Maruzzella (brano musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maruzzella

Renato Carosone
Artista Renato Carosone
Autore/i Renato Carosone
Enzo Bonagura
Genere Canzone napoletana
Stile ballata mediterranea
beguine
Esecuzioni notevoli Claudio Villa
Anna Magnani
Giuni Russo
Sergio Bruni
Data 1955

Maruzzella è il titolo di una canzone napoletana composta nel 1954 da Renato Carosone per la musica e da Enzo Bonagura per il testo, edita dalle Edizioni musicali Leonardi.

È stata incisa da Carosone e il suo quartetto per la prima volta in un Extended Play pubblicato nel 1955 dalla Pathé (GQ 515) e contenente anche i brani Carlotta, La donna riccia, sul lato A, e Scapricciatiello, sul lato B assieme appunto a Maruzzella.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo è un vezzeggiativo del nome Marisa ma in lingua napoletana può assumere altri significati, come ad esempio quello di chiocciolina o piccola ciocca di capelli intrecciati.

Secondo la tradizione, Carosone si sarebbe ispirato alla moglie Lita per creare con l'apporto del maestro Bonagura un motivo d'amore struggente e di intenso valore romantico basato su un suadente ritmo di beguine che si richiama in maniera palese alle sonorità dell'area mediterranea e mediorientale[1].

Standard senza tempo[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo del motivo, che fu poi interpretato e portato al successo da Claudio Villa - fu preso a prestito da uno dei primi film musicarello: Maruzzella - diretto nel 1956 da Luigi Capuano ed interpretato fra gli altri da Marisa Allasio, Massimo Serato e dallo stesso Carosone.

È stato impiegato, poi, sempre nel cinema, in altri film: nella versione di Anna Magnani, in Nella città l'inferno (del 1959, per la regia di Renato Castellani), nella colonna sonora del film Mean Streets diretto da Martin Scorsese nel 1973 e infine nel docufilm su Napoli Passione diretto da John Turturro e cantata per l'occasione da Gennaro Cosmo Parlato.

Divenuto un classico del repertorio della canzone melodica italiana e non solo partenopea, Maruzzella è stata interpretata da diversi artisti - sia cantanti che attori - fra cui Sergio Bruni, Nicola Arigliano, Mina,Mario Trevi, Gigi D'Alessio, Gennaro Cosmo Parlato, Sal da Vinci, Lina Sastri, Giuni Russo, Renzo Arbore e altri.

Celebre ritornello[modifica | modifica wikitesto]

Il ritornello, che rivela lo struggimento amoroso dell'interprete (Mi fai battere il cuore più forte delle onde: prima mi dici sì, poi dolce dolce mi fai morire) recita:

« Maruzzella Maruzzè, / t'e miso dint'a ll'uocchie / 'o mare e m'e miso / 'npietto a me 'nu dispiacere. / 'Stu core me fai sbattere / cchiù forte 'e ll'onne / quanno 'o cielo è scuro: / primma me dice si, / po' doce doce me fai murì. »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Italica-rai.it - testo del brano

Video[modifica | modifica wikitesto]