Mihai Răzvan Ungureanu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mihai Răzvan Ungureanu
Mihai Răzvan Ungureanu (nov 2013) (cropped).JPG
Mihai Răzvan Ungureanu nel novembre 2013

Primo ministro della Romania
Durata mandato 9 febbraio 2012 –
7 maggio 2012
Presidente Traian Băsescu
Predecessore Emil Boc
Successore Victor Ponta

Direttore del Serviciul de Informaţii Externe
In carica
Inizio mandato 30 giugno 2015
Predecessore Silviu Predoiu

Durata mandato 26 novembre 2007 –
8 febbraio 2012
Predecessore Claudiu Săftoiu
Successore Silviu Predoiu
(ad interim)

Ministro degli affari esteri
Durata mandato 29 dicembre 2004 –
12 marzo 2007
Capo del governo Călin Popescu Tăriceanu
Predecessore Mircea Geoană
Successore Călin Popescu Tăriceanu
(ad interim)

Dati generali
Partito politico Partito Nazionale Liberale
(2004-2007; 2014-presente)
Forza Civica
(2012-2014)
Università Università Alexandru Ioan Cuza
Università di Oxford
Professione Storico e
Diplomatico
Ungureanu a Washington nel 2006

Mihai Răzvan Ungureanu (Iași, 22 settembre 1968) è un politico, storico e diplomatico rumeno.

Primo ministro della Romania dal 9 febbraio 2012 al 7 maggio 2012. Attualmente è Direttore del Serviciul de Informaţii Externe dal 30 giugno 2015 e in passato dal 26 novembre 2007 all'8 febbraio 2012.

È stato Ministro degli affari esteri dal 29 dicembre 2004 al 12 marzo 2007 nel Governo Popescu Tăriceanu.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Mihai Răzvan Ungureanu è nato da una famiglia di intellettuali di Iaşi. Figlio di Stefan Ungureanu, ex professore del programma di tecnologia del processo chimico presso l'Università Politecnica di Iaşi, ex vice sindaco di Iaşi (1996-2000) e poi direttore della Agenzia Locale per la Conservazione dell'Energia.[1]

È sposato con Daniela Ungureanu e ha un bambino.

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha frequentato gli studi della Scuola di Fisica "Costache Negruzzi" di Iasi, diplomandosi come responsabile della promozione nel 1988.[2] Dal 1985 fino alla Rivoluzione del 1989 è stato membro supplente del Comitato centrale dell'Unione dei Giovani Comunisti,[3][4] ma dice che non era un membro del Partito Comunista Romeno.[5]

Nel 1988 divenne allievo della Facoltà di Storia e Filosofia, dell'Università Alexandru Ioan Cuza, dove ha ricoperto il ruolo di membro del Senato (1990-1992) e segretario esecutivo della Associazione Internazionale degli Studenti in Storia Budapest - Bruxelles (1990-1993).

Nel 1993 ha conseguito un Master in Studi ebraici presso l'Oxford Centre for Hebrew Studies presso il St. Petersburg College. Croce Oxford University,[6] e il 24 marzo 2004 ha ricevuto un dottorato in Storia Moderna presso la Facoltà di Storia dell'Università "Alexandru Ioan Cuza", con una tesi su "La conversione e l'integrazione nella società rumena in età moderna", Avevacome consulente scientifico il professor Alexandru Zub.

Parla correntemente inglese, francese, tedesco ed ebraico e soddisfa la conoscenza della lingua ungherese.

Carriera professionale[modifica | modifica wikitesto]

Prima del 1989, Mihai Răzvan Ungureanu era anche un giornalista, firmando articoli di Opinia studențească.

Attività didattica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea nel 1992, Ungureanu divenne per breve tempo insegnante presso l'Università di Filologia-Storia "Mihai Eminescu". Dallo stesso anno, è impiegato come professore universitario di storia moderna della Romania presso la Facoltà di Storia dell'Università "Al. I. Cuza", tenendo la linea seguente dei gradi accademici: junior (1992-1995), assistente (1995-1998), docente (1998-2004) e poi professore (2004-2006). Nel 2007 è diventato professore di storia moderna della Romania presso la Facoltà di Storia dell'Università di Bucarest.

Accanto all'insegnamento, il Dr. Mihai Răzvan Ungureanu ha tenuto una ricca attività scientifica ed è membro della Società rumena di Araldica, Sigillografia e Genealogia dell'Accademia rumena, Iasi Branch (1993), membro del consiglio della scientifica Soros Open Society Foundation, Iasi - Bucarest (1996-1998), direttore del Centro per gli studi rumeni a Iasi, della Fondazione culturale rumena (1996-1999), membro dell'Associazione europea per gli studi ebraici a Oxford, UK (1997) , Senior Fellow del Centro di Oxford per gli studi ebraici, San Pietroburgo. Cross College, Università di Oxford, UK (1998), membro dell'Istituto di Studi Genealogici e Araldici dell'Università "Sever Zotta" (1998), ecc...

Tra il 1998-2000, è stato anche membro del Consiglio nazionale per la riforma dell'istruzione all'interno del Ministero della Pubblica Istruzione. Dal 2004 è a capo del Jewish Studies Centre della Facoltà di Storia dell'Università "Al. I. Cuza" di Iasi.

Ungureanu ha tenuto corsi presso un certo numero di istituti di istruzione superiore nel paese e all'estero: visiting professor (in tedesco: Gast Wissenschaftler) al Dipartimento di storia europea, Università Albert-Ludwig di Friburgo, Germania (1993- 1997), professore associato presso la Facoltà di studi slavi dell'Europa orientale, Università di Londra, Regno Unito (1996-1998), docente presso la Scuola della NATO (SHAPE) a Oberammergau, Germania (2001), docente associato presso la Scuola nazionale di politica e di pubblica amministrazione a Bucarest (2002), docente presso il Centro per gli studi sulla sicurezza "George C. Marshall" a Garmisch-Partenkirchen, Germania (2003). È stato anche professore associato presso l'Università di Difesa Nazionale dal 2005.

Dal 2007 è professore presso la Facoltà di Storia dell'Università di Bucarest.

Attività diplomatica[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1998 e il 2001, Mihai-Răzvan Ungureanu è stato Segretario di Stato presso il Ministero degli Affari Esteri. Poi, è stato nominato Direttore Generale - inviato speciale del patto di stabilità per l'Europa sudorientale (2001-2003) e vice coordinatore dell'Iniziativa di Cooperazione europea Sudorientale (SECI) (2003-2004), entrambi con sede a Vienna.

Accanto a questi compiti, è stato eletto come Presidente dell'Istituto Romeno di studi strategici di Bucarest (2001), membro del consiglio di amministrazione della Collegio Nuova Europa di Bucarest (2002) e membro del consiglio del Centro Scientifico sulle Politiche di Sicurezza a Szeged, in Ungheria (dal 2003). Mihai Răzvan Ungureanu ricopre il grado diplomatico di Ministro Consigliere (dal 2003).

Direttore del Serviciul de Informaţii Externe[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 novembre 2007 il presidente romeno Traian Băsescu ha presentato al Parlamento la nomina di Mihai Răzvan Ungureanu come capo del Serviciul de Informaţii Externe, vacante nel marzo 2007, a seguito delle dimissioni di Claudiu Săftoiu al seguito dello stesso scandalo di ostaggi romeni in Iraq.

Il 5 dicembre 2007 il Parlamento a convalidato sulla nomina di Razvan Ungureanu a capo del Serviciul de Informaţii Externe, con 295 voti (su 318 parlamentari presenti).[7]

Il 24 giugno 2015 Klaus Johannis, presidente rumeno lo ha nominato una seconda volta direttore del Serviciul de Informaţii Externe, vacante dal 22 settembre 2014, a seguito delle dimissioni di Teodor Meleșcanu, a causa della sua partecipazione alle elezioni presidenziali.[8] Il 30 giugno 2015, Mihai Răzvan Ungureanu è stato nominato capo del SIE in seguito al voto in Parlamento.[9]

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Primo ministro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Governo Ungureanu.

Il 6 febbraio 2012, Ungureanu è stato incaricato dal presidente Traian Băsescu di formare un nuovo governo, approvato dal parlamento rumeno il 9 febbraio 2012. Ungureanu ha promesso di continuare le riforme e promuovere la stabilità economica e politica della Romania in mezzo alla crisi politica del paese. Come primo ministro, Ungureanu era diventato il probabile candidato del Partito Democratico Liberale per la presidenza quando il mandato di Băsescu sarebbe scaduto nel 2014, ha detto un'esponente del partito, facendo eco alla scelta del presidente russo Boris Yeltsin e alla promozione di Vladimir Putin. Dopo due mesi e mezzo, il governo Ungureanu non ha superato un voto di sfiducia introdotto dall'Unione Social-Liberale. Il leader dell'opposizione Victor Ponta il 7 maggio 2012 lo ha sostituito come primo ministro.

Dopo la Premiership[modifica | modifica wikitesto]

Mihai Răzvan Ungureanu alla protesta contro l'impeachment del Presidente Traian Băsescu nel 2012

L'attività politica di Ungureanu dopo la premiersphip è stata intensa. Nel luglio 2012, ha fondato l'organizzazione non governativa di Centro-destra Iniziativa Civica (ICCD), insieme ai leader del Pdl, Cristian Preda e Monica Macovei. Ha parlato di forze politiche ed elettorali, senza PNL. L'alleanza è stata fondata alla fine dell'agosto 2012 e comprende il Partito Democratico Liberale, il Partito Nazionale Contadino Cristiano Democratico, il Partito Nuova Repubblica e Iniziativa civica di centro-destra. Il 31 agosto, Ungureanu è entrato a far parte del Partito Forza Civica.

Direzione di Forza civica[modifica | modifica wikitesto]

Ungureanu è stato eletto capo del partito durante il congresso del partito di Forza Civica nel settembre 2012. Il Partito Forza Civica (PFC) è diventato il "veicolo elettorale" dell'ICCD e ha sostituito l'ONG nell'appartenenza all'Alleanza della Romania giusta (ARD). Dopo le elezioni, Ungureanu ha avviato una tournée europea per l'adesione di PFC al Partito Popolare Europeo (PPE). L'11 settembre ha incontrato il deputato italiano e membro de Il Popolo della Libertà (PdL), Claudio Scajola, il sindaco di Roma e Giovanni Battista Re, segretario della Santa Sede. Hanno accolto con favore la formazione di "un'alleanza di destra nell'opposizione degli attacchi di sinistra".

Ungureanu riorganizzò il partito, fondando nuove filiali del PFC in tutto il paese. Ha discusso con l'ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi, il presidente del PPE, Wilfried Martens, il segretario generale del PdL, Angelino Alfano, il segretario generale dell'Unione per un movimento popolare, Jean-François Copé, e il leader del gruppo europarlamentare del PPE, Joseph Daul sull'adesione di Forza Civica al PPE. Secondo lui, la cartella di adesione della parte è stata accettata e FC ha avviato il processo di adesione.

Ungureanu ha ottenuto un seggio al Senato della Romania sulla lista del partito ARD nelle elezioni del 2012.

Consigliere del presidente Klaus Iohannis[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'elezione del 16 novembre 2014, Klaus Iohannis è diventato presidente della Romania il 21 dicembre 2014. Il 29 dicembre 2014, Mihai Răzvan Ungureanu è nominato consigliere personale del presidente Klaus Iohannis.

Conflitti[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2014, Mihai Răzvan-Ungureanu e il presidente Traian Băsescu sono stati i protagonisti di una disputa dichiarativa, in cui hanno criticato l'acido.[10][11][12][13]

Sempre nel luglio 2014, Ungureanu e la presidente del Partito del Movimento Popolare, Elena Udrea, hanno avuto una disputa, hanno giocato nella piattaforma del blog di "Adevărul".[10][14][15][16][17]

Premi e distinzioni ottenuti[modifica | modifica wikitesto]

Per il suo lavoro nel campo della cultura e della diplomazia, Mihai Răzvan Ungureanu ha ricevuto i seguenti premi e distinzioni:

