Loro Ciuffenna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Loro Ciuffenna
comune
Loro Ciuffenna – Stemma Loro Ciuffenna – Bandiera
Loro Ciuffenna – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Arezzo-Stemma.png Arezzo
Amministrazione
Sindaco Moreno Botti (PD) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 43°35′12″N 11°37′43″E / 43.586667°N 11.628611°E43.586667; 11.628611 (Loro Ciuffenna)Coordinate: 43°35′12″N 11°37′43″E / 43.586667°N 11.628611°E43.586667; 11.628611 (Loro Ciuffenna)
Altitudine 330 m s.l.m.
Superficie 86,52 km²
Abitanti 5 925[1] (31-12-2010)
Densità 68,48 ab./km²
Frazioni Anciolina, Casale, Casamona, Chiassaia, Faeto, Gorgiti, Gropina, Il Borro, La Casa, Modine, Poggio di Loro, Pratovalle, Rocca Ricciarda, San Clemente in Valle, San Giustino Valdarno, Trappola, Trevane, Villa
Comuni confinanti Castel Focognano, Castel San Niccolò, Castelfranco Piandiscò, Castiglion Fibocchi, Ortignano Raggiolo, Talla, Terranuova Bracciolini.
Altre informazioni
Cod. postale 52024
Prefisso 055
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 051020
Cod. catastale E693
Targa AR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti loresi
Patrono santa Maria Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Loro Ciuffenna
Loro Ciuffenna
Loro Ciuffenna – Mappa
Posizione del comune di Loro Ciuffenna all'interno della provincia di Arezzo
Sito istituzionale
Il ponte sul Ciuffenna

Loro Ciuffenna (IPA: ['ǀoɾo t͡ʃu'ffenna]) è un comune italiano di circa 6 000 abitanti della provincia di Arezzo, che fa parte de "I Borghi più belli d'Italia".

Il toponimo è attestato per la prima volta nel 1050 come Loro, dal latino laurus ("alloro"), mentre Ciuffenna è il nome del torrente vicino, attestato nel 1037 come Iofinne e derivato dal nome di persona romano Clufennius di probabile origine etrusca. Il nome del torrente fu aggiunto a quello originario del paese nel 1863.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Lago pliocenico del Valdarno Superiore.

Il comune di Loro Ciuffenna si trova nel Valdarno superiore, a circa 5 km di distanza in linea d'aria dalla riva destra dell'Arno. Il territorio, situato al margine di un antico bacino lacustre preistorico nel quale sfociava anticamente il torrente Ciuffenna, comprende il fondovalle del Ciuffenna, dove si trova il capoluogo, una serie di terreni a quota inferiore, dolcemente degradanti verso l'Arno (interessati dalle caratteristiche Balze del Valdarno) e una parte dei rilievi del massiccio del Pratomagno.

Flora e fauna[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale presenta caratteristiche di pregio naturalistico soprattutto a livello della fascia montana, attestate dalla designazione di un vasto sistema SIC-ZPS. La macrofauna è caratterizzata da alcune specie particolarmente diffuse, quali il cinghiale, il capriolo (soprattutto alle quote più basse) e il daino, quest'ultimo sconsideratamente introdotto da qualche decennio a partire dalla Tenuta di San Rossore. Tra gli uccelli è interessante la presenza del biancone.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima mostra caratteristiche fortemente variabili all'interno del territorio comunale, che dalla fascia dell'olivo raggiunge le quote più elevate di quella del faggio. Nel capoluogo la temperatura media mensile varia dai 5,3° di gennaio ai 24,1° di agosto, mentre la media annua delle precipitazioni è di 1014 mm (anni di riferimento dal 2009 al 2014).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Situata lungo l'antica via di collegamento fra Arezzo e Fiesole, l'area sulla quale sorge oggi Loro Ciuffenna fu abitata anticamente dagli Etruschi, come esplicitato da Tito Livio nel XII libro della sua opera Ab Urbe Condita Libri, nonché dalla stessa toponomastica del luogo (l nome del torrente che attraversa il paese, Ciuffenna, è di indubbia provenienza etrusca, così come quello della vicina località di Gropina, probabilmente derivazione dall'etrusco "Krupina").

Con la lastricazione della via consolare Cassia Vetus gli insediamenti etruschi videro un fiorire dei commerci e degli interscambi culturali che favorirono urbanizzazione e sviluppo sociale. Il progressivo abbandono dell'arteria, sostituita verso la fine del II secolo a.C. dalla più pratica e diretta Cassia Adrianea (passante per il fondovalle) produsse una generale emarginazione delle comunità sviluppatesi sulle colline, in favore dei centri più vicini alla nuova linea di comunicazione.

Alla caduta dell'Impero romano d'Occidente le comunità site nell'altopiano valdarnese passarono a fasi alterne sotto Bizantini e Longobardi. Di queste dominazioni rimangono ben impressi i luoghi sacri. La prima menzione ufficiale del borgo di Loro risale ad un documento del 1059 con il quale i Conti Guidi concedevano in subfeudo il locale castello signorile al nobile Ugo, probabilmente esponente della famiglia degli Ubertini. Documenti di poco successivi dimostrano come la zona fosse oggetto di discreto interesse dei potentati locali, ivi compreso il Vescovo di Arezzo.

Nel 1293 la Repubblica Fiorentina assunse il controllo diretto del borgo e delle terre vicine. L'inserimento della comunità lorese nel dispositivo militare - commerciale di Firenze produsse un generale sviluppo urbano ed un aumento degli investimenti, operato soprattutto da ricchi cittadini fiorentini ed aretini. I primi statuti ufficiali della comunità di Loro risalgono al 1462.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il mulino ad acqua (del mugnaio) ancora funzionante più vecchio della Toscana, viene utilizzato anche in occasione della macinazione per la farina di castagne, prodotto tipico del luogo. Costruito presumibilmente intorno all'anno 1100, si caratterizza per essere stato edificato su uno scoglio lungo il torrente Ciuffenna, con il pregio di trovarsi nel centro storico del paese.

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 415 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania 148 2,50%

Albania 67 1,13%

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1962 ed il '74, Loro Ciuffenna ha ospitato diverse esposizioni temporanee del pittore spezzino contemporaneo Ferdinando Carotenuto (1925), mentre ne custodisce tuttora una collezione.

Persone legate a Loro Ciuffenna[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale di Loro Ciuffenna comprende al suo interno un vario numero di frazioni.

  • Anciolina (933 m s.l.m., 20 abitanti)[4]
  • Casale (657 m s.l.m., 20 abitanti)[4]
  • Casamona (631 m s.l.m., 17 abitanti)[4]
  • Chiassaia (787 m s.l.m., 11 abitanti)[4]
  • Faeto (612 m s.l.m., 21 abitanti)[4]
  • Gorgiti (644 m s.l.m., 34 abitanti)[4]
  • Gropina (381 m s.l.m., 36 abitanti)[4]
  • Il Borro (266 m s.l.m., 19 abitanti)[4]
  • La Casa (736 m s.l.m., 9 abitanti)[4]
  • Modine (699 m s.l.m., 40 abitanti)[4]
  • Poggio di Loro (626 m s.l.m., 84 abitanti)[4]
  • Pratovalle (566 m s.l.m., 26 abitanti)[4]
  • Rocca Ricciarda (943 m s.l.m., 10 abitanti)[4]
  • San Clemente in Valle (545 m s.l.m., 77 abitanti)[4]
  • San Giustino Valdarno (308 m s.l.m., 1 344 abitanti)[4]
  • Trappola (851 m s.l.m., 20 abitanti)[4]
  • Trevane (625 m s.l.m., 18 abitanti)[4]
  • Villa (795 m s.l.m., 16 abitanti)[4]

Trappola[modifica | modifica wikitesto]

La Trappola (850 metri di altezza) delizioso paese in pietra adagiato sul versante valdarnese del Pratomagno, caratterizzato dal borgo sottostante alla roccaforte del "castello" - Il nome della Trappola, ha sempre suscitato curiosità e sembra essere attribuito a questo antico castello in virtù di una leggenda, secondo la quale alcuni personaggi nobili tedeschi e romani smarritisi nella montagna furono salvati dai pastori e dai carbonai autoctoni. Questi personaggi vi trovarono un luogo adatto alla difesa costruendo una roccaforte fortificata, cinta da mura di cui sono ancora oggi visibili le rovine di una torre. I cognomi predominanti del paese, Baroni, Romoli, Bartolini danno veridicità alla leggenda.[5]

Altre località del territorio[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio comunale si contano anche numerose piccole località abitate e borgate minori quali Diaccio alle Vacche, Fonte Bona, I Piani, Il Termine, La Gubbiana, Le Pennucce, Macchia del Forno, Malva, Mille Pini, Oliveto, Pian dei Lelli, Pian della Fonte, Pieravilla, Querceto, Sagona e Sercognano.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
27 giugno 1985 28 giugno 1990 Pieraldo Vasai Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
28 giugno 1990 24 aprile 1995 Pieraldo Vasai Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Sauro Amegli centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Franco Bagnolesi L'Ulivo Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Franco Bagnolesi centro-sinistra Sindaco [6]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Piero Lazzerini centro-sinistra Sindaco [6]
26 maggio 2014 in carica Moreno Botti cen-sin(ls.civiche): per Loro Ciuffenna Sindaco [6]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Loro Ciuffenna è gemellata con:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Russell Crowe compra casa Repubblica.it, 3/9/2001
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Censimento Istat 2001.
  5. ^ Don Basilio Fabbri, Loro Ciuffenna e Pratomagno, edito a cura della Confraternita di Misericordia di Loro Ciuffenna, 1996).
  6. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN245413911 · GND: (DE4622096-3
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana