Totò Ciak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Totò Ciak
"I Royals" in una scena del film
"I Royals" in una scena del film
Paese di produzione Italia
Anno 1967
Durata 51 min circa
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia, musicarello, parodia
Regia Daniele D'Anza
Sceneggiatura Bruno Corbucci, Mario Amendola
Produttore Aldo Pace per la B.L. Vision di Roma
RAI - Radiotelevisione Italiana
Fotografia Marco Scarpelli
Montaggio Sergio Muzzi
Musiche Gianni Ferrio
Scenografia Giorgio Aragno
Interpreti e personaggi

Totò Ciak è un mediometraggio del 1967 di genere comico e musicarello diretto da Daniele D'Anza ed interpretato da Totò al fianco di Ubaldo Lay e Gordon Mitchell. Il film è uno degli ultimi e incompleti girati all'inizio dell'anno che fa parte della serie televisiva della RAI: TuttoTotò.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film è una parodia musicale dei grandi film anni sessanta dell'agente segreto James Bond e del pistolero degli spaghetti western Ringo.

Totò è un agente segreto che assieme al suo collega Sheridan deve sventare un complotto: prima si traveste da cow-boy e combina un disastro in un saloon, poi finisce in uno studio tv.

Passerella canora per Gianni Morandi, I Royals e Bobby Solo. Totò in alcuni tratti è doppiato da Alighiero Noschese.

Totò in una scena di Totò Ciak

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema