Lungotevere Prati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lungotevere Prati
Roma 2011 08 07 Lungotevere Prati e ponte Cavour.jpg
Vista del lungotevere Prati dalla sponda opposta del Tevere
Localizzazione
Stato Italia Italia
Città Roma
Circoscrizione Municipio Roma I
Quartiere rione Prati
Caratteristiche
Intitolazione dal nome della zona, Prata
Costruzione 1887
Collegamenti
Inizio via Ulpiano
Fine via Vittoria Colonna
Luoghi d'interesse chiesa del Sacro Cuore del Suffragio
Trasporti metropolitana (Lepanto)

Il lungotevere Prati è il tratto di lungotevere che collega via Ulpiano a via Vittoria Colonna, a Roma, nel rione Prati[1].

Il lungotevere prende nome dalla zona in cui si trova, un tempo chiamata Prata per la presenza di ampi spazi verdi abitati soprattutto da contadini fino ancora all'Ottocento; è stato istituito con delibera del 20 luglio 1887[2].

Vi si trova la chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, in stile neogotico, costruita tra il 1894 e il 1917 su progetto di Giuseppe Gualandi.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma A.svg È raggiungibile dalla stazione Lepanto.
Metropolitana di Roma C.svg Sarà raggiungibile, al termine dei lavori, dalla stazione Risorgimento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rendina-Paradisi, 1075.
  2. ^ Lungotevere Prati, comune.roma.it. URL consultato il 20 settembre 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Donatella Paradisi, Le strade di Roma. Volume terzo P-Z, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0210-5.