  • 1992 - Premio nazionale della rivista "22", Bucarest
  • 1996-1997 - Premio "Felix Posen" dell'Università Ebraica di Gerusalemme, Israele
  • 1997-1998 - Premio "Felix Posen" dell'Università Ebraica di Gerusalemme, Israele
  • 1998 - Premio "Vasile Pogor" per le ricerche scientifiche riguardanti la storia della città di Iași, premiato dal Comune di Iași
  • 1999 - Premio "Corneliu Coposu" dell'Organizzazione Giovanile del PNTCD per l'attività diplomatica all'interno del Ministero degli affari esteri
  • 2000 - Premio "Dimitrie Onciul" della Fondazione culturale "Negozio storico" per la modifica delle relazioni romeno-sovietiche. Documenti 1917-1934, volume I, Bucarest, 1999 (in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa);
  • 2000 - Grand'Ufficiale dell'Ordine nazionale "Per il merito", Romania;
  • 2000 - Comandante di Classe I dell'Ordine del Dannebrog, Danimarca;
  • 2004 - Premio Accedemia Rumena - Premio Mihail Kogălniceanu per il lavoro per la Conversione e l'integrazione nella società romena, all'inizio dell'era moderna (Iași, 2004);
  • 2007 - Merito Diplomatico di Grand'Ufficiale di grado, Romania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RO) Fața nevăzută a premierului “spion” Mihai Răzvan Ungureanu
  2. ^ (RO) Jurnalul de Est, 9 octombrie 2005 - Pasiunile ascunse ale ieșeanului de la Externe
  3. ^ (RO) Primii 100 de lustrabili | InfoNews - Știri și Revista Presei
  4. ^ (RO) Ziarul de Iași, 10 aprilie 2006 - Mihai Răzvan Ungureanu: "Dacă legea lustrației trece în forma actuală, voi fi primul care se retrage"
  5. ^ http://www.sie.ro/conducere.html Site-ul Oficial SIE, 8.02.2012 - Cv-ul oficial al lui Mihai Răzvan Ungureanu
  6. ^ (RO) Former St Cross associated student nominated as Romanian PM [Fost student la St. Cross nominalizat ca prim ministru al României], Colegiul St. Cross, Universitatea Oxford, 9 febbraio 2012.
  7. ^ (RO) Antena3, 5 decembrie 2007 - Răzvan Ungureanu este noul diretor al SIE
  8. ^ (RO) Iohannis il propune pe MRU la SIE.
  9. ^ (RO) Mihai Razvan Ungureanu a fost votat sef SIE, in ciuda boicotului PSD.
  10. ^ a b (RO) Din epistola lui MRU către Băsescu, 13 luglio 2014, Iulia Marin, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  11. ^ (RO) Scrisoare deschisă domnului președinte Traian Băsescu, 11 luglio 2014, Mihai-Răzvan Ungureanu, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  12. ^ (RO) Palatul Cotroceni îi dă replica lui MRU: Răzvane, dacă ar fi rost de o nouă funcție, la nevoie ai fi chiar și „udrist”, 11 luglio 2014, Mădălina Mihalache, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  13. ^ (RO) Băsescu, despre duelul Udrea - MRU: Ca să nu dea în mine, s-a răcorit ca un adevărat bărbat pe o femeie. Atât poate!, 10 iulie 2014, Mădălina Mihalache, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  14. ^ (RO) MRU și Udrea, în război pe blogurile „Adevărul“, 6 iulie 2014, Alina Boghiceanu, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  15. ^ (RO) Scrisoare deschisă adresată doamnei Elena Udrea, 4 iulie 2014, Mihai-Răzvan Ungureanu, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  16. ^ (RO) Un duet pentru neliniștea noastră, 6 luglio 2014, Mihai-Răzvan Ungureanu, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014
  17. ^ (RO) Despre oportunism, aroganță și alți demoni. Scrisoare către MRU, 5 luglio 2014, Elena Udrea, Adevărul, accesso al 17 luglio 2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Interviste

Controllo di autoritàVIAF (EN98461683 · LCCN (ENn98058151 · GND (DE13996875X