Abbadia a Isola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abbadia a Isola
frazione
Abbadia a Isola – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Siena-Stemma.svg Siena
Comune Monteriggioni-Stemma.png Monteriggioni
Territorio
Coordinate 43°23′21″N 11°11′42″E / 43.389167°N 11.195°E43.389167; 11.195 (Abbadia a Isola)Coordinate: 43°23′21″N 11°11′42″E / 43.389167°N 11.195°E43.389167; 11.195 (Abbadia a Isola)
Altitudine 200 m s.l.m.
Abitanti 136 (2008)
Altre informazioni
Cod. postale 53035
Prefisso 0577
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti badiano, badiani[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Abbadia a Isola
Abbadia a Isola

Abbadia a Isola (anche Badia a Isola, già Abazia dell'Isola o Abazia del Lago, anticamente Borgonuovo[2]) è una frazione del comune italiano di Monteriggioni, nella provincia di Siena, in Toscana. La frazione dista 3,23 chilometri da Monteriggioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Badia dei Santi Salvatore e Cirino.

L'abbazia fu fondata nel 1001 [3] dalla contessa Ava, figlia del conte Zanobi e vedova d'Ildebrando Signore di Staggia e di Val di Strove, lungo la via Francigena ed in particolare presso uno dei castelli di proprietà della stessa famiglia denominato Borgonuovo.[2]

Deve il nome al contesto ambientale, in quanto, sorgendo ai margini di terreni impaludati, la chiesa sembrava poggiare su un'isola.[2]

Il castello di Borgonuovo era lo stesso menzionato da Sigerico di Canterbury che vi fece tappa tra il 990 e il 994, di ritorno da Roma dopo avere ricevuto l'investitura dal papa Giovanni XV con la consegna del pallio. Percorrendo la via Francigena l'arcivescovo di Canterbury menziona nel suo diario Burgenove. La località rappresentava la XVI tappa (mansio) del suo itinerario verso l'Inghilterra.

Gli abati divennero nei secoli successivi padroni assoluti di Borgonuovo e delle terre circostanti, cosicché quel castello perse progressivamente d'importanza in favore dell'abbazia, il cui potere culminò nel XIV secolo.[3] Ne è riprova una convenzione stipulta alla Badia a Isola l'11 dicembre 1256 fra l'abate e il rettore o sindaco del Comune di Borgonuovo, con la quale si accorda agli abitanti di potere eleggere per rettore una persona di loro fiducia[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 3.
  2. ^ a b c d Repetti, E. Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana
  3. ^ a b Grande Enciclopedia De Agostini, vol. 1, p. 7

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grande Enciclopedia De Agostini, vol. 1, Novara, 1992.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Precedente Tappa dell'itinerario di Sigerico Successivo
Mansio XV - Seocine (Siena) Mansio XVI – Burgenove Mansio XVII – Aelse (Pieve a Elsa)
Controllo di autorità VIAF: (EN136485937
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana