The Courtauld Institute of Art

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Somerset House, sede del Courtauld Institute

Il Courtauld Institute of Art, conosciuto anche come The Courtauld (/ˈkɔərtoʊld/), o, in italiano, il Courtauld, è uno dei più prestigiosi centri per lo studio della storia dell'arte nel Regno Unito e nel mondo[1]. È particolarmente celebre per aver prodotto un numero smisurato di direttori, conservatori e curatori dei maggiori musei del mondo, nonostante il suo ristrettissimo numero di studenti: sono ex studenti del Courtauld, infatti, gli attuali direttori/curatori – tra gli altri – del Philadelphia Museum of Art, del MoMa, della Frick Collection e del MET di New York, del Museo del Prado di Madrid, oltre che del Victoria & Albert, del Kimbell Art Museum, del John Soane's Museum, della National Gallery, delle National Galleries of Scotland, del British Museum, della Dulwich Picture Gallery, del Virginia Museum of Fine Arts, del Boston Museum of Fine Arts, della Queen's Gallery, dell'Art Institute of Chicago, del Fitzwilliam Museum, della Kunsthalle di Brema, del Cleveland Museum of Art, della National Gallery of Art (Washington), dell'Ashmolean Museum, del Museum Calouste Gulbenkian di Lisbona, della National Portrait Gallery, del Deutsches Historisches Museum, della Tate Modern, e della Tate Gallery di Londra.[2] A questo proposito si parla talvolta di "Courtauld Mafia".[3]

Dal punto di vista amministrativo, l'Istituto è un college indipendente della University of London, con sede all'interno di Somerset House, sullo Strand, a Londra.

L'Istituto dispone anche di una ricca collezione d'opere d'arte, custodite all'interno della Courtauld Gallery. Nota soprattutto per la straordinaria selezione di pittura impressionista, che include il Bar aux Folies-Bergère di Manet, la raccolta spazia, in realtà, dal Tardogotico ai giorni nostri. All'interno dell'Istituto esiste anche un gabinetto di disegni che comprende opere di Leonardo da Vinci, Michelangelo, Dürer, Bruegel, Tiepolo, Gainsborough, Delacroix e tanti altri. Notevoli anche la biblioteca e la Witt-Conway Photographic Library, una fototeca tra le più vaste del mondo, sempre di proprietà dell'Istituto.

L'Istituto fu fondato nel 1932 grazie alle donazioni dell'industriale e collezionista Samuel Courtauld, il diplomatico e collezionista Lord Lee of Fareham e lo storico dell'arte Robert Witt. Dalla fondazione fino al 1989 il Courtauld ha avuto sede in Home House, a Londra, per poi trasferirsi nella sede attuale.

Presso il Courtauld si sono formati alcuni dei più noti e influenti storici dell'arte, galleristi, direttori di musei, critici e artisti del XX secolo del mondo aglosassone, tra cui: T. J. Clark, Thomas P. Campbell, Anne d'Harnoncourt, Andrew Graham-Dixon, Mark Jones, Neil MacGregor, Nicholas Penny, Griselda Pollock, Brian Sewell, Jeremy Deller, Nicholas Serota, John Shearman, Ian Sinclair, Jeff Wall, Nicholas Cullinan, Jeremy Deller[4], Gabriele Finaldi, Patricia Lee Rubin, Frances Morris, Giles Waterfield.

Attualmente l'Istituto offre tutte le possibilità di studio universitario, dalla laurea triennale (BA), al dottorato (PhD).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Guardian University Guide, su theguardian.com.
  2. ^ (EN) Our Alumni, in The Courtauld Institute of Art. URL consultato il 25 ottobre 2017.
  3. ^ "The New Courtauld Mafia", su courtauldmafia.blogspot.co.uk.
  4. ^ The Spectator – Masters of the artistic universe, su spectator.co.uk.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN129882217 · ISNI: (EN0000 0004 1936 850X · LCCN: (ENn50045627 · GND: (DE36827-1 · BNF: (FRcb12148110z (data) · ULAN: (EN500234126 · BAV: ADV10176422