617 Patroclus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Patroclus
(617 Patroclus)
Stella madreSole
Scoperta17 ottobre 1906
ScopritoreAugust Kopff
ClassificazioneTroiano di Giove
Classe spettraleP
Designazioni
alternative
1906 VY, 1941 XC, 1962 NB
Parametri orbitali
(all'epoca JD 2458600,5
27 aprile 2019)
Semiasse maggiore780288901 km
5,2158349 au
Perielio672271941 km
4,4937964 au
Afelio888305861 km
5,9378734 au
Periodo orbitale4350,95 giorni
(11,91 anni)
Inclinazione
sull'eclittica
22,04831°
Eccentricità0,1384320
Longitudine del
nodo ascendente
44,35181°
Argom. del perielio307,94915°
Anomalia media203,75819°
Par. Tisserand (TJ)2,836 (calcolato)
Ultimo perielio27 luglio 2012
Prossimo perielio25 giugno 2024
Dati fisici
Diametro medio140,92 km
Albedo0,0471
Dati osservativi
Magnitudine ass.8,19

617 Patroclus è un asteroide troiano di Giove del campo troiano. Scoperto nel 1906, presenta un'orbita caratterizzata da un semiasse maggiore pari a 5,2158349 au e da un'eccentricità di 0,1384320, inclinata di 22,04831° rispetto all'eclittica.

Nel 2001 venne scoperta la natura binaria dell'asteroide, con l'individuazione di un suo satellite poco più piccolo, successivamente denominato Menoetius.[1]Il satellite, di dimensioni di 98±10 km, orbita a 680±20 km in 4,283±0,004 giorni.[2]

L'asteroide è dedicato a Patroclo, personaggio della mitologia greca, amico di Achille. Questo è stato il primo asteroide troiano binario ad essere scoperto, prima ancora che venisse definita la divisione degli asteroidi troiani di Giove in campo greco, situato nel punto lagrangiano L4 e campo troiano, situato nel punto L5. Per questa ragione Patroclo, insieme con 624 Hektor, è l'unico di questi a trovarsi nel campo "sbagliato": esso è infatti compreso nel campo troiano, pur essendo il suo nome dedicato ad un eroe greco. Il satellite è dedicato all'argonauta Menezio, padre di Patroclo.

Patroclus è stato scelto come obiettivo di Lucy, una missione che visiteterà vari asteroidi, perlopiù troiani di Giove. Lucy dovrebbe visitare Patroclus nel marzo del 2033.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IAUC 7741: 2001fc; S/2001 (617) 1; C/2001 T1, C/2001 T2, International Astronomical Union Circular, 2001. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) (617) Patroclus and Menoetius, su johnstonsarchive.net. URL consultato il 15 marzo 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
L'asteroide 4 Vesta

Precedente: 616 Elly      Successivo: 618 Elfriede
Satelliti: 617 I Menoetius


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare