Ottavio Leoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Autoritratto
Celebre ritratto del Caravaggio eseguito da Ottavio Leoni verso il 1621.

Ottavio Leoni (Roma, 1578Roma, 4 settembre 1630) è stato un pittore e incisore italiano del primo Barocco attivo prevalentemente a Roma.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu allievo del padre Lodovico Leoni. Dipinse pale d'altare per chiese di Roma come l'Annunciazione per Sant'Eustachio, una Vergine e il bambino con San Giacinto per la Basilica di Santa Maria sopra Minerva, e I Santi Carlo, Francesco e Nicola per Sant'Urbano. Divenne un membro, e più tardi presidente, dell'Accademia di San Luca; in occasione del suo ingresso tra i "Cavalieri dell'Ordine di Cristo", donò alla chiesa dell'Accademia il Martirio di Santa Martina. Morì a Roma.

Oltre che come pittore, Ottavio Leoni fu attivo anche come incisore, ed a lui dobbiamo una collezione di ritratti di pittori a incisione la cui parte più cospicua è conservata presso l'Accademia Colombaria di Firenze che conta circa 100 tra incisioni e disegni: tra questi ultimi è celebre quello, eseguito a gessi colorati, che raffigura Michelangelo Merisi da Caravaggio, l'unico ritratto del grande pittore firmato da un altro artista [1].

Oltre che nelle chiese di Roma per le quali furono realizzate, le sue opere sono esposte, tra l'altro, presso Palazzo Ruspoli (Roma), il Fine Arts Museums di San Francisco, il Museum of Fine Arts di Boston, la National Gallery of Art, il Bowes Museum di Barnard Castle, il Courtauld Institute of Art e il Museum of Art di Los Angeles.

Morì a 52 anni e fu seppellito nella basilica di Santa Maria del Popolo a Roma.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Cristo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Cristo
— 1621[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ritratto di Caravaggio eseguito da Ottavio Leoni
  2. ^ Valentina Sapienza, Ottavio Leoni, in Dizionario biografico degli italiani, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 16 dicembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Farquhar, Biographical catalogue of the principal Italian painters, a cura di Ralph Nicholson Wornum, Woodfall & Kinder, Angel Court, Skinner Street, London; Digitalizzato da Googlebooks da una copia della Oxford University il 27 giugno, 2006, 1855, pagina 83.
  • Michael Bryan, Dictionary of Painters and Engravers, Biographical and Critical (Volume II L-Z), a cura di Walter Armstrong & Robert Edmund Graves, York St. #4, Covent Garden, London; Original from Fogg Library, Digitalizzato da Googlebooks il 18 maggio, 2007, George Bell and Sons, 1889, pagina 44.
  • F. Petrucci, Pittura di Ritratto a Roma. Il Seicento, Roma 2008, 3 voll., ad indicem.
  • Piera G., Tordella, Ottavio Leoni e la ritrattistica a disegno protobarocca, pp. VIII-244, Casa Editrice Leo S. Olschki, Firenze, 2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN86894108 · ISNI (EN0000 0001 1821 7855 · LCCN (ENnr2003000171 · GND (DE123700035 · BNF (FRcb14331719f (data) · ULAN (EN500001403 · CERL cnp01375203 · WorldCat Identities (ENnr2003-000171