Bastone (araldica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Controfiletto" rimanda qui. Se stai cercando il taglio di carne, vedi Filetto (gastronomia).

Bastone è un termine utilizzato in araldica per indicare una banda molto diminuita in larghezza (fr: cotice) e, spesso, scorciata (fr: péri).

È spesso utilizzato come elemento di brisura dello stemma per distinguere i figli cadetti dal primogenito. Nell'araldica francese si trovano due casi rilevanti:

  • Borbone, primo Principe del sangue della Casa Reale di Francia, porta d'azzurro, a tre gigli d'oro (di Francia), brisato da un bastone scorciato di rosso in cuore;
  • Vendôme, altro Principe del sangue di Francia, porta d'azzurro, a tre gigli d'oro (di Francia), brisato da un bastone scorciato di rosso caricato di tre leoncelli d'argento.

Posto in sbarra si definisce controbastone o controfiletto ed è considerato indicazione di bastardigia. Talvolta si utilizza anche il termine traversa, più rispondente all'originale francese traverse, da cui deriva anche il termine traversato per indicare lo sbarrato di almeno 10 pezzi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Manno, Vocabolario araldico ufficiale, Roma, 1907.
  • Piero Guelfi Camajani, Dizionario araldico, Milano, 1940.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Araldica Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica