Lungotevere Prati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lungotevere Prati
Roma 2011 08 07 Lungotevere Prati e ponte Cavour.jpg
Vista del lungotevere Prati dalla sponda opposta del Tevere
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
CircoscrizioneMunicipio Roma I
Quartiererione Prati
Caratteristiche
Intitolazionedal nome della zona, Prata
Costruzione1887
Collegamenti
Iniziovia Ulpiano
Finevia Vittoria Colonna
Luoghi d'interessechiesa del Sacro Cuore del Suffragio
Trasportimetropolitana (Lepanto)

Il lungotevere Prati è il tratto di lungotevere che collega via Ulpiano a via Vittoria Colonna, a Roma, nel rione Prati[1].

Il lungotevere prende nome dalla zona in cui si trova, un tempo chiamata Prata per la presenza di ampi spazi verdi abitati soprattutto da contadini fino ancora all'Ottocento; è stato istituito con delibera del 20 luglio 1887[2].

Vi si trova la chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, in stile neogotico, costruita tra il 1894 e il 1917 su progetto di Giuseppe Gualandi.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma A.svg È raggiungibile dalla stazione Lepanto.
Metropolitana di Roma C.svg Sarà raggiungibile, al termine dei lavori, dalla stazione Risorgimento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rendina-Paradisi, 1075.
  2. ^ Lungotevere Prati, su comune.roma.it. URL consultato il 20 settembre 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Donatella Paradisi, Le strade di Roma. Volume terzo P-Z, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0210-5.