Munasterio 'e Santa Chiara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Munasterio 'e Santa Chiara
Artista Ettore Fiorgenti
Autore/i Michele Galdieri - Alberto Barberis.
Genere Musica leggera
Canzone napoletana
Edito da Casa Editrice La Canzonetta
Data 1945

Munasterio 'e Santa Chiara è una canzone scritta dal paroliere Michele Galdieri e dal musicista Alberto Barberis[1]; è una delle più note canzoni napoletane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La canzone venne presentata dalle edizioni musicali La Canmzonetta a Piedigrotta nel 1945[2]; la canzone, interpretata da Ettore Fiorgenti riscosse subito un notevole successo al punto da essere reincisa negli anni successivi da interpreti molto noti come Ebe De Paulis nel 1946, Roberto Murolo nel 1948 e Giacomo Rondinella nel 1949[3].

Nel decennio successivo fu ripresa da Claudio Villa, che nel 1951 la inserì nel 78 giri Luna algerina/Munasterio 'e Santa Chiara (Vis Radio, Vi-4332) e nel 1957 nell'album omonimo (Vis Radio, VIMT 24005)

Negli anni '60 Mario Trevi la incluse nel 45 giri Munasterio 'e Santa Chiara/Scalinatella e nello stesso anno nel 33 giri Canzoni napoletane moderne (Durium, mspr A 300/016), mentre Peppino di Capri la riprese nel 1969 includendola nel disco Munasterio 'e Santa Chiara/Malafemmena (Carisch, VCA 2620); il cantante caprese la reinciderà con un arrangiamento diverso nel 1972 nel 45 giri Magari/Munasterio è santa chiara (Splash, SPH 1013).

Mina l'ha inclusa nel suo album Mina per voi del 1970; successivamente è stata incisa da Iva Zanicchi nel 1977 nel 45 giri Munasterio 'e Santa Chiara/'O destino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.lacanzonetta.it/1/images/700_0_3612559_92418.jpg
  2. ^ http://www.stabiachannel.it/news/StampaNews.asp?idnews=7395
  3. ^ http://www.hitparadeitalia.it/napoli/canzoni/tm.htm

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Becker - La canzone napoletana, Octavo edizioni, Firenze, 1999
  • Vittorio Paliotti - Storia della canzone napoletana, Editore Newton Compton, 2007