Roccia metamorfica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un frammento di quarzite, un tipo di roccia metamorfica.

Le rocce metamorfiche sono delle rocce che hanno subito processi di metamorfosi legati all'esposizione ad alte temperature ed alte pressioni. Questo processo prende il nome di metamorfismo.[1]

Caratteristiche generali[modifica | modifica sorgente]

Questa tipologia di rocce può derivare dalla trasformazione di rocce sedimentarie (per esempio il marmo, formatosi a causa di una forte pressione sul calcare). Le rocce metamorfiche si possono formare anche a partire da rocce magmatiche o da altre metamorfiche.

Gli atomi dei minerali in questa particolare condizione si dispongono in modo da formare nuovi reticoli cristallini. In laboratorio sono state evidenziate le condizioni di temperatura e pressione che portano alla formazione di minerali indice cioè che permettono l'identificazione delle rocce: in base a questi si è giunti al concetto di facies metamorfiche.

Modalità di formazione[modifica | modifica sorgente]

Le rocce metamorfiche si possono formare in 3 modi: Metamorfismo di contatto, metamorfismo regionale, metamorfismo di seppellimento.

  • Metamorfismo di contatto: avviene a causa dell'aumento di temperatura quando rocce ignee o sedimentarie entrano in contatto con rocce magmatiche ancora calde. Viene interessata un'aureola di rocce intorno alla roccia magmatica ancora calda originando nuovi tipi di minerali, ed a strutture caratteristiche; il cambiamento della roccia di partenza cambia man mano che si allontana dal punto caldo.
  • Metamorfismo regionale: interessa una grande estensione di rocce (decine, fino a centinaia di chilometri) in aree sottoposte a movimenti orogenetici che provocano un aumento generalizzato di temperatura e di pressione, dando così origine a particolari rocce.
  • Metamorfismo di seppellimento: è un particolare tipo di metamorfismo regionale che è dovuto all'aumento di pressione provocato dal peso delle rocce soprastanti (spessore fino ad alcuni chilometri) in zone sottoposte a movimenti orogenetici.

Usi tecnologici[modifica | modifica sorgente]

Alcune rocce metamorfiche vengono impiegate come materiale da costruzione. Fra le più comuni vi sono:

  • Il marmo, la cui resistenza all'usura dipende dalla provenienza.
  • L'ardesia, resistente agli agenti atmosferici e facilmente divisibile in lastre.
  • Lo gneiss, resistente all'acqua.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ R. Bugini, L. Folli, Lezioni di petrografia applicata, ICVBC del CNR, 2005 - Ultimo accesso: 24 gennaio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]