Posse comitatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati di Posse, vedi Posse (disambigua).

La locuzione posse comitatus (in latino, "forza della contea", indicante una sorta di milizia locale[1]), negli ordinamenti di common law, si riferiva all'autorità conferita allo sceriffo della contea di arruolare qualsiasi individuo maschile fisicamente abile, dell'età di diciotto anni o più, per assisterlo nel mantenimento della pace (cioè dell'ordine pubblico) o nell'inseguimento e arresto di un criminale.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1642, durante le prime fasi della Guerra civile inglese, forze locali venivano impiegate dovunque da tutte le fazioni che potessero indurle a radunarsi, esibendo valide autorizzazioni scritte. Le due autorizzazioni più comunemente usate erano, dalla parte del Parlamento, la sua recente "Ordinanza della Milizia" (Militia Ordinance); o dalla parte del re, gli antiquati "Mandati di schieramento" (Commissions of Array).
Ma il capo realista in Cornovaglia, Sir Ralph Hopton, accusò i nemici dinanzi al grand jury della contea di essere "disturbatori della pace", e fece convocare il posse comitatus per espellerli.

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Posse Comitatus Act.

Con i moderni metodi di polizia, anche negli Stati Uniti d'America il posse comitatus è generalmente un istituto obsoleto (con alcune notevoli eccezioni - vedi, ad esempio, l'uso di una "posse dello sceriffo" da parte dello sceriffo Joe Arpaio della Contea di Maricopa, Arizona). Il potere, tuttavia, continua presumibilmente ad esistere in quegli stati della federazione che non lo hanno abrogato e che ancora lo prevedono nel loro statuto.[2] Il ricorso al posse comitatus figura spesso nelle trame dei film western, dove il gruppo di uomini reclutato (ad esempio per inseguire i banditi) viene spesso chiamato posse. In molti stati, specialmente nell'ovest degli Stati Uniti, gli sceriffi e altre autorità di polizia hanno chiamato i loro gruppi ausiliari civili posse.
Il massacro di Lattimer del 1897, in Pennsylvania - in cui una di queste posse dello sceriffo, durante una manifestazione di minatori, uccise diciannove manifestanti disarmati e ne ferì molti altri - dimostrò chiaramente il pericolo insito nel ricorso a tali gruppi, ponendo così fine al loro utilizzo in situazioni di disordine civile. Alcuni stati prevedono comunque ancora oggi la posse nel loro statuto. D'altra parte, se è ormai più teorica che reale l'ipotesi di comuni cittadini che aiutano lo sceriffo della contea nell'esercizio di funzioni di polizia strictu sensu (ricercare e arrestare criminali), è invece abbastanza frequente il caso di squadre di volontari civili che collaborano allo svolgimento di altre attività, soprattutto in situazioni di emergenza. Esempio classico le operazioni di ricerca e salvataggio di persone disperse o colpite da calamità naturali.

Negli USA, uno statuto federale noto come Posse Comitatus Act proibisce l'uso dell'Esercito degli Stati Uniti e della sua propaggine, l'Aviazione, come posse comitatus o per fini di polizia. Una direttiva del Segretario della difesa vieta altresì l'uso della Marina e del Corpo dei Marines per fini di polizia. Tale limitazione non esiste invece per la Guardia Costiera, che può essere impiegata per tutte le funzioni di polizia (ad esempio, uomini della Guardia Costiera furono utilizzati provvisoriamente come agenti federali dell'aria (air marshals)[3] per molti mesi dopo gli attacchi dell'11 settembre).

Il Posse Comitatus Act fu quasi interamente abrogato dalla Public Law 109-364[4], detta anche John Warner Defense Authorization Act of 2007 (H.R.5122) (2) (lett. "Legge John Warner di autorizzazione alla difesa del 2007"), che fu firmata dal presidente George W. Bush il 17 ottobre 2006, in una cerimonia privata nello Studio Ovale. Questa legge consente al Presidente degli Stati Uniti di dichiarare un'"emergenza pubblica" stanziando truppe in qualunque parte d'America e prendendo il controllo delle unità della Guardia Nazionale aventi sede nello stato senza il consenso del governatore o delle autorità locali, al fine di "sopprimere disordini pubblici".
La sezione 1076 di questo voluminoso Authorization Act, che concede anche fondi aggiuntivi al Pentagono per oltre 500 miliardi di dollari, è intitolata "Uso delle Forze armate nelle principali emergenze pubbliche". La sezione 333, "Principali emergenze pubbliche; interferenza con la legge statale e federale", afferma che "il Presidente può impiegare le Forze armate, compresa la Guardia Nazionale nel Servizio federale, per ristabilire l'ordine pubblico e far rispettare le leggi degli Stati Uniti quando, come risultato di un disastro naturale, di un'epidemia, o altra grave emergenza di sanità pubblica, di un attacco terroristico o di un incidente, o altra condizione in qualsiasi Stato o possedimento degli Stati Uniti, il Presidente stabilisce che la violenza interna ha raggiunto un livello tale che le autorità costituite dello Stato o possedimento sono incapaci di mantenere l'ordine pubblico", al fine di "sopprimere, in qualsiasi Stato, qualsiasi insurrezione, violenza interna, unione illegale o cospirazione". Questa disposizione fu poi abrogata nel 2008.[5]

Il disuso pratico del posse comitatus, e la sua esistenza proseguita ai margini della legalità come potere legale teorico è stato, come la milizia, argomento per dibattiti sul significato del Secondo emendamento alla Costituzione.

Le derive criminali[modifica | modifica wikitesto]

A causa del rapporto tra posse comitatus e possibilità dei cittadini di girare legalmente armati, negli Stati Uniti un'organizzazione o un gruppo di organizzazioni di estrema destra ha assunto il nome di Posse Comitatus, adottando posizioni violentemente razziste e antisemite e contestando l'autorità del governo federale, mentre riconosce come suprema autorità di governo negli Stati Uniti lo sceriffo della contea. Il gruppo è stato inoltre coinvolto nell'omicidio di alcuni agenti dello United States Marshals Service e in altri gravi crimini.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1][2][3][4]
  2. ^ W.Va. Code 56-3-18
  3. ^ Negli Stati Uniti, gli air marshals o sky marshals sono agenti di sicurezza federali che viaggiano in incognito a bordo di aerei di linea commerciali per garantire la protezione dei voli, in particolare contro possibili attacchi terroristici. Fanno capo al cosiddetto Federal Air Marshal Service.
  4. ^ Le leggi del Congresso statunitense (Congress Acts) sono denominate o Public Laws (lett. "leggi pubbliche"), relative alla società in generale, o Private Laws, relative a specifici individui. Dal 1957 tutte le leggi del Congresso sono designate come "Public Law X-Y" o "Private Law X-Y", dove X è il numero del Congresso e Y è un numero progressivo assegnato a ciascuna legge.
  5. ^ Template:EN National Defense Authorization Act for Fiscal Year 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto