Posse Comitatus Act

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Posse Comitatus Act è una legge federale degli Stati Uniti d'America (18 USC 1385) intesa a proibire alle truppe federali di supervisionare le elezioni negli ex stati confederati.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

venne approvata il 18 giugno 1878, dopo la fine dell'era della ricostruzione. L'atto originale si riferiva esclusivamente all'esercito degli Stati Uniti. Nel 1956 vi fu aggiunta anche l'Air Force, mentre la marina e il corpo dei marines (USMC) furono aggiunti da un decreto del Dipartimento della difesa. La legge viene spesso citata quando il Dipartimento della difesa sembra interferire nei disordini domestici.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

In generale proibisce al personale militare federale e alle unità della Guardia Nazionale degli Stati Uniti sotto l'autorità federale, di agire come forze dell'ordine entro gli Stati Uniti, tranne quando espressamente autorizzate dalla Costituzione o dal Congresso.

Limitazioni[modifica | modifica sorgente]

Vi sono una serie di casi nei quali l'Atto non si applica. Essi includono:

  • La Guardia Nazionale degli Stati Uniti sotto il comando del governatore di uno stato;
  • Le truppe quando vengono utilizzate dall'autorità federale per reprimere atti di violenza domestica, come nel caso dei disordini di Los Angeles nel 1992;
  • Le truppe utilizzate sotto il comando del Presidente degli Stati Uniti in conformità all'Insurrection Act del 1807;
  • In base all'art.831 del United States Code (U.S.C.), l'Attorney general può richiedere al Segretario alla difesa di fornire assistenza di emergenza nel caso in cui le forze di sicurezza civili siano inadeguate a fronteggiare determinati tipi di minaccia che prevedono l'uso di materiali nucleari, come ad esempio le armi nucleari. Tale assistenza può essere fornita da qualsiasi militare sotto il comando del Dipartimento della difesa.

Eccezioni[modifica | modifica sorgente]

Guardia costiera[modifica | modifica sorgente]

Pur essendo una forza militare, la United States Coast Guard, che normalmente fa capo al Dipartimento della sicurezza nazionale, è esclusa dal Posse Comitatus Ac' e segue l'ordinamento legislativo degli Stati Uniti, anche quando opera congiuntamente con la marina.

  • Nel dicembre 1981 sono state approvate leggi addizionali per regolare l'uso di personale militare come supporto alle autorità civili di pubblica sicurezza e alla Guardia costiera, specialmente per contrastare il traffico di droga in territorio americano. Gli emendamenti al Posse Comitatus pongono l'accento sull'assistenza tecnica e di supporto (es. l'uso delle strumentazioni, delle armi, delle unità navali, della rete di informazione, supporto tecnologico, sorveglianza) mentre in genere proibiscono la partecipazione diretta del personale del Dipartimento della difesa nelle operazioni (es. ricerca, cattura e arresto).

Ad esempio, i Coast Guard Law Enforcement Detachments (LEDETS) sono in servizio sulle navi della marina e si occupano dell'abbordaggio delle navi sospettate di trasportare droga e, se necessario, ne arrestano l'equipaggio.

Emergenza pubblica[modifica | modifica sorgente]

La sezione 1076 della Public Law 109-364, o "John Warner Defense Authorization Act of 2007" (H.R.5122) ha emendato il Posse Comitatus Act e il The Insurrection Act (che pure pone dei limiti sullo spiegamento domestico dell'esercito) per permettere al governo federale di prendere il controllo unilaterale della Guardia Nazionale e posizionare le truppe federali in qualunque punto del paese durante un'emergenza pubblica.

Il contenuto[modifica | modifica sorgente]

Sec. 1385. - Relativo all'uso dell'esercito e dell'Air Force come squadre di combattimento
"Chiunque, eccetto i casi e le circostanze espressamente autorizzate dalla Costituzione o da un atto del Congresso, utilizza volontariamente parte dell'esercito o dell'Air Force come squadre di combattimento ovvero per dare esecuzione alle leggi sarà sottoposto a giudizio ovvero imprigionato per un periodo non superiore a due anni, o entrambe le cose".

TITLE 6 CHAPTER 1 SUBCHAPTER VIII Part H Sec. 466. Il Congresso approva quanto segue:

  1. La sezione 1385 del titolo 18 (comunemente conosciuto come Posse Comitatus Act) proibisce l'uso delle Forze armate come squadre operative d'intervento ad eccezione dei casi e delle circostanze espressamente autorizzate dalla Costituzione o da un atto del Congresso.
  2. Approvato nel 1878, il Posse Comitatus Act aveva il compito originario di impedire che gli United States Marshals, di propria iniziativa, utilizzassero l'esercito per far rispettare la legge federale.
  3. Alcuni ritengono che il Posse Comitatus Act sia servito a limitare l'uso delle forze armate per far rispettare la legge. Se ciò sia positivo o negativo è oggetto di dibattito.
  4. Il Posse Comitatus Act non funge da totale impedimento all'uso delle forze armate per una serie di scopi civili, incluso il rispetto della legge, qualora tale uso sia approvato da un atto del Congresso o il Presidente ritenga che l'uso delle forze armate sia necessario a svolgere i compiti che gli vengono assegnati dalla Costituzione riguardo alla sicurezza nazionale, una risposta efficace in caso di insurrezioni o altre importanti emergenze.
  5. Le leggi esistenti, incluso il Titolo 10, Capitolo 15 (conosciuto comunemente come Insurrection Act) e il Robert T. Stafford Disaster Relief and Emergency Assistance Act (Titolo 42, Capitolo 68), garantiscono al Presidente ampi poteri che possono essere invocati in caso di emergenza (incluso un attacco alla nazione attraverso armi di distruzione di massa). L'atto consentiva al Presidente di chiamare l'esercito all'interno degli Stati Uniti solo in casi di insurrezione o in condizioni in cui “ una ribellione contro l'autorità degli Stati Uniti, renda impraticabile per l'ordinario corso dei procedimenti giuridici ottenere il rispetto delle leggi degli Stati Uniti in un qualunque Stato o territorio ”.
  1. Il Posse Comitatus Act può essere rimpiazzato, stralciato o modificato attraverso un semplice atto del Congresso.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]