122º Reggimento fanteria "Macerata"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
122º Reggimento fanteria "Macerata"
Descrizione generale
Attiva1915 - 1919
1941 - 1943
NazioneItalia Italia
ServizioFlag of Italy (1860).svg Regio Esercito
TipoFanteria
DimensioneReggimento
Guarnigione/QGMacerata
Cesena
PatronoSan Martino
Motto"Vi atque virtute"
ColoriBianco - Azzurro
Battaglie/guerrePrima guerra mondiale
Sesta battaglia dell'Isonzo
Nona battaglia dell'Isonzo
Battaglia del solstizio
Battaglia di Vittorio Veneto
Seconda guerra mondiale
Invasione della Jugoslavia
DecorazioniMedaglia d'Argento al Valor Militare Croce di cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia
Parte di
Simboli
Mostreggiature del 122º Reggimento Fanteria "Macerata"Ftr 121 most.jpg
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il 122º Reggimento fanteria "Macerata" è stata un'unità militare del Regio Esercito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Il 122º Reggimento fanteria e il comando della Brigata furono costituite in Macerata dal deposito del 12º Reggimento fanteria per dare vita insieme al 121º Reggimento fanteria alla Brigata Macerata il 1º marzo 1915.

Nella prima guerra mondiale (1915-1918)[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 giugno il reggimento e la brigata lasciate le sedi di macerata e ancona raggiungono Lonato.[1] Dopo un periodo di addestramento entra in combattimento nel settore di Castelnuovo del Carso. Il reparto combatté:

Al termine del conflitto il 122° aveva avuto 47 Ufficiali e 2.259 fanti caduti per la Patria. I suoi uomini vennero decorati con 57 medaglie d'argento al valor militare e 103 medaglie di bronzo al valor militare.[3] Venne smobilitato al termine del conflitto il 24 novembre 1919. In memoria del valore dei soldati della Brigata il comune di Macerata ha intitolato una via Brigata Macerata.

Nella seconda guerra mondiale (1939-1945)[modifica | modifica wikitesto]

Con la seconda guerra mondiale, il reparto venne ricostituito il 20 settembre del 1941 a Cesena come 122º Reggimento fanteria "Macerata", dal deposito dell'12º Fanteria ed ha in organico: comando e compagnia comando, tre battaglioni fucilieri, compagnia mortai da 81, compagnia cannoni da 47/32. Inquadrato, col 121º Reggimento fanteria "Macerata" e il 153º Reggimento artiglieria, nella 153ª Divisione di fanteria "Macerata". Il reggimento e la divisione sono inquadrati nel V Corpo d'armata della 2ª Armata - Comando Slovenia-Dalmazia e destinati all'Invasione della Jugoslavia ed a un successivo impiego di presidio in Slovenia e in Istria. Deve essere ritenuto disciolto in data 13 settembre 1943 a Fiume. Nel 1946 il 122° viene formalmente sciolto e la sua bandiera consegnata al Vittoriano a Roma.

Insegne e simboli[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Reggimento indossava il fregio della Fanteria del Regio Esercito (composto da due fucili incrociati con al centro un tondo riportante il numero 122º che indica il reggimento e sormontati da una corona).
  • Le mostrine del reggimento sono rettangolari di colore bianco e azzurro. Alla base della mostrina si trova la stella argentata a 5 punte bordata di nero, simbolo delle forze armate italiane.

Motto del reggimento[modifica | modifica wikitesto]

"Vi atque virtute" Il significato del motto del Reggimento è: "Con forza e con valore".

Festa del reggimento[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Decorazioni alla Bandiera di Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare
«"Con energia e tenacia mirabile conquistarono e saldamente mantennero importantissime posizioni sul Carso, prima ad oriente di Polazzo e di Castello Nuovo, e poi vigorosamente ricacciato il nemico ad oriente del Vallone - luglio-novembre 1915; agosto-novembre 1916".»
Croce di cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Croce di cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia
«Conferita con R.D. il 5 giugno 1920

Nei duri cimenti della guerra, nella tormentata trincea o nell'aspra battaglia,conobbe ogni limite di sacrificio e di ardimento; audace e tenace , domò infaticabilmente i luoghi e le fortune, consacrando con sangue fecondo la romana virtù dei figli d'Italia.»
— Guerra 1915-18[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ brigata "Macerata" dal sito web frontedelpiave.info, frontedelpiave.info. URL consultato il 17 luglio 2011.
  2. ^ onorificenze alla bandiera della brigata "Macerata" dal sito web storiologia.it, storiologia.it. URL consultato il 17 luglio 2011.
  3. ^ Brigata Macerata 121º e 122º Fanteria.
  4. ^ L'ordine militare venne assegnato a quasi tutte le unità di fanteria che parteciparono alla prima guerra mondiale.
  5. ^ Scheda dal sito del Quirinale - visto 18 ottobre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]