1. Frauen-Fußball-Club Frankfurt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da 1. FFC Frankfurt)
1. FFC Frankfurt
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Nero e Bianco.png Nero e Bianco
Dati societari
Città Francoforte sul Meno
Nazione Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato Frauen-Bundesliga
Fondazione 1998
Presidente Germania Bodo Adler
Allenatore Australia Matt Ross (interim)
Stadio Stadion am Brentanobad, Francoforte sul Meno
(5 200 posti)
Sito web www.ffc-frankfurt.de
Palmarès
Coppacampioni.pngCoppacampioni.pngCoppacampioni.pngCoppacampioni.png
Titoli nazionali 7 Frauen-Bundesliga
Trofei nazionali 9 DFB-Pokal der Frauen
Trofei internazionali 4 Women's Champions League
Si invita a seguire il modello di voce
Il tabellone della Commerzbank-Arena al termine della finale di ritorno della UEFA Women's Cup 2007-2008, vinta dal Francoforte sulle svedesi dell'Umeå

L'1. Frauen-Fußball-Club Frankfurt, abbreviato in 1. FFC Frankfurt e noto in Italia come 1. FFC Francoforte, è una società di calcio femminile con sede a Francoforte sul Meno, in Germania. La squadra milita nella Frauen-Bundesliga, la massima divisione del campionato tedesco di calcio femminile.

La società conta circa 430 tesserati. È la squadra femminile più titolata di Germania, avendo vinto 7 titoli e 9 coppe nazionali. Ha vinto la UEFA Women's Cup nel 2001-02[1], 2005-06[2] e nel 2007-08[3] e la UEFA Women's Champions League nel 2014-15[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'1. FFC Francoforte è stato fondato il 27 agosto 1998 come distacco della sezione di calcio femminile dal SG Praunheim[5]. Il 1º gennaio 1999 ha ricevuto la licenza dalla Frauen-Bundesliga. Lo Stadion am Brentanobad fu designato come il campo da gioco per le partite casalinghe[5]. Alla prima stagione ha realizzato il double vincendo sia il campionato sia la coppa nazionale. Per cinque stagioni consecutive ha vinto la DFB-Pokal der Frauen, realizzando l'accoppiata campionato-coppa anche nelle stagioni 2000-2001 e 2002-2003. Nella stagione 2001-2002 ha realizzato uno storico treble vincendo il campionato, la coppa nazionale e la prima edizione della UEFA Women's Cup[5]. Il 23 maggio 2002 ha disputato al Waldstadion di Francoforte sul Meno la finale della UEFA Women's Cup contro le svedesi dell'Umeå IK, vincendo per 2-0 grazie alle reti realizzate al 68' da Steffi Jones e all'89' da Birgit Prinz[1].

Dopo essersi fermato in semifinale nell'edizione 2002-2003 della UEFA Women's Cup e dopo aver perso la finale della UEFA Women's Cup 2003-2004, in entrambi i casi per opera dell'Umeå IK, è tornato a vincere la UEFA Women's Cup nella stagione 2005-2006[2]. La finale metteva di fronte le due rappresentanti tedesche, l'1. FFC Francoforte e il Turbine Potsdam. L'1. FFC Francoforte ha vinto sia la gara d'andata a Potsdam per 4-0 sia la gara di ritorno a Francoforte per 3-2 davanti a 13 100 spettatori, nuovo record per la competizione[2].

Ha realizzato un nuovo double campionato-coppa nella stagione 2006-2007 e un altro treble la stagione 2007-2008 con il terzo trionfo in UEFA Women's Cup[5]. In finale l'1. FFC Francoforte ha incontrato per la quarta volta le svedesi dell'Umeå IK, vincendo la sfida decisiva alla Commerzbank-Arena per 3-2 davanti a 27 640 spettatori, diventando la prima squadra a vincere il torneo per tre volte[3].

Nelle stagioni successive c'è stato un calo delle prestazioni con la squadra che dopo il 2008 non è più riuscita a vincere il campionato e fallendo l'accesso alla finale della coppa nazionale nel 2008-2009 per la prima volta dal 1998. Ha vinto due edizioni della DFB-Pokal der Frauen nel 2010-2011 e nel 2013-2014, portando a nove il numero di coppe nazionali vinte. In campo europeo è stato eliminato ai quarti di finale della UEFA Women's Cup 2008-2009 dalle connazionali del FCR 2001 Duisburg, che andranno poi a vincere la competizione[6]. Nella stagione 2011-2012 ha perso sia la finale di DFB-Pokal der Frauen contro il Bayern Monaco sia la finale di UEFA Women's Champions League contro le francesi dell'Olympique Lione per 2-0[7]. Anche quest'ultima finale, giocata all'Olympiastadion di Monaco di Baviera, ha fatto segnare un nuovo record di spettatori con 50 212 persone ad assistere alla partita[7].

Ha conquistato per la quarta volta la UEFA Women's Champions League (la prima con la nuova denominazione) nel 2014-2015, battendo le francesi del Paris Saint-Germain per 2-1 nella finale giocata al Friedrich-Ludwig-Jahn-Sportpark di Berlino davanti al cancelliere tedesco Angela Merkel[4][5].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'1. FFC Francoforte
  • 1998 - Fondazione dell'1. Frauen-Fußball-Club Frankfurt
  • ...
  • 1998-1999 - Campione di Germania. (1º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (1º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (2º titolo)
  • 2000-2001 - Campione di Germania. (2º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (3º titolo)
  • 2001-2002 - Campione di Germania. (3º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (4º titolo)
Vince la UEFA Women's Cup. (1º titolo)
  • 2002-2003 - Campione di Germania. (4º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (5º titolo)
Semifinale di UEFA Women's Cup.
  • 2003-2004 - 2º in Frauen-Bundesliga.
Finalista della DFB-Pokal der Frauen.
Finalista di UEFA Women's Cup.
  • 2004-2005 - Campione di Germania. (5º titolo)
Finalista della DFB-Pokal der Frauen.
  • 2005-2006 - 3º in Frauen-Bundesliga.
Finalista della DFB-Pokal der Frauen.
Vince la UEFA Women's Cup. (2º titolo)
  • 2006-2007 - Campione di Germania. (6º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (6º titolo)
Quarti di finale di UEFA Women's Cup.
  • 2007-2008 - Campione di Germania. (7º titolo)
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (7º titolo)
Vince la UEFA Women's Cup. (3º titolo)
  • 2008-2009 - 4º in Frauen-Bundesliga.
Secondo turno della DFB-Pokal der Frauen.
Quarti di finale di UEFA Women's Cup.
  • 2009-2010 - 3º in Frauen-Bundesliga.
Quarti di finale della DFB-Pokal der Frauen.
  • 2010-2011 - 2º in Frauen-Bundesliga.
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (8º titolo)
  • 2011-2012 - 3º in Frauen-Bundesliga.
Finalista della DFB-Pokal der Frauen.
Finalista di UEFA Women's Champions League.
  • 2012-2013 - 3º in Frauen-Bundesliga.
Secondo turno della DFB-Pokal der Frauen.
  • 2013-2014 - 2º in Frauen-Bundesliga.
Vince la DFB-Pokal der Frauen. (9º titolo)
  • 2014-2015 - 3º in Frauen-Bundesliga.
Semifinalista della DFB-Pokal der Frauen.
Vince la UEFA Women's Champions League. (4º titolo)
Semifinalista di UEFA Women's Champions League.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

L'1. FFC Francoforte gioca le partite casalinghe allo Stadion am Brentanobad, che ha una capienza di 5 200 spettatori[8]. Condivide lo stadio con il Rot-Weiss Francoforte, squadra maschile che partecipa alla quinta serie del campionato di calcio tedesco.

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Calciatrici dell'1. F.F.C. Frankfurt

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

La UEFA Women's Cup 2007-2008 consegnata nelle mani delle giocatrici dell'1. FFC Francoforte
1998-1999, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003, 2004-2005, 2006-2007, 2007-2008
1998-1999, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003, 2006-2007, 2007-2008, 2010-2011, 2013-2014[9]
2001-2002[1], 2005-2006[2], 2007-2008[3]
2014-2015[4]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Frauen-Bundesliga 17 1998-1999 2015-2016 17

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Una partita tra Francoforte e Turbine Potsdam (2008)

Una rivalità si sviluppò tra l'1. FFC Francoforte e le precedenti campionesse della Germania dell'Est del Turbine Potsdam dal 2000 quando il club cominciò la sua ascesa ai vertici della Bundesliga. Questa rivalità continua nella Coppa di Germania e nella coppa europea dove il Turbine Potsdam si qualificò vincendo il titolo nazionale e laureandosi campione d'Europa l'anno dopo il Francoforte.

A parte le rivalità sportive e la rivalità est-ovest, i due club hanno due differenti filosofie di squadra. L'1. FFC Francoforte, in maniera "capitalistica" occidentale, preferisce acquistare giocatrici tedesche e straniere, mentre il Turbine Potsdam, nella tradizione "socialista" orientale, focalizza il suo interesse sullo sviluppo di giovani atlete all'interno del club. Le cessioni di Petra Wimbersky e Karolin Thomas dal Turbine Potsdam al Francoforte ha infiammato questa rivalità, poiché i due club si erano accordati in un contratto non scritto nel non contattare le giocatrici della squadra avversaria senza prima consultare la federazione.[senza fonte]

Grazie alla mancanza di teppismo nel gioco femminile, questa rivalità ha sviluppato una sana competizione nella Bundesliga e ha fortemente contribuito al successo della Nazionale femminile. Esiste, comunque, un potenziale problema in questa rivalità, poiché questi due club sono i più ricchi e c'è la paura che questo possa ridimensionare la competitività del campionato se le due squadre diventassero troppo dominanti.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Rosa estratta dal sito societario[10].

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Desirée Schumann
2 Germania C Isabella Möller
3 Germania D Laura Störzel
4 Germania D Kathrin Hendrich
5 Australia C Emily van Egmond
6 Germania C Saskia Matheis
7 Stati Uniti D Jenista Clark
10 Germania C Dzsenifer Marozsán
11 Germania C Simone Laudehr
13 Germania D Marith Prießen
14 Belgio C Jackie Groenen
15 Germania C Celine Rumpf
16 Germania D Ebru Uzungüney
N. Ruolo Giocatore
17 Germania A Mandy Islacker
18 Germania C Kerstin Garefrekes (c)
19 Germania A Valentina Limani
20 Germania D Melissa Friedrich
21 Svizzera D Ana-Maria Crnogorčević
22 Germania D Jana Löber
23 Germania A Isabelle Linden
24 Germania A Theresa Panfil
25 Germania D Saskia Bartusiak
26 Germania P Cara Bösl
27 Germania D Peggy Kuznik
30 Germania P Anne-Kathrine Kremer
31 Germania P Anke Preuß

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff tecnico aggiornato al dicembre 2015[11]

Staff dell'area tecnica
  • Australia Matt Ross - Allenatore ad interim
  • non conosciuta Kai Rennich - Allenatore in seconda
  • non conosciuta Chris Heck - Coordinatore delle giovanili

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Primo titolo al Francoforte, UEFA.
  2. ^ a b c d Il Francoforte torna sul trono, UEFA.
  3. ^ a b c Francoforte nella storia, UEFA.
  4. ^ a b c (EN) Frankfurt back on top with fourth triumph, UEFA.
  5. ^ a b c d e (DE) Storia dell'1. FFC Francoforte, su www.ffc-frankfurt.de.
  6. ^ Al Duisburg l'ultima UEFA Women's Cup, UEFA.
  7. ^ a b Il Lione ruggisce ancora, UEFA.
  8. ^ (DE) Das Stadion am Brentanobad, su www.ffc-frankfurt.de.
  9. ^ (DE) DFB-Pokal der Frauen: 1. FFC Frankfurt schlägt Essen im Finale souverän, http://www.spiegel.de/, 17 maggio 2014. URL consultato il 27 maggio 2014.
    «Schon zur Pause war das Pokalfinale der Frauen entschieden: Alle drei Tore zum 3:0-Sieg gegen die SGS Essen erzielte der 1. FFC Frankfurt in der ersten Hälfte. Das Team feierte den neunten Pokalsieg - und hat jetzt sogar die Chancen aufs Double.».
  10. ^ (DE) 1. FFC Frankfurt - 2015/2016, ffc-frankfurt.de. URL consultato il 6 ottobre 2015.
  11. ^ Staff tecnico sul sito ufficiale

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]