Aquila Basket Trento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aquila Basket Trento
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Aquila Basket Trento logo.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body whitesleevelinesandsidesthick.png
Kit body basketball.png
Kit shorts whitesides.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body blacksleevelinesandsidesthick.png
Kit body basketball.png
Kit shorts blacksides.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Bianco e Nero.svg Bianco e nero
Dati societari
Città Trento
Nazione Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie A
Fondazione 1995
Presidente Italia Luigi Longhi
Allenatore Italia Nicola Brienza
Impianto BLM Group Arena
(4 000 posti)
Sito web www.Aquilabasket.it
Basketball current event.svg Stagione in corso

L'Aquila Basket Trento 2013 S.r.l. è una squadra di pallacanestro italiana con sede a Trento, fondata nel 1995 dalla fusione di due società minori, la Dolomiti Sport B.C. Trento e la Pallacanestro Villazzano.

Nel 2014 ha ottenuto la promozione in Serie A, la massima serie professionistica del basket italiano, e da allora è giunta due volte in finale scudetto, perdendo nel 2017 contro la Reyer Venezia Mestre e nel 2018 contro l'Olimpia Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2000 alla promozione in A (2013-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Dolomiti Sport B.C. Trento e Pallacanestro Villazzano disputavano entrambe la Serie D; nel 2000, cinque anni dopo la sua nascita, l'Aquila Basket ha conquistato la promozione in serie C2.

Nel 2002 l'ulteriore salto di categoria, arrivando in serie C1.

La promozione in serie B2 è stata centrata al termine del campionato 2004-05. Sempre nel 2004, Trento ha conquistato la Coppa Italia di Serie C Dilettanti.

Nel campionato 2008-09 Trento si è qualificata ai play-off per la promozione in Serie A Dilettanti, essendo arrivata seconda nella stagione regolare. Dopo aver sconfitto il Basket Iseo per 2-1, il 7 maggio 2009 l'Aquila Basket viene eliminata dalla Pallacanestro Trieste.

Il 15 giugno 2009 la società raggiunge l'accordo con il Basket Lumezzane per l'acquisto del titolo sportivo di A Dilettanti[1]:

Nel suo primo anno in Serie A Dilettanti Trento, allenata da Vincenzo Esposito, ha chiuso al nono posto in stagione regolare.

Il 22 aprile 2011 ha ufficializzato la presentazione della richiesta per la wild card per partecipare al campionato di sviluppo 2011-12[2]. La squadra è stata poi ufficialmente ripescata nella nuova Divisione Nazionale A.

Il 27 maggio 2012 Trento ha espugnato il campo della Pallacanestro Chieti per 63-67 e conquista, vincendo la serie per 3-1, una storica promozione in Legadue. Pochi giorni più tardi si è aggiudicata lo Scudetto Dilettanti, battendo Ferentino nella doppia sfida di finale e laureandosi così Campione d'Italia Dilettanti LNP.

Nella stagione 2012-13 ha vinto la Coppa Italia di Legadue.

Nella stagione 2013-14 l'Aquila Basket Trento ha conquistato il primo posto nella Divisione Nazionale A Gold e al termine dei playoff, il 6 giugno 2014, ha ottenuto una storica promozione in Serie A vincendo per tre partite a zero con l'Orlandina Basket.

Serie A (2014- )[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aquila Basket Trento 2014-2015.

Nella stagione 2014-2015 l'Aquila Basket Trento si qualifica alla Coppa Italia 2014-2015 qualificandosi con il 6º posto dopo il girone di andata nella regular season. Per il BEKO All Star Game[3] viene votato Maurizio Buscaglia come allenatore del Dolomiti Energia Team, il quale avrà nel suo roster ben 4 giocatori dell'Aquila Basket Trento (Mitchell, Owens, Pascolo e Spanghero). La partita si conclude con la vittoria del Named Sport Team per 146-143. Nella gara delle schiacciate verrà votato Tony Mitchell come vincitore, mentre nella gara del tiro da tre punti vincerà Rautins.

Nel girone di andata del campionato l'Aquila Basket Trento conquista 18 punti e molti record di squadra, tra cui i 27 punti il massimo scarto in un singolo quarto (G10 3° quarto Dolomiti Energia-Banco di Sardegna 35-8) e come 2ª squadra nella classifica stoppate, e individuali, come la percentuale dei tiri da tre di Spanghero (52,7%) o il numero di punti realizzati per partita da Mitchell (20,8 punti per partita).

La stagione regolare termina con l'Aquila Basket Trento al 4º posto, in virtù dei 38 punti conquistati, in parità con Sassari e che vedrà le due formazioni scontrarsi nei quarti di finale dei playoff. Vengono anche premiati Tony Mitchell, Maurizio Buscaglia e Salvatore Trainotti come MVP, miglior allenatore e miglior dirigente[4].

Nei play-off contro Sassari l'Aquila Basket Trento perderà per 3-1 la serie nei quarti di finale, ma grazie al 4º posto conquistato nella stagione regolare e all'eliminazione di Bologna, Cantù e Brindisi l'Aquila Basket Trento si è qualificata per l'Eurocup della stagione successiva.

Stagione 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aquila Basket Trento 2015-2016.

La stagione 2015-2016 dell'Aquila Basket Trento vede la partecipazione della squadra alla Serie A BEKO 2015-2016 e all'Eurocup 2015 con il nome Dolomiti Energia Trento per motivi di sponsorizzazione.

Al termine della stagione d'andata si qualifica per la Coppa Italia, grazie al quinto posto in classifica in stagione regolare (20 punti) vincendo contro Pistoia ai quarti ma perdendo contro Avellino in semifinale.

In Eurocup 2015-16 raggiunge la semifinale perdendo contro Strasburgo nel doppio confronto.

In stagione regolare raggiunge l'ottavo posto qualificandosi ai play-off perdendo però tutte le gare dei quarti contro Milano (serie 3-0).

Al termine della stagione la Dolomiti Energia Trento vince per la seconda volta consecutiva la Coppa Disciplina di Serie A.

Stagione 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aquila Basket Trento 2016-2017.

In stagione regolare raggiunge il quarto posto (dopo Olimpia Milano, Reyer Venezia e Scandone Avellino), qualificandosi ai play-off.

Dopo aver vinto ai quarti contro la squadra di Sassari (3-0) e in semifinale contro l'Olimpia Milano (4-1), perde in finale contro Venezia (2-4).

Stagione 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aquila Basket Trento 2017-2018.

Nella stagione di Serie A 2017 - 2018, la squadra è arrivata quinta alla fine della regular season, qualificandosi ai play off. Nel corso dei play off ha prima battuto la squadra di Avellino, ai quarti di finale, e la Reyer Venezia, in semifinale. Ha infine perso in finale contro l'Olimpia Milano.

In Eurocup il cammino si ferma alla Top 16, dopo aver passato come seconda il girone D di Regular Season.

Stagione 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aquila Basket Trento 2018-2019.

Nella stagione di Serie A 2018 - 2019, la squadra è arrivata sesta alla fine della regular season, qualificandosi ai playoff, perdendo ai quarti di finale contro la Reyer Venezia.

In Eurocup il cammino si ferma alla fase a gironi dove viene eliminata dalla competizione continentale.

Stagione 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aquila Basket Trento 2019-2020.

Nella stagione di Serie A 2019 - 2020, prima dell'interruzione dovuta alla diffusione della pandemia di COVID-19, la squadra era classificata al nono posto della regular season.

In Eurocup il cammino si ferma tra le Top 16.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Aquila Basket Trento
  • 1995 · Fondazione dell'Aquila Basket Trento con sede a Trento.
  • 1995-1996 · in Serie D.
  • 1996-1997 · in Serie D.
  • 1997-1998 · in Serie D.
  • 1998-1999 · in Serie D.
  • 1999-2000 · in Serie D, Green Arrow Up.svg promossa in Serie C2.

  • 2000-2001 · in Serie C2.
  • 2001-2002 · in Serie C2, Green Arrow Up.svg promossa in Serie C1.
  • 2002-2003 · in Serie C1.
  • 2003-2004 · in Serie C1.
  • 2004-2005 · in Serie C1, Green Arrow Up.svg promossa in Serie B2.
VINCITORE COPPA ITALIA PALLACANESTRO.png Vince la Coppa Italia LNP di Serie C1 (1º titolo).
  • 2005-2006 · in Serie B2.
  • 2006-2007 · in Serie B2.
  • 2007-2008 · in Serie B2.
  • 2008-2009 · 2ª in Serie B Dilettanti, semifinali dei play-off promozione.
  • 2009 · Rileva il titolo sportivo del Basket Lumezzane, Arrow Blue Up 001.svg ammessa in Serie A Dilettanti.
  • 2009-2010 · 9ª in Serie A Dilettanti.

  • 2010-2011 · 7ª in Serie A Dilettanti, perde i play-out, retrocessa in Serie B Dilettanti Arrow Blue Right 001.svg poi ripescata.
Finale di Coppa Italia LNP.
  • 2011-2012 · 2ª nella Divisione Nord Est di Divisione Nazionale A, Green Arrow Up.svg promossa in Legadue, Scudetto.svg campione d'Italia Dilettanti (1º titolo).
Semifinali di Coppa Italia LNP.
VINCITORE COPPA ITALIA PALLACANESTRO.png Vince la Coppa Italia di Legadue (1º titolo).
Finale di Coppa Italia LNP.
Quarti di finale di Coppa Italia.
Semifinali di Eurocup.
Semifinali di Coppa Italia.
Semifinali di Supercoppa italiana.
Top 16 di Eurocup.
Semifinali di Supercoppa italiana.
Regular season di Eurocup.
Top 16 di Eurocup.

Fase a gironi di Supercoppa italiana.
in Eurocup.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2011-12, 2013-14
2012-13
2005

Roster 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 21 agosto 2020.

Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso Note
1 Stati Uniti AP Kelvin Martin 1989 196 95
7 Italia AG Davide Pascolo 1990 202 88
8 Italia G Luca Conti 2000 195 87
9 Porto Rico P Gary Browne 1993 185 88
10 ArgentinaItalia P Andrés Forray 1986 187 83 Captain sports.svg
11 Stati Uniti G Victor Sanders 1995 196 88
14 Italia AG Andrea Mezzanotte 1998 208 98
20 Stati Uniti G Jeremy Morgan 1995 196 88
22 Stati Uniti AC JaCorey Williams 1994 203 100
23 Italia C Maximilian Ladurner 2001 207 95
25 Italia C Luca Lechthaler 1986 207 115
32 Stati Uniti AG Luke Maye 1997 203 109

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

  • Staff dirigenziale:
Presidente: Luigi Longhi
General manager: Salvatore Trainotti
Team manager: Michael Robinson
Addetto stampa: Rudy Gaddo
Addetto stampa: Marcello Oberosler
Presidente Academy: Massimo Komatz
  • Staff tecnico
Allenatore: Nicola Brienza
Vice-allenatore: Emanuele Molin
Secondo assistente allenatore: Davide Dusmet
Preparatore atletico: Matteo Tovazzi
Massaggiatore: Franco Jachemet
Fisioterapista: Giacomo Beccucci
Medico sociale: Fabio Diana

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestisti dell'Aquila Basket Trento

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato ufficiale Basket Lumezzane, su basketlumezzane.it.
  2. ^ Ufficio Stampa FIP, 2011-12. Le società che hanno richiesto la wild card, in FIP, 22 aprile 2011. URL consultato il 24 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2015).
  3. ^ Basket, All Star Game, che festa, www.Gazzetta.it, 17 gennaio 2015.
  4. ^ Tre premi per tre trentini: Mitchell, Buscaglia, Trainotti, su tuttosport.com. URL consultato il 28 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2015).
  5. ^ Posizione in classifica al momento della sospensione definitiva del campionato a causa della pandemia di COVID-19

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]