Manea Mănescu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manea Mănescu
Manea Manescu.jpg

Primo ministro della Repubblica Socialista di Romania
Durata mandato 29 marzo 1974 –
29 marzo 1979
Presidente Nicolae Ceaușescu
Predecessore Ion Gheorghe Maurer
Successore Ilie Verdeț

Vice Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Socialista di Romania
Durata mandato 13 ottobre 1972 –
27 febbraio 1974
Capo del governo Ion Gheorghe Maurer
Successore Gheorghe Oprea

Presidente del Consiglio Economico
Durata mandato 1967 –
1972

Ministro delle Finanze
Durata mandato 4 ottobre 1955 –
19 marzo 1957
Capo del governo Chivu Stoica
Predecessore Dumitru Petrescu
Successore Aurel Vijoli

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Romeno
Università Accademia degli Alti Studi Commerciali e Industriali di Bucarest
Professione Economista

Manea Mănescu (Brăila, 9 agosto 1916Bucarest, 27 febbraio 2009) è stato un politico rumeno.

Statista e politico comunista, fu Primo ministro della Romania per cinque anni, dal 29 marzo 1974 al 29 marzo 1979, durante il Regime Comunista di Nicolae Ceaușescu.

Il padre di Mănescu era un veterano del Partito Comunista Romeno da Ploiești, che nei primi anni venti sostenne la trasformazione del Partito Socialista Romeno in Partito Comunista. Nel 1944, dopo il colpo di Stato, lavorò insieme a Nicolae Ceaușescu, il suo futuro cognato, nell'Unione della Gioventù Comunista. Nel 1951 Mănescu fu nominato a capo del Dipartimento di Economia dell'Università di Bucarest e Direttore Generale del Direttorato Centrale di Statistica.[1]

Nel dicembre 1967 fu nominato Presidente del Consiglio Economico. Fu promosso a pieno titolo come membro del Comitato Esecutivo nel dicembre 1968 e, dopo aver ricoperto varie cariche all'interno del partito e del governo, nel marzo 1974 divenne Primo Ministro fino al 1979, quando Mănescu si ritirò a seguito di problemi di salute.[2]

Coinvolgimento nella Rivoluzione del 1989[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 dicembre 1989 Mănescu accompagnò insieme a Emil Bobu la coppia Nicolae ed Elena Ceaușescu nel suo tentativo di fuggire in elicottero dalla sede del Comitato Centrale. Egli venne accusato di soppressione della rivolta nel febbraio 1990 e venne condannato all'ergastolo. La sua appartenenza all'Accademia rumena venne ritirata in con conformità dello Statuto accademico.

Manea Mănescu scomparve nel febbraio del 2009, all'età di 92 anni.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

La moglie di Mănescu, Maria, era la sorella di Nicolae Ceaușescu. Nel dicembre 1973 è stata nominata Vicepresidente della Società di Croce Rossa Rumena. È stata anche nominata membro del Consiglio Nazionale delle Donne della Romania nell'aprile 1978. Non è chiaro se Mănescu avesse figli.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Eroe del Lavoro Socialista della Romania - nastrino per uniforme ordinaria Eroe del Lavoro Socialista della Romania

Opere pubblicate[modifica | modifica wikitesto]

  • Statistica calității producției industriale (EDP, 1965) - in collaborazione con Ludovic Tovissi, N. Rancu e I. Marcus
  • Mașini de calcul pentru mecanizarea și automatizarea lucrărilor economice și administrative (Ed. Tehnică, 1966) - în collaborazione con Vasile Biță, Grigore Grama e Valeriu Pescaru
  • Statistică agricolă și silvică (EDP, 1968) - in collaborazione con E. Barat, Mircea Bulgaru e P. Onica
  • Metode matematice moderne aplicate în organizarea și planificarea lucrărilor de construcții și montaj (Ed. Academiei RSR, 1969) - in collaborazione con Anatol Macriș e Vincențiu Dumitru
  • Cibernetică economică (Ed. Academiei RSR, 1979)
  • Avuția națională (1984)
  • Cibernetica și revoluția tehnico-științifică (1988) - in collaborazione con Mihail Florescu e Eugeniu Niculescu-Mizil

Ulteriori letture[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicolescu, Nicolae C. (2006), Enciclopedia șefilor de guvern ai României (1862-2006), București: Editura Meronia, pp. 253–258

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Political background of Manea Mănescu Archiviato il 17 luglio 2011 in Internet Archive.
  2. ^ Biodata

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo ministro della Repubblica Socialista di Romania Successore Flag of the Prime Minister of Romania.svg
Ion Gheorghe Maurer 29 marzo 1974 - 29 marzo 1979 Ilie Verdeț
Predecessore Vice Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Socialista di Romania Successore Coat of arms of the Socialist Republic of Romania.svg
- 13 ottobre 1972 - 27 febbraio 1974 Gheorghe Oprea
Predecessore Ministro delle Finanze della Repubblica Popolare di Romania Successore Coat of arms of the Popular Republic of Romania (1948-1952).svg
Dumitru Petrescu 4 ottobre 1955 - 19 marzo 1957 Aurel Vijoli
Controllo di autoritàVIAF: (EN12908098 · ISNI: (EN0000 0000 5629 1434