Prehnite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prehnite
Prehnite oisans.jpg
Classificazione Strunz9.DP.20
Formula chimicaCa2Al2Si3O10(OH)2
Proprietà cristallografiche
Sistema cristallinoortorombico
Gruppo puntualemm2
Gruppo spazialeP2cm
Proprietà fisiche
Densità2,8 - 3,0 g/cm³
Durezza (Mohs)6-6½
Sfaldaturadistinta
Fratturairregolare
Coloreverde, grigio, giallo-verdastro
Lucentezzavitrea, madreperlacea
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La prehnite è un minerale.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La prehnite si forma principalmente come minerale secondario o idrotermale in cavità all'interno di rocce ignee basiche (spesso in associazione con zeoliti). La prehnite si trova in Germania (Haslach, Harzburg e Oberstein), Francia, Marocco, India, Sud Africa e USA (New Jersey, Connecticut, Virginia e Pennsylvania).

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La prehnite prende il nome dal colonnello olandese H. Von Prehn (1733-1785) che trovò per la prima volta questo minerale in Sud Africa; la dichiarazione della scoperta venne però fatta, successivamente alla sua morte, nel 1788 da Werner.

Altre caratteristiche e utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

La Prehnite è un fillosilicato, ha le superfici di sfaldatura curve. I suoi utilizzi sono limitati al collezionismo mineralogico (spesso in graziose associazioni mineralogiche) ed in campo ornamentale; inoltre, per tutti coloro che ci credono, la prehnite ha poteri spirituali, aiuta a sognare il futuro se viene messa vicino al letto prima di addormentarsi. Osservando colore, abito ed associazione è quasi impossibile non diagnosticare la prehnite, un minerale che non lascia un ricordo indelebile in chi l'osserva, ma che alla lunga risulta un piacevole campione da tenere in collezione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia