Claude de la Colombière

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Claude la Colombière
ClaudedelaColombiere.jpg

sacerdote della Compagnia di Gesù

Nascita Saint-Symphorien-d'Ozon, 2 febbraio 1641
Morte Paray-le-Monial, 15 febbraio 1682
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 16 giugno 1929 da Papa Pio XI
Canonizzazione 31 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II
Ricorrenza 15 febbraio

Claude la Colombière, conosciuto anche come Claudius de la Columbière (Saint-Symphorien-d'Ozon, 2 febbraio 1641Paray-le-Monial, 15 febbraio 1682), è stato un gesuita e scrittore francese. Superiore della casa di Paray-le-Monial, fu direttore spirituale di Margherita Maria Alacoque e si fece propagatore della devozione al Sacro Cuore di Gesù. Papa Giovanni Paolo II lo ha proclamato santo nel 1992.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato da famiglia nobile ed educato all'università dei gesuiti a Lione, venne ordinato sacerdote in giovane età. Seguirono gli studi umanistici prima ad Avignone, poi a Parigi.

Dapprima svolse il ruolo di insegnante privato, poi quello di predicatore contro il giansenismo, entrando tra i gesuiti nel 1659.

Nel 1666 è a Parigi, precettore dei figli di Colbert, ministro delle Finanze dell'allora re di Francia Luigi XIV.

Nel 1675 viene nominato Rettore del Collegio di Paray-le-Monial divenendo così anche il nuovo padre spirituale di Santa Margherita Maria Alacoque, visitandina propagatrice del culto al Sacro Cuore di Gesù.

Culto[modifica | modifica sorgente]

È stato proclamato beato il 16 giugno 1929 da Papa Pio XI e canonizzato il 31 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II.
Viene commemorato il 15 febbraio.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alberto Macchi, Pompeo Batoni e il Sacro Cuore di Gesù, Prefazione di P. Casimiro Przydatek S.J., Colosseo Editore, Roma 2006 (Note)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 106969153