Amitriptilina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Amitriptilina
Amitriptyline-2D-skeletal.png
Amitriptyline-from-picrate-xtal-3D-balls.png
Nome IUPAC
N,N-dimetil-3-[10,11-diidro-5H-dibenzo[a,d]cicloepten-5-iliden]1-propilamina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C20H23N
Massa molecolare (u) 277.403 g/mol
Numero CAS 50-48-6
Numero EINECS 200-041-6
Codice ATC N06AA09
PubChem 2160
DrugBank DB00321
SMILES c3cc2c(/C(c1c(cccc1) CC2)=C\CCN(C)C)cc3
Proprietà termochimiche
Categoria farmacoterapeutica Antidepressivo - analgesico
Teratogenicità Utilizzare durante la gravidanza solo su consiglio del medico - non utilizzare durante l'allattamento[1]
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità 30–60% a causa del metabolismo di 1º passaggio
Metabolismo metabolismo epatico
enzimi: CYP2C19, CYP1A2, CYP2D6
Emivita 15-90 ore
Escrezione Renale
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine
pericolo
Frasi H 301 - 361
Consigli P 281 - 301+310 [2]

L'amitriptilina è un farmaco antidepressivo della famiglia degli antidepressivi triciclici. A basso dosaggio può essere usata nella prevenzione di alcune forme di cefalea, quali la cefalea tensiva e la cefalea a grappolo. Di recente questo farmaco è stato impiegato anche in alcune terapie sperimentali per il trattamento della cistite interstiziale, dell'intrappolamento del nervo pudendo (PNE) e della sindrome del piriforme.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Usi approvati[modifica | modifica wikitesto]

L'amitriptilina è stata approvata negli Stati Uniti per il trattamento della depressione maggiore, come anche nella depressione endogena ma anche nella melancolia involutiva oppure "depressione della senescenza", che attualmente non viene più vista come una malattia autonoma.

Le dosi tipiche che, sotto controllo medico, vengono somministrate vanno da 25 a 150 mg giornalieri, cominciando nei primi giorni con la metà della dose nei pazienti anziani oppure adolescenti. Negli Stati Uniti ai bambini con età tra 7 a 10 viene data una dose di 10 a 20 mg; ai bambini più grandi vengono dati da 25 a 50 mg dopo la cena. Dovrebbe essere scalato lentamente alla fine del ciclo di terapia, che non dovrebbe superare i tre mesi.[3]

L'amitriptilina viene usata nella spondilite anchilosante per la terapia del dolore e in alcuni paesi dell'Europa è stato approvato ufficialmente come terapie con emicrania cronica, (alla dosi abituale di 25 – 75 mg). Viene anche somministrata come protettore ai pazienti affetti da discinesia biliare ricorrente (la disfunzione dello sfintere di Oddi), abitualmente 10 mg al giorno[4].

Enuresi notturna[modifica | modifica wikitesto]

L'amitriptilina può essere usata nel trattamento dell'enuresi notturna, sebbene più raramente della desmopressina e nonostante manifesti una maggior efficacia rispetto a questa[5][6][7].

Utilizzi off label[modifica | modifica wikitesto]

L'amitriptilina è stata prescritta per altre condizioni come l'insonnia, il disturbo post traumatico da stress (PTSD),[8] l'emicrania, la cefalea da astinenza di anti-cefalgici, il dolore cronico, il tinnito, la tosse cronica, la nevralgia post-erpetica (un dolore persistente che segue un attacco di herpes zoster), la sindrome del tunnel carpale (CTS), la fibromialgia, la vulvodinia, la cistite interstiziale, la prostatite, la sindrome del colon irritabile (IBS), la neuropatia periferica diabetica, il dolore neurologico, la neuropatia sensitiva laringea, e parestesie correlate alla sclerosi multipla e a basse dosi come profilassi per pazienti con emicrania croniche.[9] Tipicamente per la modificazione della percezione del dolore sono necessari da 10 a 50 mg giornalieri.[3]

L'amitriptilina in basse dosi è spesso prescritta per aiutare i sintomi della sindrome da fatica cronica. Si pensa che possa primariamente combattere i sintomi dell'insonnia, in aggiunta ad alcuni sintomi dell'affezione. Inoltre l'amitriptilina viene spesso usata per alleviare il dolore provocato dal virus Herpes Zoster, somministrandolo la notte.[10]

Uno studio clinico randomizzato controllato pubblicato nel giugno del 2005 scoprì che l'amitriptilina era efficace nella dispepsia funzionale che non risponde alle terapie di prima linea, come la famotidina o il mosapride.[11]

Farmacologia[modifica | modifica wikitesto]

L'amitriptilina agisce principalmente come un inibitore del reuptake della serotonina e della norepinefrina, con forti effetti sul trasportatore della serotonina, ed effetti moderati sul trasportatore della norepinefrina.[12][13] Ha un effetto trascurabile sul trasportatore della dopamina e dunque non agisce sul "reuptake" della dopamina, dal momento che è circa 1.000 volte più debole sul reuptake della dopamina rispetto a quello della serotonina.[13]

Inoltre l'amitriptilina funziona come un recettore 5-HT2A, 5-HT2C, 5-HT6, 5-HT7, recettore adrenergico-α1, H1, e recettore mACh come antagonista recettoriale, e come recettore σ1 agonista.[14][15][16][17] È stato visto che si tratta di un modulatore allosterico negativo per il recettore per il NMDA, nello stesso sito di legame della fenciclidina.[18] L'amitriptillina blocca i canali del sodio, i canali del calcio tipo L, i canali del potassio controllati dal voltaggio Kv1.1, il Kv7.2, e Kv7.3, e dunque agisce come un bloccante dei canali del sodio, del calcio, e del potassio.[19][20][21]

Recentemente, è stato dimostrato che l'amitriptilina agisce come un agonista dei recettori TrkA e TrkB.[22] Promuove la eterodimerizzazione di queste proteine in assenza del NGF e ha una potente attività neurotrofica sia in vivo che in vitro nei modelli murini.[22][23]

Effetti collaterali[modifica | modifica wikitesto]

Rischio di suicidio[modifica | modifica wikitesto]

Il National Institutes of Health americano ha emanato una nota in cui si avverte del rischio di pensieri suicidari o di atti di suicidio in bambini, adolescenti e giovani adulti che assumono Amitriptilina in varie posologie e confezionamenti.[28]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Foglietto illustrativo - voce "Gravidanza e allattamento
  2. ^ Sigma Aldrich; rev. del 12.10.2012, riferita al cloridrato
  3. ^ a b British National Formulary 45 (March 2003).
  4. ^ S. G. Hubscher et al. (2006). Functional biliary type pain syndrome. In P. J. Pasricha, W. D. Willis & G. F. Gebhart (Eds.), ' ' italics' ' Chronic Abdominal and Visceral Pain' 'italics' '. London: Informa Healthcare, pp. 459-461.
  5. ^ CM. Glazener, JH. Evans; RE. Peto, Treating nocturnal enuresis in children: review of evidence. (PDF), in J Wound Ostomy Continence Nurs, vol. 31, nº 4, pp. 223-34, PMID 15851867.
  6. ^ D. Kiddoo, Nocturnal enuresis., in Clin Evid (Online), vol. 2007, 2007, PMID 19450363.
  7. ^ Amitriptilina su Drugs.com
  8. ^ National Institute for Clinical Excellence: The Treatment of PTSD in Adults and Children
  9. ^ Ziegler D, Hurwitz A, Hassanein R, Kodanaz H, Preskorn S, Mason J, Migraine prophylaxis. A comparison of propranolol and amitriptyline, in Arch Neurol, vol. 44, nº 5, 1987, pp. 486–9, PMID 3579659.
  10. ^ Acute herpes zoster, postherpetic neuralgia, acyclovir and amitriptyline
  11. ^ Otaka M, Jin M, Odashima M, et al., New strategy of therapy for functional dyspepsia using famotidine, mosapride and amitriptyline, in Aliment. Pharmacol. Ther., vol. 21, Suppl 2, giugno 2005, pp. 42–6, DOI:10.1111/j.1365-2036.2005.02473.x, PMID 15943846.
  12. ^ CNSforum of The Lundbeck Institute - Potency of antidepressants to block noradrenaline reuptake (PNG), cnsforum.com. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  13. ^ a b M. Tatsumi, K. Groshan; RD. Blakely; E. Richelson, Pharmacological profile of antidepressants and related compounds at human monoamine transporters., in Eur J Pharmacol, vol. 340, 2-3, Dic 1997, pp. 249-58, PMID 9537821.
  14. ^ PMID 9400006
  15. ^ Alan F. Schatzberg, Charles B., Essentials of clinical psychopharmacology, American Psychiatric Pub, 2006, p. 7, ISBN 1-58562-243-5, , 9781585622436.
  16. ^ PMID 11561066
  17. ^ PMID 17689532
  18. ^ PMID 2568580
  19. ^ PMID 9435180
  20. ^ PMID 18048694
  21. ^ Punke MA, Friederich P, Amitriptyline is a potent blocker of human Kv1.1 and Kv7.2/7.3 channels, in Anesthesia and Analgesia, vol. 104, nº 5, maggio 2007, pp. 1256–64, tables of contents, DOI:10.1213/01.ane.0000260310.63117.a2, PMID 17456683.
  22. ^ a b PMID 19549602
  23. ^ RxMed: Pharmaceutical Information - AMITRIPTYLINE
  24. ^ Farmaci che fanno ingrassare: Amitriptilina
  25. ^ Healthline.com - Connect to Better Health
  26. ^ www.drugs.com: Tramadol
  27. ^ Can you take tramadol and amitriptyline at the same time?
  28. ^ Amitriptyline

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]