Antonio Bruni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonio Bruni (Manduria, 15 dicembre 1593Roma, 23 settembre 1635) è stato un poeta italiano, esponente di spicco della letteratura barocca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Bruni nacque il 15 dicembre 1593 a Manduria da una famiglia nobile originaria di Asti. Seguace, tra i più fervidi, del Marino, che imitò persino nella scelta dei soggetti delle sue opere e nella distribuzione delle poesie nel suo canzoniere (Selva di Parnaso, Venezia 1615), ebbe una grandissima fama presso i contemporanei. Fu consigliere e segretario di stato di Francesco Maria II della Rovere, duca d'Urbino, e, a Roma, segretario del cardinale Berlinghiero Gessi. Fu uomo di carattere gioviale e franco, dotato di molte virtù, macchiate solo da un'ostinata intemperanza nel cibo, che gli affrettò la morte, avvenuta a Roma il 23 settembre 1635. Scrisse molto, e in ogni genere e sempre alla maniera del maestro; alquanto più sobrio nelle ventisei Epistole eroiche (Milano 1626).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giammaria Mazzuchelli, Scrittori d'Italia, II, pp. 2180-4;
  • Tommaso Vallauri, Storia della poesia in Piemonte, Torino 1841, I, pp. 411 seg., 447;
  • Camillo Minieri Riccio, Notizie biografiche e bibliografiche degli scrittori napoletani fioriti nel sec. XVII, s. v., Napoli 1877, p. 47;
  • Giuseppe Gigli, Scrittori manduriani, 2ª ed., Manduria 1896, pp. 51-92;
  • Benedetto Croce, Saggi sulla letteratura italiana del Seicento, Bari 1911.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22131271 · ISNI (EN0000 0000 8076 5708 · SBN IT\ICCU\MILV\224974 · LCCN (ENnr95010830 · GND (DE119265656 · BNF (FRcb10302073c (data) · BNE (ESXX1032453 (data) · BAV (EN495/132467 · CERL cnp01305296 · WorldCat Identities (ENlccn-nr95010830