Ana de Armas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ana de Armas nel 2018

Ana Celia de Armas Caso (L'Avana, 30 aprile 1988) è un'attrice e modella cubana naturalizzata spagnola.

Ha debuttato come attrice nel 2006 nel film spagnolo Una rosa de Francia, ha anche recitato nello spettacolo televisivo spagnolo El Internado. Nel 2015, ha recitato nel suo primo film americano, Knock Knock, seguito da Nell'ombra di un delitto, Hands of Stone e Trafficanti. Nel 2017 ha avuto un ruolo nel film di fantascienza Blade Runner 2049. Nel 2019, per la sua interpretazione nel film Cena con delitto - Knives Out, ha ricevuto la candidatura al Golden Globe nella sezione migliore attrice in un film commedia o musicale. Nel 2021 veste i ruoli della Bond girl nel film No Time To Die, al fianco di Daniel Craig.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ana de Armas è nata il 30 aprile 1988 a L'Avana, Cuba ed è cresciuta a Santa Cruz del Norte,[1] figlia di Ramón, che aveva svolto diversi impieghi tra cui direttore di banca, insegnante, preside di una scuola e vicesindaco di una città,[2] e di Ana, lavoratrice nella sezione risorse umane del Ministero dell'Istruzione.[3] Ha un fratello maggiore, Javier, un fotografo che risiede a New York.[2] L'attrice durante il periodo a Cuba, è cresciuta con il razionamento del cibo, carenza di carburante e blackout elettrici,[4] ciò nonostante ha descritto la sua come un'infanzia felice.[1]

Da adolescente, non aveva accesso a internet e aveva una conoscenza limitata della cultura popolare al di fuori di Cuba.[5] Le era permesso guardare "20 minuti di cartoni animati il sabato e il film della domenica mattina".[6] La sua famiglia non possedeva un lettore video o DVD e guardava i film di Hollywood nell'appartamento del suo vicino.[7] Ha memorizzato e praticato monologhi davanti allo specchio,[8] ed ha deciso di diventare un'attrice quando aveva dodici anni.[9] Nel 2002, all'età di quattordici anni, ha superato un'audizione per entrare a far parte del Teatro Nacional de Cuba a L'Avana. Ogni giorno faceva l'autostop o viaggiava in autobus per frequentare il corso.[10][11] Ha lasciato il corso quadriennale di recitazione alcuni mesi prima di presentare la tesi finale, poiché ai laureati cubani è vietato lasciare il paese senza aver completato tre anni di servizio obbligatorio allo stato.[12] All'età di diciotto anni, con la cittadinanza spagnola ottenuta attraverso i suoi nonni materni,[13] si trasferì a Madrid, in Spagna, per intraprendere la carriera di attrice.[14]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ana de Armas (fila dietro, al centro) con il cast di El Internado (2008)

2006-2014: inizio di carriera e successo in Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 ha ottenuto il suo primo ruolo di rilievo a soli diciotto anni, come protagonista nel film romantico Una rosa de Francia, diretto da Manuel Gutiérrez Aragón.[4] L'attore cubano Jorge Perugorría suggerì al regista di considerarla per il ruolo, dopo averla incontrata mentre partecipava a una festa di compleanno con le sue figlie. Il regista visitò la scuola di recitazione della de Armas e interruppe l'attrice durante l'audizione per informarla che il ruolo era suo.[15] Ha viaggiato in Spagna come parte di un tour promozionale per il film ed è stata presentata a Juan Lanja, che in seguito sarebbe diventato il suo agente spagnolo.[16] Ha poi preso parte al film El edén perdido (2007) e ha avuto un ruolo secondario in Madrigal (2007) di Fernando Pérez, girato di notte senza il permesso dei suoi tutor della scuola di recitazione.[14]

