Rebelde Way

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rebelde Way
Rebelde Way.png
Titolo originale Rebelde Way
Paese Argentina
Anno 2002 - 2003
Formato serial TV
Genere telenovela
Stagioni 2
Puntate 318
Durata 50 min (episodio)
Lingua originale spagnolo
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Cris Morena
Regia Martin Mariani, Cris Morena
Sceneggiatura Patricia Maldonado
Interpreti e personaggi

(stag.2)

Doppiatori e personaggi

vedi sezione "Doppiatori italiani"

Produttore Cris Morena
Casa di produzione Azul Television, Cris Morena Group, Yair Dori Comunication International
Prima visione
Prima TV Argentina
Dal 27 maggio 2002
Al 18 dicembre 2003
Rete televisiva Canal 9, América 2
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 22 maggio 2011
Al 12 agosto 2011
Rete televisiva Rai 2
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 12 settembre 2011
Al 6 marzo 2014
Rete televisiva Rai Gulp

Rebelde Way è una telenovela argentina prodotta tra il 2002 e il 2003 da Cris Morena. Divisa in due stagioni per un totale di 320 episodi, è un vero fenomeno televisivo[1][2].

Ambientata nel quartiere di Belgrano a Buenos Aires, narra la storia di alcuni adolescenti che studiano nel collegio più prestigioso della città, chiamato "Elite Way School" destinata ai figli delle famiglie più ricche del paese. Tra i vari studenti si distinguono Mia Colucci (Luisana Lopilato), Pablo Bustamante (Benjamín Rojas), Marizza Pia Spìrito/Andrade (Camila Bordonaba) e Manuel Aguirre (Felipe Colombo) che, uniti dalla passione per la musica, formano un gruppo chiamato Erreway[3].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

La storia della telenovela ruota attorno alla vita degli studenti di una prestigiosa scuola privata di Buenos Aires: l'Elite Way School. Per accedere a questa scuola privata occorre pagare una cospicua retta scolastica oppure vincere una borsa di studio; l'istituto accoglie quindi sia assegnisti sia borsisti.

Questi ultimi, però, nel corso della prima stagione saranno perseguitati dalla Loggia, un'organizzazione che ripudia i borsisti e li considera persone non degne di frequentare il prestigioso collegio e farà di tutto per farli espellere dall'istituto. La storia, basata appunto sull'idea della ribellione come indica il titolo della telenovela stessa, presenta anche le caratteristiche di una telenovela classica infatti i personaggi principali (Mia Colucci, Manuel Aguirre, Pablo Bustamante e Marizza Spirito) sono anche protagonisti di numerose storie di vita sociale e intrecci amorosi che danno vita a una storia ricca di avvenimenti e suspense.

La serie, inoltre, ruota attorno alla vita scolastica degli allievi della scuola e alla vita lavorativa oltre che sociale e amorosa del personale didattico della scuola.

Gli allievi attorno cui ruotano le vicende frequentano il terzo anno scolastico.

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

La seconda stagione inizia con il ritorno dalle vacanze estive degli allievi, i quali si trovano ora al quarto anno di scuola. Ai personaggi già presenti nella prima serie se ne aggiungeranno dei nuovi tra cui Laura e la sua sorella minore Lola che diventerà molto amica di Bianca e Sol, una ragazza molto bella e vanitosa che viene obbligata dai suoi genitori a frequentare il collegio nonostante non ne abbia voglia e che diventerà nemica di Mia arrivando persino a cercare di farla espellere..

Episodi[modifica | modifica sorgente]

In Italia la prima stagione divisa in 2 stagioni, mentre la seconda in 3 stagioni con un totale di 5°stagioni in Italia.

Stagione Puntate Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 139 2002 2011 - 2013
Seconda stagione 179 2003 2013-2014

Trasmissione italiana[modifica | modifica sorgente]

Il primo episodio della telenovela è stato trasmesso per la prima volta da Canale Italia e Fox Kids nel 2003, con un doppiaggio differente da quello definitivo[3]. Il 22 maggio 2011 la trasmissione è ricominciata su Rai 2 dal primo episodio in puntate da 25 minuti (quindi una puntata originale veniva trasmessa in due episodi)[3], la trasmissione venne in seguito sospesa. Nel settembre dello stesso anno la trasmissione viene ripresa sul canale tematico per ragazzi Rai Gulp, questa volta rispettando la durata originale degli episodi[4].

Rispetto all'originale e ad altre trasmissioni estere, la prima stagione della serie, in Italia, è stata divisa in tre stagioni. La prima va dal primo episodio al 65[5][6], la seconda fino al 131[7][6] e la terza fino al 139[8][6].

Anche la seconda stagione in Italia è divisa in più parti, la prima va dal primo episodio al 55 ed è stata trasmessa per la prima volta nella primavera del 2013. Le trasmissioni sono poi riprese dall'episodio 56 a partire dal 3 novembre 2013.[9]. La programmazione italiana prevede inoltre che le puntate che vanno da 56 a 120 formano la 4ª serie. Infine, dall'episodio 121 all'episodio 179, formano la quinta stagione.

È stato trasmesso anche uno speciale il 18 aprile 2013: un loro concerto del 2003.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Rebelde Way.
  • Marizza Pia Spìrito, interpretata da Camila Bordonaba:
    È una dei protagonisti principali della serie. È innamorata di Pablo Bustamante, anche se è troppo orgogliosa per confessarglielo. All'inizio non sopporta Mia Colucci ma, con il tempo, diverranno amiche, specialmente quando diventeranno sorellastre. È figlia di Sonia Rei e Martin Andrade. Le sue migliori amiche sono Lujan Linares, Luna Fernandez e Laura Arregui.
  • Pablo Bustamante, interpretata da Benjamín Rojas:
    È uno dei protagonisti principali della serie, innamorato di Marizza. È il ragazzo più popolare della scuola, forse anche perché è figlio del Sindaco di Buenos Aires e di Mora Bustamante. Ama cantare e suonare la chitarra, nonostante più volte il padre glielo impedisca. I suoi migliori amici sono: Tòmas Ezcurra e Guido Lassen.
  • Mia Colucci, interpretata da Luisana Lopilato:
    È una delle protagoniste della serie. È innamorata di Manuel, ragazzo con il quale si fidanzerà e trascorrerà le vacanze estive. Figlia di Franco Colucci e di Marina Caceras, trascorre la maggior parte del suo tempo con le sue migliori amiche, ovvero Felicitas Mitre (chiamata Feli), e Victoria Paz (chiamata Vico).
  • Manuel Aguirre, interpretato da Felipe Colombo:
    È uno dei protagonisti della serie. Di famiglia povera, deciderà di trasferirsi a Buenos Aires per rivendicare la morte del padre, apparente a Franco Colucci, il padre di Mia di cui poi saprà che è innocente. È il fidanzato di Mia. I suoi migliori amici sono: Marcos, Nicholas "Nico" (partito a Santa Fe con la sua neo-moglie, Luna) e Francisco Blanco.

Doppiatori[modifica | modifica sorgente]

Durante il doppiaggio della serie in italiano, i doppiatori sono stati cambiati varie volte[4].

Il primo doppiaggio è riferito al solo primo episodio doppiato nel 2003, il secondo è avvenuto dal primo episodio al 66 e invece il terzo per i restanti episodi[4]. Il cambio dal secondo al terzo è avvenuto a causa della RAI che ha deciso di modificare il cast di doppiaggio della serie. Il quarto è in onda da novembre 2013.

Interprete[10] Primo doppiatore italiano Secondo doppiatore italiano Terzo doppiatore italiano Quarto ed ultimo doppiatore italiano
Benjamin Rojas Francesco Pezzulli Renato Novara Alessio Nissolino -
Felipe Colombo Simone Crisari Paolo De Santis Matteo Liofredi -
Camila Bordonaba Gea Riva Perla Liberatori -
Luisana Lopilato Francesca Bielli Gloria Di Maria Simona Chirizzi
Catherine Fulop Emanuela Rossi Mavi Felli Maura Ragazzoni Emanuela Amato
Martin Seefeld Alessandro Maria D'Errico Pierluigi Astore -
Arturo Bonin Oliviero Corbetta Marco Mori Mino Caprio
Ángeles Balbiani Benedetta Ponticelli Ilaria Egitto Maia Orienti
Jazmín Beccar Varela Monica Bonetto Giorgia Brugnoli Domitilla D'Amico
Georgina Mollo Ludovica De Caro Roberta De Roberto personaggio assente
Boy Olmi Luca Semeraro Sergio Luzi Elio Marconato
Diego Garcia Federico Zanandrea Federico Di Pofi
Guillermo Santa Cruz Gabriele Marchingiglio Mattia Nissolino personaggio assente
Jorge Maggio Stefano Crescentini Massimo Di Benedetto Gianluca Crisafi -
Maria Roji Francesca Guadagno Donatella Fanfani Deborah Ciccorelli -
Diego Mesaglio Maurizio Merluzzo Emanuele Ruzza -
Micaela Vazquez Giuliana Atepi Laura Amadei -
Diego Child Simone Lupinacci Emanuele Perugini

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La serie venne annunciata nell'aprile del 2002, tramite un articolo del quotidiano Clarín in cui si annunciava che a metà maggio sarebbe stata trasmessa la serie su Azul TV[11].

Le riprese della prima stagione iniziarono nei primi mesi del 2002 per concludersi al termine dello stesso anno. La seconda stagione fu invece girata a partire da gennaio 2003.

Rebelde Way è stato scenario dell'ultima apparizione televisiva dell'attore Rubén Green che interpretava Mauricio[12].

Luoghi di riprese[modifica | modifica sorgente]

La serie è stata girata interamente in Argentina, precisamente a Buenos Aires e Belgrano negli studi Mayor, sito nel barrio di Palermo[13]. La sigla è stata girata a San Isidro. Per la prima stagione, le scene all'esterno sono state girate a Mar del Plata ai primi di maggio, quelle all'esterno in seguito[14]. Le riprese avvenivano non prima di mezzogiorno a causa dei reali impegni scolastici degli attori[15].

Casting[modifica | modifica sorgente]

Gli attori principali: Lopilato, Rojas, Bordonaba e Colombo, che provengono dalla serie Chiquititas, sempre di Cris Morena, e vennero prescelti dalla stessa ideatrice. Per scegliere alcune comparse si sono svolti alcuni concorsi. Ogni mese 10 dei selezionati venivano scelti per essere incorporati nella serie, dopo aver frequentato una scuola di canto e ballo.[15]

Alla modella Carolina Ardohain fu chiesto di partecipare alla telenovela e lei accettò, in ruolo minore, nella prima stagione[16].

Nel gennaio del 2003 viene confermata la partecipazione di Miguel Angel Cherutti alla seconda stagione della serie, nel ruolo di un amico di Franco Colucci, Martin/Octavio Andrade. Un'altra parte era stata proposta anche a Christian Sancho, che accettò il ruolo di un professore della scuola[17].

Ascolti[modifica | modifica sorgente]

In patria, ha raggiunto uno share medio tra il 14%[18] e il 28%[19], diventando uno dei programmi con maggior rating[20] e quello più visto del canale in cui è stato trasmesso. Il primo episodio della seconda stagione ha raggiunto un punteggio di 15.5, superato solamente da Telenoche che ha raggiunto 21.7[21] In seguito, il programma ha cambiato canale, passando da Azul Televisión a America TV, e nelle sue prime puntate non ha raggiunto gli ascolti previsti dal canale: ottenendo 9.9% (il programma più visto del giorno) ma non accontentando la dirigenza del canale.[22].

La serie ha raggiunto un buon successo a livello internazionale[23], in particolare in Italia ha avuto un grande successo di ascolti[24].

Anche le versioni locali hanno raggiunto un buon punteggio di rating: la versione messicana, per esempio, ha raggiunto quota 22.8% solo in Messico[25].

Eventi[modifica | modifica sorgente]

La prima presentazione della serie è avvenuta al Shopping Abast di Buenos Aires a cui 5000 persone arrivate al centro commerciale non hanno potuto assistere a causa di troppo affollamento[18]. Era previsto anche lo show dedicato alla serie, con protagonisti i stessi attori, del cast giovanile, dal 14 settembre 2002 con 14 date al Teatro Gran Rex[18] ma poi fu spostato al 20 settembre dello stesso anno con repliche il 21 e il 22 dello stesso mese[26][27] per un totale di 14 rappresentazioni in Argentina e 20 in Israele[28]. In seguito ci furono altre manifestazioni, fino al 2003, quando il gruppo incominciò a svolgere concerti singolarmente e senza il cast. Gli spettacoli sono stati realizzati in Argentina, Ecuador, Spagna, Israele, Perù, Paraguay, Repubblica Dominicana e Uruguay con più di 400.000 spettatori[29].

In Argentina si presentarono a Mendoza, San Juan, Tucumán, Jujuy, Salta, Bariloche, Neuquén, Junín, La Plata e Santa Fe[1].

Data Stato Città Teatro
11 settembre 2002 Argentina Argentina Buenos Aires Shopping Abasto
14 settembre 2002 MuchMusic
20 settembre 2002 Teatro Gran Rex
21 settembre 2002
22 settembre 2002
12 settembre 2003
13 settembre 2003
27 settembre 2003
28 settembre 2003

Media[modifica | modifica sorgente]

Edizioni in DVD[modifica | modifica sorgente]

La serie è stata messa in commercio tramite i DVD degli episodi della serie.[30]

In Spagna, la serie è stata divulgata in DVD a partire dal 2006 dalla Planeta Junior, la compagnia che controlla i diritti della telenovela, divisa in 11 volumi: il primo disco con 5 episodi, i restanti con 3. Tutti sono in digipak con audio Dolby Digital. Era presente sul mercato anche un'edizione speciale in cui era possibile acquistare un cofanetto contenenti i primi 43 episodi e un disco con il film della serie[31].

Anche in Germania lo sceneggiato è stato commercializzato tramite questi canali, divisi in cofanetti da 25 episodi in 4 DVD.

Dalla serie, oltre che i DVD, sono stati anche venduti alcune musicassette contenenti alcuni brani della colonna sonora della serie.

Musica[modifica | modifica sorgente]

La sigla d'apertura nella prima stagione si chiama "Rebelde Way" e invece nella seconda è Tiempo ma dalla puntata 55 ''Para Cosas Buena'' Invece dalla Puntata 81 Ci Sara sempre para cosas buena ma con una coegrafia diversa; la sigla di chiusura è Resistire solo nella prima stagione nella seconda Vas a Salvarte. Tutti gli album, i singoli e i videoclip sono firmati a nome del gruppo musicale Erreway, formatosi durante le riprese della serie.

Anno Dettagli Album Massima Posizione Certificazioni
ARG ISR ESP
2002 Señales 1 1 41
2003 Tiempo 1 1 38
2006 El disco de Rebelde Way 1[34]

Il primo disco è risultato tra i più venduti del 2002 in Argentina, con più di 100 mila copie vendute solo in quel paese. Gli stessi numeri si sono verificati in Israele[35]. Il secondo album, a sole poche settimane dall'uscita, ha venduto 40 mila copie[1].

Oltre a questi album sono stati pubblicati anche di altri ma riguardanti il film oppure il gruppo stesso.

Rivista[modifica | modifica sorgente]

Nel maggio 2002 la produttrice della serie ha annunciato la possibilità di mettere sul mercato una rivista[13]. Questa fu poi messa in commercio dal novembre dello stesso anno per l'Editorial Atlántida, con una tiratura mensile di circa 40.000 copie[20]. Era acquistabile fino al giugno del 2004[29]. Era anche disponibile in Spagna nel 2006 in allegato con il periodico Superpop per l'editrice Planeta Junior[36]. Anche in Israele fu venduta dal 2003. Con la nascita di essa, Cris Morena, per la prima volta, crea una rivista dedicata ad una sua serie.

Fu l'unica rivista dedicata agli adolescenti dei ambo i sessi nel mercato argentino. Conteneva interviste a artisti nazionali e internazionali e altri contenuti riguardanti la fascia d'età della crescita con informazioni riguardanti la serie[29].

Negli anni, ha venduto quota 780 mila copie solamente in Argentina.

Altri prodotti[modifica | modifica sorgente]

Sono stati anche pubblicati sul mercato argentino zaini, quaderni, penne e altri materiali[13]. Inoltre in commercio erano disponibili agende, album di figurine, prodotti cosmetici, poster, prodotti dolciari (lecca lecca e altri), indumenti femminili, occhiali e orologi[20] ma anche lenzuola, cuscini, bandane, magliette e segnalibri.

Adattamenti[modifica | modifica sorgente]

I protagonisti della serie messicana.

La serie è stata venduta in oltre 30 paesi del mondo[20]. Dallo sceneggiato sono stati creati alcune versioni locali in altri paesi:

I diritti per creare una propria versione sono stati venduti anche in Italia nel 2003 alla RAI e alcune trattative erano state avviate nel 2009 tra Mediaset e Cris Morena ma nessuno spin-off fu realizzato[38]. Anche negli Stati Uniti nel 2009 fu annunciata la creazione di una versione ad opera di Jennifer Lopez[39], ma il progetto non fu portato a termine.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Distribuzioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Di seguito vengono indicati i paesi e i rispettivi canali dove è stata trasmessa la telenovela.

In Romania, Russia e Israele la serie è andata in onda coi sottotitoli[25].

Paese Canale/i
Argentina Argentina Azul Televisión/Canal 9 (1ª e 2ª stagione), América TV (2ª stagione)
Volver, Magazine, Telefe
Albania Albania Vizion Plus
Germania Germania Nickelodeon
Australia Australia
Bolivia Bolivia Red ATB
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Pink TV
Bulgaria Bulgaria TV7
Cile Cile Red TV, Telecanal
Colombia Colombia Citytv
Costa Rica Costa Rica Repretel Canal 6
Croazia Croazia Nova TV, Doma Tv
Ecuador Ecuador Gama TV, Canal Uno, Ecuavisa
Slovenia Slovenia Kanal A
Slovacchia Slovacchia Tv Doma
Spagna Spagna Fox Kids, Jetix, Localia, Cuatro
Stati Uniti Stati Uniti La telenovela Network
Guatemala Guatemala ZAZ
Honduras Honduras
Georgia Georgia
Grecia Grecia
Guatemala Guatemala
Honduras Honduras
Israele Israele Jetix, Canal Viva
Italia Italia Rai Due, Rai Gulp
Kazakistan Kazakistan NTK
Messico Messico ZAZ
Moldavia Moldavia
Montenegro Montenegro Pink Tv, Romunijoje TVR2
Nicaragua Nicaragua
Panamá Panamá TVO, Tele 7
Paraguay Paraguay Sistema Nacional de Televisión
Perù Perù Frecuencia Latina, Yups, Jetix
Polonia Polonia TV4
Portogallo Portogallo SBT
Porto Rico Porto Rico LaTeleNovela Network
Rep. Ceca Rep. Ceca Tv Doma
Macedonia Macedonia Pink Tv
Rep. Dominicana Rep. Dominicana Tele Antillas
Romania Romania
Russia Russia REN-TV, Teen TV
El Salvador El Salvador
Serbia Serbia B92
Turchia Turchia Kanal D
Uruguay Uruguay Teledoce
Venezuela Venezuela La Tele

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

La serie, nonostante sia stata molto apprezzata dagli adolescenti, è stata criticata per i temi trattati che riguardavano la corruzione della gente di potere, la bulimia, la relazione tra padre e figli, la droga e il sesso[44]. A parte, si può notare che ha raggiunto un buon successo di ascolti nella maggior parte degli Stati dove è stata trasmessa la telenovela, vendite di dischi superiore ai cinque milioni di euro in tutto il mondo[3] e anche un buon successo nel tour svolto. L'agenzia svizzera The Wit, ha stilato una classifica delle 50 serie televisive più importanti divise per anno e nell'anno 2003, si colloca proprio la telenovela Rebelde Way[45] poiché è riuscita ad influenzare chi l'ha seguita e anche la cultura di alcuni paesi.

La giornalista Doreen Carvajal del The New York Times ha analizzato il fenomeno delle telenovele nel mondo, partendo proprio da quella in questione. Infatti, afferma che "per tutti i crepacuore, le telenovela contemporanee non sono solo il prime-time fantasia ma anche un'internazionale marketing con la promessa di ricavi di vendite da dischi, concerti dal vivo, pubblicità di prodotti e merchandising che comprende anche astucci e gel per capelli"[25].

Anche alcuni personaggi della serie furono criticati: come quello di Mia, troppo capriccioso e manipolatore, simile ad una giovane Cleopatra[46] e quello di Marizza[47]. Nonostante ciò, in un articolo del quotidiano Clarin dell' ottobre del 2002 il personaggio della Lopilato fu giudicato come uno che ha rinnovato la televisione argentina, insieme a Celeste Cid, Marcela Kloosterboer e seguita da Camila Bordonaba[48].

In Israele, la serie fu criticata perché conteneva elementi razzisti, in quanto i personaggi di Nico - di religione ebrea - e il personaggio di Luna - di religione cattolica - sono fidanzati e i genitori di lui cercano di obbligarlo a lasciarla perché non è della stessa religione. Inoltre fu analizzata negativamente per il tema delle borse di studio che venivano date solamente a chi era in una situazione economica minore rispetto a quella dei figli di un sindaco, di attrici e di imprenditori e che pagavano la retta con i propri soldi. Fu anche giudicata perché, per la fascia d'età a cui è indirizzata, i bambini e i ragazzi non riuscivano a capire le informazioni che trasmettevano.

Seguito[modifica | modifica sorgente]

Dopo il successo della serie, è stato scelto di creare un seguito cinematografico. Nel novembre del 2003 iniziò il progetto, le riprese nel febbraio del 2004 con il regista Tomás Yankelevich ed ha come protagonisti solamente i protagonisti: Luisana Lopilato, Camila Bordonaba, Felipe Colombo e Benjamín Rojas del gruppo Erreway[49]. La pellicola è stata pubblicata il 1º luglio 2004 con il titolo Erreway: 4 caminos

In seguito furono pubblicati altri album, fino al 2007, quando il gruppo fu sciolto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (ES) Un fenómeno sin fronteras in Clarin, clarin.com, 27 luglio 2003. URL consultato il 23 luglio 2013.
  2. ^ (ES) Jennifer López producirá la versión estadounidense de 'Rebelde way' in El Mundo, elmundo.es. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  3. ^ a b c d TV – La telenovela “Rebelde Way” su Rai 2, antoniogenna.com, 22 maggio 2011. URL consultato il 20 luglio 2013.
  4. ^ a b c Rebelde Way, antoniogenna.net. URL consultato il 20 luglio 2013.
  5. ^ Rebelde Way I, rai.it. URL consultato il 20 luglio 2013.
  6. ^ a b c Televideo RAI
  7. ^ Rebelde Way II, rai.it. URL consultato il 20 luglio 2013.
  8. ^ Rebelde Way III, rai.it. URL consultato il 20 luglio 2013.
  9. ^ Stefania Stefanelli, Rai Yoyo e Rai Gulp palinsesti autunno 2013, davidemaggio.it, 28 giugno 2013. URL consultato il 20 luglio 2013.
  10. ^ Rebelde Way (2002/2003), nuestroactores.com.ar. URL consultato il 22 luglio 2013.
  11. ^ (ES) Breves II in Clarin, clarin.com. URL consultato il 20 luglio 2013.
  12. ^ (ES) Murió Rubén Green in Clarin, clarin.com, 9 aprile 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  13. ^ a b c (ES) Miriam Molero, Una rebelde con causa in La Nacion, lanacion.com.ar, 27 maggio 2002. URL consultato il 20 luglio 2013.
  14. ^ (ES) Breves II in Clarin, clarin.com. URL consultato il 3 maggio 2002.
  15. ^ a b (ES) Laura Gentile, Sinfonía para adolescentes in Clarin, clarin.com, 27 maggio 2002. URL consultato il 20 luglio 2013.
  16. ^ (ES) No le crean a Pampita cuando dice que cumplió 21, clarin.com, 14 luglio 2002. URL consultato il 20 luglio 2013.
  17. ^ (ES) Breves in Clarin, clarin.com, 28 gennaio 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  18. ^ a b c Erre Way: el pop de Chris in Clarin, clarin.com, 23 agosto 2002. URL consultato il 20 luglio 2013.
  19. ^ (ES) Rebelde Way, crismorenagroup.com.ar. URL consultato il 21 luglio 2013.
  20. ^ a b c d (ES) Cris Morena Group, crismorenagroup.com.ar. URL consultato il 20 luglio 2013.
  21. ^ Breves in Clarin, clarin.com, 12 marzo 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  22. ^ (ES) El rating del mes in Clarin, clarin.com, 5 agosto 2003. URL consultato il 24 luglio 2003.
  23. ^ Rebelde Way: i personaggi della telenovela argentina [FOTO], televisionando.it. URL consultato il 20 luglio 2013.
  24. ^ Rebelde Way: aspettando le nuove puntate si canta con gli Erreway, rai.it, 15 settembre 2012. URL consultato il 20 luglio 2013.
  25. ^ a b c (EN) Doreen Carvajal, Where the passion is hotand the marketers follow in The New York Times, nytimes.com, 10 luglio 2005. URL consultato il 21 luglio 2013.
  26. ^ (ES) Información in Clarin, clarin.com, 21 settembre 2002.
  27. ^ (ES) Erreway se le anima al Gran Rex, terra.com.ar, 29 agosto 2002. URL consultato il 20 luglio 2013.
  28. ^ (ES) La ficción fue el orígen in Clarin, clarin.com, 18 aprile 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  29. ^ a b c (ES) Erreway, crismorenagroup.com.ar. URL consultato il 21 luglio 2013.
  30. ^ (ES) Rebelde Way - Volumen 1, zonadvd.com. URL consultato il 20 luglio 2013.
  31. ^ (ES) Rebelde Way en DVD, eslatele.com, 14 febbraio 2007. URL consultato il 22 luglio 2013.
  32. ^ Discos de Oro y Platino – "Señales" in CAPIF. URL consultato il 4 maggio 2011.
  33. ^ Discos de Oro y Platino – "Tiempo in CAPIF. URL consultato il 4 maggio 2011.
  34. ^ (ES) Erreway, spanishcharts.com. URL consultato il 22 luglio 2013.
  35. ^ (ES) Breves in Clarin, clarin.com, 8 gennaio 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  36. ^ (ES) Ya esta a la venta la revista oficial de Rebelde Way, seriesadictos.com, 26 aprile 2006. URL consultato il 20 luglio 2013.
  37. ^ [(ES) Record define quem será quem na versão brasileira de Rebelde, noticias.r7.com, 29 ottobre 2010.
  38. ^ Segunda-feira, italia1tv.it, 16 febbraio 2009. URL consultato il 20 luglio 2013.
  39. ^ Leila Cobo, Lopez Firm Produces Fox's 'Rebelde Way, billboard.com. URL consultato il 7 settembre 2009.
  40. ^ (ES) 2003 Aire, aptra.org.ar. URL consultato il 20 luglio 2013.
  41. ^ (ES) Baby Etchecopar arrasó con los premios Don Segundo Sombra, pagina12.com.ar, 3 giugno 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  42. ^ a b (ES) De malo en peor in Clarin, clarin.com, 29 marzo 2003. URL consultato il 22 luglio 2013.
  43. ^ (ES) Miriam Molero, La fiesta del premio Inte in La Nacion, lanacion.com.ar, 14 giugno 2003. URL consultato il 23 luglio 2013.
  44. ^ (ES) Biografia, losangelesdecris.bizhat.com. URL consultato il 20 luglio 2013.
  45. ^ Ecco i 50 show più importanti di tutti i tempi, telefilm-central.org. URL consultato il 21 luglio 2013.
  46. ^ (ES) El cielo y el infierno in Clarin, clarin.com, 9 giugno 2002. URL consultato il 20 luglio 2013.
  47. ^ (ES) Fernanda Iglesias, Rebelde Way: ningunas blancas palomitas in Clarin, clarin.com, 3 luglio 2002.
  48. ^ (ES) Fernanda Iglesias, Lindas, jóvenes... y conflictivas in Clarin, clarin.com. URL consultato il 21 luglio 2013.
  49. ^ (ES) Clarin, Telones y pantallas, clarin.com, 16 novembre 2003. URL consultato il 4 agosto 2013.
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione