Attentato di Buenos Aires

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Attentato di Buenos Aires
Stato Argentina Argentina
Luogo Buenos Aires
Obiettivo Associazione Mutualità Israelita Argentina (AMIA)
Data 18 luglio 1994
9:53 (UTC-3)
Tipo autobomba
Morti 85
Feriti 300+
Responsabili sconosciuti
Motivazione intolleranza religiosa nei confronti della comunità ebraica

L'attentato di Buenos Aires fu un attentato terroristico avvenuto nella città di Buenos Aires, Argentina, il 18 luglio 1994 alle 9:53.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 luglio 1994 un furgone carico di tritolo esplose nel parcheggio seminterrato dell'edificio ospitante gli uffici dell'Associazione Mutualità Israelita Argentina (AMIA) e della Delegazione delle associazioni israelite argentine.

L'edificio crollò causando 85 vittime e oltre 200 feriti. Viene ricordato come il più feroce attentato di sempre contro la comunità ebraica argentina, la più numerosa di tutta l'America Latina. Il Governo argentino, in seguito alle indagini (tuttora in fieri) dell' Autorità Giudiziaria anche a carico di membri dello stesso, affermò la probabile responsabilità del gruppo terroristico siriano-libanese di Hezbollah e dell'Iran .[1] [2]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In Secret Recordings, Former Argentine FM Admits Iran Behind Massive 1994 Terror Attack, thetower.org.
  2. ^ adl.org, http://www.adl.org/israel-international/latin-america/c/investigation-finds-iranian.html .

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia