Santa Lucia luntana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Lucia luntana
Artista
Autore/i E. A. Mario
Genere Canzone napoletana
Data 1919

"Santa Lucia Luntana" è una canzone napoletana scritta da E. A. Mario nel 1919, dedicata ai tantissimi emigranti napoletani che partivano dal porto di Napoli alla volta di terre lontane (quasi sempre alla volta delle Americhe); le parole del brano sono appunto ispirate ai sentimenti che questi provavano allontanandosi dalla terraferma, fissando il pittoresco panorama del borgo di Santa Lucia, ultimo scorcio della loro terra che riuscivano a vedere, sempre più piccolo, all'orizzonte.

La canzone, che divenne subito un successo non solo popolare e fu molto importante a livello sociale perché portava alla luce la realtà dell'emigrazione - fenomeno fino ad allora misconosciuto dalla cultura ufficiale - fu inclusa nella colonna sonora del film muto italiano Napoli che canta (1926) ed è alla base della trama dell'omonimo film sonoro americano Santa Lucia Luntana (1931), è presente nell'opera teatrale Carosello napoletano (1950), nella versione cinematografica Carosello napoletano del (1953) e come prima canzone nel film di Pasquale Festa Campanile L'emigrante del 1973 con Adriano Celentano.

Nel 2004, la cantautrice Giuni Russo, ne farà un'eccellente interpretazione, inserondola all'interno della suite musicale, del film muto Napoli che canta, e pubblicata nell'album Napoli che canta.

(NAP)

« Partono 'e bastimente
pe' terre assaje luntane...
Cántano a buordo:
só' Napulitane!
Cantano pe' tramente
'o golfo giá scumpare,
e 'a luna, 'a miez'ô mare,
nu poco 'e Napule
lle fa vedé...

Santa Lucia!
Luntano 'a te,
quanta malincunia!
Se gira 'o munno sano,
se va a cercá furtuna...
ma, quanno sponta 'a luna,
luntano 'a Napule
nun se pò stá!

E sònano...Ma 'e mmane
trèmmano 'ncoppe ccorde...
Quanta ricorde, ahimmé,
quanta ricorde...
E 'o core nun 'o sane
nemmeno cu 'e ccanzone:
Sentenno voce e suone,
se mette a chiagnere
ca vò' turná...

Santa Lucia,
............

Santa Lucia, tu tiene
sulo nu poco 'e mare...
ma, cchiù luntana staje,
cchiù bella pare...
E' 'o canto de Ssirene
ca tesse ancora 'e rrezze!
Core nun vò' ricchezze:
si è nato a Napule,
ce vò' murí!

Santa Lucia,
............
 »

(IT)

« Partono le navi
per le terre assai lontane...
Cantano a bordo:
sono Napoletani!
Cantano mentre
il golfo già scompare
e la luna in mezzo al mare
un poco di Napoli
gli fa vedere

Santa Lucia!
Lontano da te
quanta malinconia!
Si gira il mondo intero
si va a cercar fortuna...
ma, quando spunta la luna
lontano da Napoli
non si può stare!

E suonano!Ma le mani
tremano sulle corde...
quanti ricordi, ahimé,
quanti ricordi...
E il cuore non lo guarisci
nemmeno con le canzoni:
sentendo voce e suoni,
si mette a piangere
che vuol tornare...

Santa Lucia,
............

Santa Lucia, tu hai
solo un poco di mare...
ma più lontana sei,
più bella sembri...
Ed il canto delle Sirene
che tesse ancora le reti
Il cuore non vuol ricchezze:
se è nato a Napoli
ci vuol morire!

Santa Lucia,
............
 »

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]