Michele Galdieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Galdieri

Michele Galdieri (Napoli, 18 novembre 1902Napoli, 30 novembre 1965) è stato un commediografo, paroliere e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del poeta e drammaturgo Rocco Galdieri, operò per quarant'anni, dal 1925 al 1965, collaborando con i grandi del cinema italiano: Eduardo, Titina e Peppino De Filippo, Totò, Anna Magnani, Odoardo Spadaro, Lucy D'Albert e molti altri. Fu attivo anche in campo teatrale: scrisse un gran numero di commedie e riviste a cavallo della seconda guerra mondiale.

È l'autore dei testi di molte canzoni, fra cui la celeberrima canzone "Munasterio 'e Santa Chiara", lanciata da Giacomo Rondinella negli anni quaranta, e di Portami tante rose, su musica di Cesare Andrea Bixio, interpretata da moltissimi artisti.

Nella rivista Con un palmo di naso, scritta nel 1944 per Totò e Anna Magnani, sbeffeggiò Hitler dopo l'attentato del 20 luglio 1944 e inserì la celebre parodia di Ciccio Formaggio nella quale Mussolini rimprovera gli italiani di non averlo fermato.[1]

Con il maestro Mario Bertolazzi ha scritto, nel 1964, la commedia musicale I trionfi.

Il Festival di Napoli[modifica | modifica wikitesto]

Vinse nel 1954 il terzo Festival di Napoli 1954 con 'E stelle 'e Napule, su musica del masetro Giuseppe Bonavolontà, presentata da Gino Latilla con Carla Boni e da Maria Paris.

Programmi radiofonici RAI[modifica | modifica wikitesto]

Canzoni scritte da Michele Galdieri[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiature cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ennio Bispuri, Vita di Totò, Gremese, Roma, 2000, pag.172-173

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]