Premio Nobel (film 1967)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Premio Nobel
Paese di produzione Italia
Anno 1967
Durata 46 minuti
Colore B/N
Audio sonoro
Genere film tv, commedia
Regia Daniele D'Anza
Sceneggiatura Antonio De Curtis, Michele Galdieri, Bruno Corbucci
Produttore Aldo Pace
Casa di produzione B.L. Vision
Distribuzione (Italia) RAI - Radiotelevisione Italiana
Fotografia Marco Scarpelli
Musiche Gianni Ferrio
Scenografia Giorgio Aragno
Interpreti e personaggi
« Trombetta? E chi è che non conosce quel Trombone di suo padre?! »
(Totò)

Premio Nobel è un film per la televisione realizzato nel 1967 che fa parte dei 9 episodi della serie televisiva TuttoTotò.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Corrado, nella veste di giornalista, si reca ad intervistare il professor Serafino Bolletta, probabile vincitore del prossimo Premio Nobel. Con grande stupore scopre che si tratta di un personaggio piuttosto bizzarro, indebitato con tutti i commercianti del quartiere, le cui invenzioni sono decisamente ridicole.

Una volta ricevuta la conferma ufficiale di assegnazione del Premio Nobel, il professor Bolletta decide di partire da solo per Stoccolma. Sul vagone letto del treno finisce nello stesso scompartimento dell'onorevole Cosimo Trombetta, dove ha luogo il famosissimo sketch tra Totò e Mario Castellani.

L'improvviso arrivo della seducente baronessa Simonetta Bagneroli della Stufa, che finge di essere inseguita da un violento spasimante e chiede ospitalità, crea lo scompiglio, anche perché ci sono soltanto due letti a disposizione. Alla fine la baronessa riesce a cacciare entrambi dallo scompartimento e a goderselo tutto per sé.

Il film si conclude con la baronessa che accompagna il professor Bolletta durante la cerimonia di premiazione del Nobel e si impadronisce dell'assegno che viene consegnato al vincitore.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La celeberrima gag del vagone letto era già stata inserita da Totò, sempre accompagnato da Mario Castellani, nel film Totò a colori quindici anni prima.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema