Campolongo Maggiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campolongo Maggiore
comune
Campolongo Maggiore – Stemma
(dettagli)
Campolongo Maggiore – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
Città metropolitanaProvincia di Venezia-Stemma.svg Venezia
Amministrazione
SindacoMattia Gastaldi (lista civica di centro-destra Avanti insieme) dal 4-10-2021
Territorio
Coordinate45°19′49.93″N 12°02′53.93″E / 45.330536°N 12.048314°E45.330536; 12.048314 (Campolongo Maggiore)
Altitudinem s.l.m.
Superficie23,61 km²
Abitanti10 704[1] (31-10-2021)
Densità453,37 ab./km²
FrazioniBojon, Liettoli, Santa Maria Assunta, Bosco di Sacco (località)
Comuni confinantiCampagna Lupia, Camponogara, Fossò, Piove di Sacco (PD), Sant'Angelo di Piove di Sacco (PD)
Altre informazioni
Cod. postale30010
Prefisso049
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT027003
Cod. catastaleB546
TargaVE
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 429 GG[3]
Nome abitanticampolongani
Patronosanti Felice e Fortunato
Giorno festivo14 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Campolongo Maggiore
Campolongo Maggiore
Campolongo Maggiore – Mappa
Posizione del comune di Campolongo Maggiore nella città metropolitana di Venezia
Sito istituzionale

Campolongo Maggiore (Canpołongo Majore o semplicemente Canpołongo in veneto) è un comune italiano di 10 704 abitanti[1] della città metropolitana di Venezia in Veneto.

Considerando solo la città di Campolongo Maggiore, quest'ultima è sostanzialmente divisa in due nuclei: Campolongo Maggiore e Campolongo Maggiore Chiesa.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune si trova a sud della Riviera del Brenta, al confine con la Saccisica, di cui storicamente faceva parte. Il territorio comunale è attraversato dalla Cunetta Brenta, l'attuale ramo principale del fiume Brenta, che scorre fra il capoluogo e la frazione di Bojon.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'epoca del Regno d'Italia napoleonico, Liettoli, Campolongo e Bojon erano tre piccoli comuni del dipartimento del Brenta (l'odierna provincia di Padova); nel 1807 furono trasferiti al dipartimento dell'Adriatico (l'odierna provincia di Venezia).

Con l'avvento del Regno Lombardo-Veneto, nel 1815, i tre comuni furono fusi nell'unico comune di Campolongo, che dopo l'annessione del Veneto all'Italia divenne Maggiore[4].

La frazione di Santa Maria Assunta è stata istituita soltanto negli anni novanta del secolo scorso, ricalcando l'omonima parrocchia sorta alcuni decenni prima per servire la periferia orientale di Bojon.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune di Campolongo Maggiore sono stati concessi con regio decreto del 5 febbraio 1931.[5] Nello stemma sono raffigurati, su campo argento, tre rami di quercia legati da un nastro rosso.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa dei Santi Felice e Fortunato
  • Chiesa di San Lorenzo, Liettoli
  • Chiesa di San Nicola di Bojon
  • Chiesa di Santa Maria Assunta

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1997 2006 Renato Zago centro-destra Sindaco
2006 2011 Roberto Donolato centro-sinistra Sindaco
2011 2016 Alessandro Campalto centro-sinistra Sindaco
2016 2021 Andrea Zampieri centro-destra Sindaco
2021 in carica Mattia Gastaldi centro-destra Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Regio Decreto n° 3827 del 21 luglio 1867, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 229 del 22 agosto 1867
  5. ^ Campolongo Maggiore, decreto 1931-02-05 RD, concessione di stemma e gonfalone, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 17 maggio 2021.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN132324507
  Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Veneto