Piropo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piropo
Piropas.jpg
Classificazione Strunz VIII/A.08-10
Formula chimica Mg3Al2(SiO4)3
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino  
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale 4/m 3 2/m
Gruppo spaziale I a3d
Proprietà fisiche
Densità   g/cm³
Durezza (Mohs)  
Sfaldatura  
Frattura  
Colore  
Lucentezza  
Opacità  
Striscio  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

Il piropo è un minerale appartenente al gruppo del granato.

Fa parte della serie dei granati con l'almandino e la spessartina (conosciuta anche con l'acronimo "piralspite") della quale costituisce l'estremo contenente magnesio, l'almandino è l'estremo che contiene ferro mentre la spessartina è l'estremo che contiene manganese[1].

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Si presenta in cristalli rosso intenso ed è spesso in miscela con l'almandino. Una varietà color rododendro è la rodolite. È spesso associato al diamante, che si forma in condizioni di temperatura e pressioni elevate.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Si può reperire nei camini kimberlitici.

Località di rinvenimento[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

A Martiniana Po (Cuneo) è presente un museo del piropo[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John W. Anthony, Richard A. Bideaux, Kenneth W. Bladh, Monte C. Nichols, Handbook of Mineralogy, Chantilly, VA 20151-1110, Mineralogical Society of America.
  2. ^ http://www.parcodelpocn.it/ita/museicv.asp?id=3&cat=35

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia