23 John Cena 07:33 1
27 Finlay SmackDown 15 Squalificato 00:00 0
28 Elijah Burke ECW 21 Triple H 02:10 0
29 Triple H Raw 29 John Cena 11:22 6
30 John Cena Raw 30  Vincitore 08:28 4

Record

  • Maggior tempo di permanenza sul ring: Batista (00:37:42)
  • Minor tempo di permanenza sul ring: Finlay (00:00:15)[2]
  • Maggior numero di eliminazioni: Triple H (6)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Per la prima volta nella storia del Royal Rumble match, i primi due entranti di questa edizione (The Undertaker e Shawn Michaels) sono stati anche i finalisti di quella precedente.
  • The Undertaker è diventato il terzo wrestler, dopo Ted DiBiase e Rikishi, ad entrare sia come primo che come ultimo partecipante in due Rumble consecutive (col numero 30 nel 2007 e con l'1 nel 2008).
  • Shawn Michaels ha eliminato Shelton Benjamin per la terza Royal Rumble consecutiva.
  • Hornswoggle è stato il più piccolo wrestler ad aver mai preso parte ad una rissa reale.
  • Chavo Guerrero è stato il terzo wrestler nella storia del Royal Rumble match a prenderne parte avendo già uno status di campione mondiale (ECW Champion), dopo Hulk Hogan, il quale prese parte alla Royal Rumble del 1990 in qualità di WWF Champion, e Randy Savage l'anno prima.
  • Questa è stata la decima Royal Rumble consecutiva di Kane.
  • John Cena, oltre a divenire il secondo vincitore consecutivo della Rumble con il numero 30 (dopo The Undertaker nel 2007), è risultato esserne anche il più veloce vincitore (sono passati solamente 8 minuti e 28 secondi dalla sua entrata alla sua vittoria), battendo il precedente record di Brock Lesnar che vinse la Royal Rumble del 2003 dopo solamente 8 minuti e 59 secondi dalla sua entrata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Royal Rumble 2009, Pro Wrestling History. URL consultato il 12 settembre 2011.
  2. ^ Finlay era stato squalificato per aver utilizzato il suo Shillelagh; la sua entrata è comunque durata sui 15 secondi, anche se essa non è stata considerata vista la squalifica.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling