4179 Toutatis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Toutatis
(4179 Toutatis)
Toutatis.jpg
Immagine radar dell'asteroide 4179 Toutatis ripresa dal radiotelescopio di Goldstone nel 1996.
Stella madre Sole
Scoperta 4 gennaio 1989
Scopritore Christian Pollas
Classificazione asteroide Apollo
Designazioni
alternative
1989 AC, 1934 CT
Parametri orbitali
(all'epoca JD 2458000,5
4 settembre 2017)
Semiasse maggiore 379 416 103 km
2,5362039 UA
Perielio 140 617 268 km
0,939955 UA
Afelio 618 214 939 km
4,1324528 UA
Periodo orbitale 1475,28 giorni
(4,04 anni)
Inclinazione
sull'eclittica
0,44743°
Eccentricità 0,6293851
Longitudine del
nodo ascendente
124,40505°
Argom. del perielio 278,71111°
Anomalia media 68,37709°
Par. Tisserand (TJ) 3,137 (calcolato)
Ultimo perielio 25 novembre 2016
Prossimo perielio 10 dicembre 2020
Dati fisici
Diametro medio 5,4 km
Periodo di rotazione 176 ore
Dati osservativi
Magnitudine ass. 15,30

4179 Toutatis è un asteroide near-Earth del diametro medio di circa 5,4 km. Scoperto nel 1989, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 2,5362039 UA e da un'eccentricità di 0,6293851, inclinata di 0,44743° rispetto all'eclittica.

Il nome deriva da Toutatis, divinità della guerra, della fertilità e della ricchezza della mitologia celtica.

Toutatis è correlato con lo sciame meteorico delle Kappa Aquaridi.[1]

Il periodo di rivoluzione di Toutatis intorno al Sole è in risonanza 1:3 con quello di Giove e 1:4 con quello della Terra, il che significa che una volta ogni quattro anni l'asteroide si presenta alla minima distanza con il nostro pianeta. In particolare, il 29 settembre 2004 Toutatis è passato a circa 1,5 milioni di chilometri dalla Terra; non si avvicinava così tanto dal 1353.

Toutatis è stato sorvolato il 13 dicembre 2012 dalla sonda spaziale cinese Chang'e 2, che al momento del massimo avvicinamento ha raggiunto una distanza minima di circa 3,2 km dalla superficie, viaggiando con una velocità di 10,7 km/s.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) P. B. Babadzhanov, Asteroids and Their Meteor Showers (invited), in Proceedings of the international conference, held November 29-December, "Seventy-five (75) years of Hirayama asteroid families: The role of collisions in the solar system history.", Astronomical Society of the Pacific Conference Series, vol. 63
  2. ^ (EN) Kelly Beatty, Toutatis Revealed by Chinese Spacecraft, in Sky&Telescope, Sky Publishing, 15 dicembre 2012. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  3. ^ (EN) Lance A. M. Benner, 2012 Goldstone Radar Observations of (4179) Toutatis, in Asteroid Radar Research, California Institute of Technology, 13 agosto 2012. URL consultato il 25 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 4178 Mimeev      Successivo: 4180 Anaxagoras


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare