Giuseppe Gualandi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Gualandi (Bologna, 18701944) è stato un ingegnere italiano.

Roma, chiesa del Sacro Cuore del Suffragio

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attivo dai primi anni del XX secolo agli anni quaranta dello stesso secolo, è noto soprattutto per avere progettato diversi edifici, soprattutto chiese, in stile neogotico.

Suo padre, Francesco Gualandi, fu uno dei principali esponenti del neogotico italiano.

Costruì a partire dal 1894 la chiesa del Sacro Cuore del Suffragio a Roma, nel rione Prati, completata nel 1917, su stimolo del prete cattolico francese padre Victor Jouët.

Ideò e progettò la chiesa dei Salesiani di Santa Maria Ausiliatrice che sorse a Rimini nel 1912. Progettò anche la chiesa parrocchiale di Sezzadio e il seminario interdiocesano della Regione Flaminia a Bologna, che fu aperto e inaugurato nel mese di dicembre del 1919. Sempre nel 1919 prese le redini di uno dei principali progetti del padre, il santuario dell'Addolorata di Castelpetroso, per portarlo a compimento.

Ad Ostra Vetere (AN) ristrutturò in stile neogotico la secentesca collegiata di Santa Maria di Piazza: la cupola e la cuspide del campanile, culminanti sull'abitato, sono state tra le prime strutture in cemento armato delle Marche.

Santa Maria delle Tombe, a Zola Predosa, è un'altra chiesa in stile neogotico dell'ingegnere Gualandi: fu terminata nel 1925, mentre la vecchia chiesa, in autentico stile romanico, ridotta a laboratorio per cementisti fu demolita nel 1960 per far posto alla nuova canonica.

Lo stesso Gualandi, nel 1939, realizza la chiesa di San Lorenzo in Strada a Riccione.