Dopo essersi trasferita a Madrid, ha incontrato il direttore del casting Luis San Narciso,[5] che l'aveva vista in Una rosa de Francia e due mesi dopo,[17] venne scelta per il ruolo di Carolina nella serie drammatica per adolescenti El Internado, in cui ha recitato per sei stagioni dal 2007 al 2010. Lo show televisivo, ambientato in un collegio, è diventato popolare tra gli spettatori e ha reso l'attrice molto celebre in Spagna.[14] Durante le pause delle riprese, recitava nella commedia di successo Grosse bugie (2009).[18] Nonostante la popolarità della serie televisiva, le venivano offerti principalmente ruoli da adolescente.[5] Ha chiesto di essere cancellata dallo show nella sua penultima stagione.[15] Dopo aver trascorso alcuni mesi a New York per imparare l'inglese,[12] si è convinta a tornare in Spagna per recitare in diciassette episodi della serie storica Hispania, la leyenda (2010-2011).[1] Successivamente ha recitato nei film horror del regista Antonio Trashorras, Blind Alley (2011) e Anabel (2015)[19] e preso parte al film drammatico Por un puñado de besos (2014).[20] Durante un lungo periodo d'assenza alla recitazione,[10] ha partecipato a seminari presso la compagnia teatrale di Tomaz Pandur a Madrid,[2] cominciando a sentirsi in ansia per la mancanza di slancio nella sua carriera.[6] Con l'incoraggiamento del suo agente di Hollywood appena assunto, decise di trasferirsi a Los Angeles.[5]

2015-presente: la rivelazione a Hollywood[modifica | modifica wikitesto]

Ana De Armas nel 2017

Arrivata a Los Angeles nel 2014,[8] dovette "ricominciare la sua carriera da zero".[7] Parlava pochissimo l'inglese e durante le prime audizioni, spesso "non sapeva nemmeno cosa stesse dicendo".[3] Trascorse quattro mesi a tempo pieno studiando per imparare l'inglese,[21] non volendo limitarsi a interpretare personaggi scritti appositamente per le attrici latine.[14] Nel 2015 ha debuttato a Hollywood, al fianco di Keanu Reeves, nel film thriller Knock Knock, diretto da Eli Roth.[22] Successivamente lo stesso Reeves, ha invitato l'attrice a prendere parte al film da lui prodotto Nell'ombra di un delitto.[23]

Nel 2016 ha avuto un ruolo secondario al fianco di Miles Teller nel film Trafficanti di Todd Phillips.[11] David Ehrlich di Indiewire l'ha trovata "memorabile in un ruolo ingrato".[24] Lo stesso anno ha recitato assieme ad Edgar Ramirez nel film biografico Hands of Stone, nei panni della moglie del pugile panamense Roberto Durán.[4][15] Christy Lemire del sito RogerEbert.com ha descritto l'attrice come "una presenza estremamente carismatica ma, a parte un paio di momenti appariscenti, ha poco da fare oltre a funzionare come la moglie rispettosa".[25]

Nel 2017 è co-protagonista al fianco di Ryan Gosling e Harrison Ford nel film di fantascienza Blade Runner 2049, diretto da Denis Villeneuve.[26] Mark Kermode del The Guardian ha lodato la sua performance nella pellicola, evidenziando che "porta calore tridimensionale a un personaggio che è essenzialmente una proiezione digitale".[27] Lo stesso anno ha recitato nel film d'azione Overdrive, al fianco di Scott Eastwood.[28] Nel 2018 ha recitato nel film drammatico Corazón, di John Hillcoat Corazón.[29]

Nel 2019 interpreta l'infermiera immigrata Marta nel film giallo Cena con delitto - Knives Out, scritto e diretto da Rian Johnson. Il film è stato ampiamente elogiato dalla critica, rivelandosi una svolta per la sua carriera.[30] L'attrice, inizialmente, non era entusiasta all'idea d'interpretare uno stereotipo di "custode latina", ma si è poi ricreduta notando che il suo personaggio era "molto di più".[31] Benjamin Lee del The Guardian ha definito la sua performance "sorprendente".[32] Con questo ruolo ottiene la sua prima candidatura al Golden Globe come miglior attrice in un film commedia o musicale,[33] ed assieme al resto del cast si è aggiudicata il premio National Board of Reviev al miglior cast.[34] Lo stesso anno le sue scene nel film commedia Yesterday di Danny Boyle, vengono eliminate dal montaggio finale della pellicola.[35]

Nel 2020 recita nel film poliziesco The Informer - Tre secondi per sopravvivere[36] e successivamente nel film drammatico I segreti della notte.[37] Prende inoltre parte al film biografico Sergio, al fianco di Wagner Moura, nei panni Carolina Larriera, un funzionario delle Nazioni Unite e partner del diplomatico Sérgio Vieira de Mello. John DeFore di The Hollywood Reporter ha definito la sua performance "magnetica".[38] Ha nuovamente lavorato con Moura nella pellicola Wasp Network.[39] Glenn Kenny del The New York Times l'ha trovata "superba",[40] mentre Jay Weissberg di Variety l'ha descritta come "una presenza gioiosa e ammaliante la cui carriera sembra destinata al grande momento".[41]

Nel 2021 è nuovamente sul grande schermo in No Time To Die, diretto da Cary Fukunaga, nel ruolo di Paloma, un'affascinante e temibile agente della CIA sotto copertura a Santiago di Cuba.[22][42] Nel 2022 è protagonista, insieme a Ben Affleck, del thriller erotico diretto da Adrian Lyne Acque profonde, mentre nell'action The Gray Man diretto dai fratelli Russo affiancherà nuovamente Ryan Gosling e Chris Evans[43][44] (coi quali aveva già recitato, rispettivamente, in Blade Runner 2049 e Cena con delitto - Knives Out). Nello stesso anno, interpretera Marilyn Monroe nel biopic Blonde, di Andrew Dominik.[45]

Nuovamente a fianco di Evans, recita anche nell'avventurosa commedia romantica Ghosted, diretta da Dexter Fletcher.[46]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha avuto una relazione con l'attore spagnolo Marc Clotet a partire da metà del 2010; si sono sposati a luglio del 2011 in Costa Brava e hanno poi divorziato nel 2013.[47][48] Dall'inizio del 2015 alla fine del 2016 ha avuto una relazione con l'agente Franklin Latt.[49][50] All'inizio del 2020 comincia a frequentare l'attore statunitense Ben Affleck, dopo averlo conosciuto sul set di Acque profonde, per poi concludere la relazione a gennaio 2021.[51][52]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • El edén perdido, regia di Manuel Estudillo –film TV (2007)
  • El internado – serie TV, 56 episodi (2007–2010)
  • Hispania, la leyenda – serie TV, 17 episodi (2010-2011)

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Y de postre, qué, regia di Fernando González Gómez (2008)
  • Ánima, regia di Ana Victoria Pérez (2009)
  • Perrito chino, regia di Fran Gil-Ortega (2012)
  • Entering Red, regia di Matteo Garrone (2019)

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe
Critics Choice Award
National Board of Review
Satellite Award
Saturn Award

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni italiane delle opere in cui ha recitato, Ana de Armas è stata doppiata da:

  • Joy Saltarelli in Knock Knock, Trafficanti, Blade Runner 2049, The Informer - Tre secondi per sopravvivere, Cena con delitto - Knives Out, Wasp Network, No Time to Die, The Gray Man
  • Valentina Favazza in Nell'ombra di un delitto, Overdrive, Acque profonde
  • Francesca Manicone in El internado
  • Ilaria Latini in Sergio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (ES) Mario Ximénez, De Cuba a Madrid, y hasta los cielos de Hollywood: la historia de Ana de Armas, su Vogue, 15 marzo 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  2. ^ a b c (ES) ISABEL NAVARRO, Ana de Armas: "Mi punto fuerte es que no hay otra como yo", su Mujer Hoy, 9 settembre 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  3. ^ a b (EN) MARSHALL HEYMAN, Ana de Armas is conquering Hollywood in record time, su magazinec.com, Novembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  4. ^ a b c (ES) Juan Aparicio Belmonte, En mi primera película me enamoré de varias personas, eso ahora no me pasará, su Vanity Fair, 9 dicembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  5. ^ a b c d (ES) Irene Crespo, Ana de Armas: "Antes de 'Blade Runner' no me salía nada, por el acento", su elpais.com, 28 settembre 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  6. ^ a b (EN) Ana de Armas talks James Bond & playing Marilyn Monroe, su net-a-porter.com. URL consultato il 20 giugno 2022.
  7. ^ a b (ES) Gabriel Lerman, Ana de Armas, la novia virtual del nuevo ‘Blade Runner’, su Lavanguardia, 14 ottobre 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  8. ^ a b (EN) Rebecca Ford, Hollywood's Next Big Thing: 'Blade Runner 2049' Breakout Ana de Armas, su The Hollywood Reporter, 6 ottobre 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  9. ^ (ES) Los ojos verdes de Hollywood no tenían trabajo en España, su ideal.es. URL consultato il 2 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2019).
  10. ^ a b (ES) Rubén Romero Santos, A seis grados de Marilyn Monroe, su EL PAÍS, 14 maggio 2014. URL consultato il 20 giugno 2022.
  11. ^ a b (EN) Sloane Crosley, All About Ana, su Vanity Fair, 18 febbraio 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  12. ^ a b (EN) Helson Hernandez, Interview with Cuban actress Ana de Armas, su havanatimes.org, 22 gennaio 2011. URL consultato il 20 giugno 2022.
  13. ^ (EN) Krista Smith, Introducing Ana de Armas, a Cuban-Spanish Actress Set to Have a Very Big Year, su Vanity Fair, 15 agosto 2016. URL consultato il 20 giugno 2022.
  14. ^ a b c d (EN) Ana de Armas: A Cuban Woman Out to Conquer Hollywood, su oncubamagazine.com. URL consultato il 2 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2016).
  15. ^ a b c (ES) Juan Sanguino, Ana de Armas: la actriz que España infravaloró y Hollywood abrazó, su EL PAÍS, 4 novembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  16. ^ (ES) "ANA DE ARMAS (REVELADOS)", su imdb.com.
  17. ^ (ES) Fernanda Pérez Sánchez e José Forteza, Ana de Armas: la historia de la actriz cubana que conquistó a Hollywood, su Vogue, 30 settembre 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  18. ^ (ES) Un estupendo fin de semana para el cine español, su EL PAÍS, 30 marzo 2009. URL consultato il 20 giugno 2022.
  19. ^ (ES) Jordi Costa, Una coreografía sádica, su EL PAÍS, 28 febbraio 2013. URL consultato il 20 giugno 2022.
  20. ^ (ES) Javier Ocaña, Romanticismo de ‘Superpop’, su elpais.com, 16 maggio 2014. URL consultato il 20 giugno 2022.
  21. ^ (EN) Lauren McCarthy, How Ana de Armas Went from Acting in Cuba to Starring Alongside Ryan Gosling in Blade Runner 2049, su W Magazine, 10 aprile 2014. URL consultato il 20 giugno 2022.
  22. ^ a b (EN) Rebecca Ford, Bond Women: How Rising Stars Lashana Lynch and Ana de Armas Are Helping Modernize 007, su The Hollywood Reporter, 6 novembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  23. ^ (EN) BUILD Series, Ana de Armas On Her Roles In "Hands of Stone" And "War Dogs", su YouTube, 25 agosto 2016. URL consultato il 20 giugno 2022.
  24. ^ (EN) ‘War Dogs’ Review: Jonah Hill Is On Target, But This Gunrunner Comedy Shoots Blanks, su IndieWire, 16 agosto 2016. URL consultato il 20 giugno 2022.
  25. ^ (EN) Christy Lemire, Hands of Stone, su Roger Ebert, 26 agosto 2016. URL consultato il 22 giugno 2022.
  26. ^ Pierpaolo Festa, Faccia a faccia con Ana De Armas, l'angelo di Blade Runner 2049, su film.it, 17 ottobre 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  27. ^ (EN) Mark Kermode, Blade Runner 2049 review – a future classic, su The Guardian, 8 ttobre 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  28. ^ (EN) Borys Kit, 'Knock Knock' Actress Ana de Armas Joining Scott Eastwood in 'Overdrive' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 14 settembre 2015. URL consultato il 20 giugno 2022.
  29. ^ (EN) Pete Hammond, Tribeca Film Festival World Premiere Of ‘Corazon’ Aims To Save Lives – Watch The Trailer, su Deadline, 18 aprile 2018. URL consultato il 20 giugno 2022.
  30. ^ (EN) Brent Lang, Toronto Film Festival: ‘Joker,’ ‘Ford v Ferrari,’ ‘Hustlers’ Among Big Premieres, su Variety, 23 luglio 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  31. ^ (EN) Brian Davids, 'Knives Out' Star Ana de Armas on Declining to Audition and 'Bond' Chemistry with Daniel Craig, su The Hollywood Reporter, 27 novembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  32. ^ (EN) Benjamin Lee, Knives Out review – Rian Johnson crafts a devious meta whodunnit, su The Guardian, 8 settembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  33. ^ a b (EN) Golden Globes 2020: Here Is the Full List of Nominations, su The New York Times, 3 febbraio 2021. URL consultato il 20 giugno 2022.
  34. ^ a b (EN) Matt Donnelly, National Board of Review Names ‘The Irishman’ Best Movie of the Year, su Variety, 3 dicembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  35. ^ (EN) Mike Reyes, Yesterday Cut An Entire Character From The Film That Would Have Changed The Plot, su cinemablend.com, 26 giugno 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  36. ^ (EN) Diana Lodderhose, Ana De Armas Joins Joel Kinnaman & Rosamund Pike For ‘Three Seconds’, su Deadline, 10 luglio 2017. URL consultato il 20 giugno 2022.
  37. ^ (EN) Amanda N'Duka, Helen Hunt, Ana de Armas & John Leguizamo Join ‘The Night Clerk’ Thriller, su Deadline, 23 maggio 2018. URL consultato il 20 giugno 2022.
  38. ^ (EN) ‘Sergio’: Film Review | Sundance 2020, su The Hollywood Reporter, 30 gennaio 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  39. ^ (EN) Elsa Keslassy, Netflix Scoops Olivier Assayas’s ‘Wasp Network’ With Penelope Cruz, Edgar Ramirez (EXCLUSIVE), su Variety, 17 gennaio 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  40. ^ (EN) ‘Wasp Network’ Review: Fleeing Cuba With Loyalties in Question, su The new York Times, 18 giugno 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  41. ^ (EN) Jay Weissberg, Film Review: ‘Wasp Network’, su Variety, 1º settembre 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  42. ^ (EN) Andreas Wiseman, Bond 25 Live Reveal From Jamaica: Rami Malek, Ana De Armas, Billy Magnussen, Lashana Lynch & Dali Benssalah Among Confirmed Cast, su Deadline, 25 aprile 2019. URL consultato il 20 giugno 2022.
  43. ^ The Gray Man: Ana de Armas in azione nella nuova clip del film!, su Cinematographe.it, 7 giugno 2022. URL consultato il 20 giugno 2022.
  44. ^ The Gray Man: Ana De Armas entra nel cast del film Netflix, su Ecodelcinema, 11 dicembre 2020. URL consultato il 20 giugno 2022.
  45. ^ Claudia Giampaolo, Blonde, Ana de Armas è Marilyn Monroe nel primo trailer ufficiale, su Ciak Magazine, 16 giugno 2022. URL consultato il 20 giugno 2022.
  46. ^ Davide Di Francesco, Ghosted, le prime foto di Ana de Armas e Chris Evans sul set, su Ciak Magazine, 9 maggio 2022. URL consultato il 20 giugno 2022.
  47. ^ (ES) Ana de Armas, de ‘Hispania’ y Marc Clotet, de ‘Física o química’, se han casado en la Costa Brava, su hola.com, 20 luglio 2011. URL consultato il 20 giugno 2022.
  48. ^ (ES) Marc Clotet confirma su separación de Ana de Armas: 'Ha sido de mutuo acuerdo', su premiosgoya.hola.com. URL consultato il 20 giugno 2022.
  49. ^ (ES) Ana de Armas encuentra nuevo amor y cumple su sueño americano en Hollywood, su diezminutos.es, 5 agosto 2015. URL consultato il 20 giugno 2022.
  50. ^ (ES) ¿A quién besa Ana de Armas?, su zeleb.es.
  51. ^ (EN) Ben Affleck and Ana de Armas Split, Says Source: 'They Are in Different Points in Their Lives', su people.com, 18 gennaio 2021. URL consultato il 20 giugno 2022.
  52. ^ (EN) Ben Affleck and Ana de Armas Split After Nearly 1 Year Together, su usmagazine.com, 18 gennaio 2021. URL consultato il 20 giugno 2022.
  53. ^ a b (EN) Satellite Awards - 2019 Winners, su International Press Academy. URL consultato il 20 giugno 2022.
  54. ^ (EN) Dave McNary, ‘Black Panther,’ ‘Walking Dead’ Rule Saturn Awards Nominations, in Variety, 15 marzo 2018. URL consultato il 17 marzo 2018.
  55. ^ (EN) Nancy Tartaglione, Saturn Awards Winners: 'Star Wars: The Rise Of Skywalker' Leads With Five Prizes – Full List, su Deadline, 27 ottobre 2021. URL consultato il 27 ottobre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN107575309 · ISNI (EN0000 0000 7980 6568 · LCCN (ENno2012138487 · GND (DE1164406299 · BNE (ESXX4911268 (data) · BNF (FRcb16208175f (data) · J9U (ENHE987007414519705171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012138487