Oružane snage Bosne i Hercegovine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oružane snage Bosne i Hercegovine
Coat of arms of Bosnia and Herzegovina.svg
Stemma delle armate della Bosnia ed Erzegovina
Descrizione generale
Attiva 2005 - oggi
Nazione Bosnia ed Erzegovina
Servizio Esercito terrestre - marina - aeronautica
Comandanti
Comandante attuale Bakir Izetbegović

Forze armate della Bosnia ed Erzegovina sul sito della CIA

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La Oružane snage Bosne i Hercegovine (in cirillico: Оружане снаге Босне и Херцеговине, ОСБИХ; il cui acronimo è OSBIH) è la forza armata ufficiale della Bosnia ed Erzegovina. Unificata nel 2005, è composta da due fondamentali unità: l'esercito bosniaco-croato della Federazione della Bosnia ed Erzegovina e l'esercito serbo-bosniaco della Repubblica di Srpska.

Il Ministero della Difesa della Bosnia ed Erzegovina, istituito nel 2004, ha organizzato le forze armate di stato. Conta di circa 15000 truppe professionali e attive, 5000 di riserva e un gruppo di 1000 civili.

Catena di comando[modifica | modifica wikitesto]

Il comandante supremo delle forze armate è il presidente della Bosnia ed Erzegovina in carica. Pertanto, la presidenza comanda l'armata bosniaca, poi il Ministero della Difesa con il ministro Selmo Cikotić, poi i Capi di Stato Maggiore con Sifet Podžić a capo. Il comandante del Capo di Stato Maggiore è il Tenente Generale Miladin Milojčić. La coscrizione venne completamente abolita in Bosnia ed Erzegovina a partire dal 1 gennaio del 2006.

Campi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Le forze armate della Bosnia ed Erzegovina si occupano delle seguenti aree: l'esercito nazionale, le istituzioni governative, le giurisdizioni di entità e strutture, il bilancio e il finanziamento, la composizione delle forze armate, dichiarazioni di guerra, cataclismi naturali, conflitti d'interesse e di professionismo, giuramento alla Bosnia ed Erzegovina, bandiere, inno, insegne militari e ordini transitori e finali.

Struttura gerarchica del comando

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La AFBiH era formata da tre armate del periodo della Guerra bosniaca: l'armata bosniaca della Armata della Repubblica di Bosnia ed Erzegovina, quella serba della Vojska Republike Srpske e il Consiglio di difesa croato.

L'Armata della Repubblica di Bosnia ed Erzegovina fu creata il 15 aprile del 1992 durante i primi anni della Guerra Bosniaca. Prima che la ARBiH fosse creata, esisteva la difesa territoriale, un'armata ufficiale della Repubblica della Bosnia ed Erzegovina e gruppi di paramilitari come il "Berretto Verde", la "Lega Patriottica" o la Difesa civile e anche come gruppi criminali, di poliziotti e di militari professionisti. L'armata venne istituita in un periodo di povertà, che non aveva consentito alla nazione carri armati o ATT e nemmeno un assetto di aviazione. Il primo comandante è stato Sefer Halilović.

L'Esercito Serbo-Bosniaco, invece, nacque il 12 maggio 1992. Questo corpo portò alla dissoluzione di altri gruppi come l'Armata Popolare Jugoslava o il gruppo di paramilitari Srpska Dobrovoljačka Garda. Al contrario dell'Armata della Repubblica di Bosnia ed Erzegovina, disponeva anche di un assetto di aviazione (Hrvatsko ratno zrakoplovstvo i protuzračna obrana) e di circa 200 carri armati, per lo più T-54/55 e M-84, nonché ATT.

Nel 2004 venne resa ufficiale la creazione delle forze armate della Bosnia ed Erzegovina, che contava di circa 7000 truppe[1]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Armed Forces Bosnia Herzegovina - Operational Command.png

Le unità militari sono sotto il comando dello staff delle forze armata della Bosnia ed Erzegovina a Sarajevo. Esso è diviso in: comando operativo e comando di supporto. Ci sono tre reggimenti ciascuno formato da soldati di tre gruppi etnici: bosniaci, croati e serbi. Ciascuno dei reggimenti è diviso in brigate.

  • Comando operativo (Sarajevo)
    • 4ª brigata di fanteria (Tuzla)
      • (Bosniaco) Battaglione di fanteria (Tuzla)
      • (Serbi) Battaglione di fanteria (Bijeljina)
      • (Croati) Battaglione di fanteria (Orašje)
      • Compagnia di ricognizione
    • 5ª brigata di fanteria (Banja Luka)
      • (Serbi) Battaglione di fanteria (Banja Luka)
      • (Croati) Battaglione di fanteria (Livno)
      • (Bosniaci) Battaglione di fanteria (Bihać)
      • Compagnia di ricognizione
    • 6ª brigata di fanteria (Čapljina)
      • (Croati) Battaglione di fanteria (Čapljina)
      • (Bosniaci) Battaglione di fanteria (Goražde)
      • (Serbi) Battaglione di fanteria (Bileća)
      • Compagnia di ricognizione
    • Brigata di supporto tattico (Sarajevo)
      • Battaglione corazzato (Tuzla)*** Battaglione di artiglieria (Žepče)
      • Battaglione di tecnici
      • Battaglione della Intelligence militare (Butilama)
      • Battaglione di polizia militare (Butilama)
      • Battaglione per lo sminamento (Bugojno)
      • NBC Compagnia difensiva
    • Forze aeree e anti-aeree (Sarajevo, Banja Luka, Tuzla)
      • Battaglione di elicotteri (Sarajevo)
      • Battaglione per la difesa aerea (Sarajevo)
      • Battaglione di vigilanza (Banja Luka)
      • Battaglione di supporto aereo (Sarajevo, Banja Luka)
  • Comando di supporto (Banja Luka)
    • Comando per l'insegnamento e training
      • Centro di simulazione del combattimento
      • Centro di sviluppo professionale
        • Scuola per la formazione degli ufficiali
        • Scuola NCO
        • Centro per le lingue straniere
    • Comando logistico
      • Principale base logistica (Doboj and Sarajevo)
      • 1º battaglione di supporto logistico
      • 2º battaglione di supporto logistico
      • 3º battaglione di supporto logistico
      • 4º battaglione di supporto logistico
      • 5º battaglione di supporto logistico

All'interno delle forze armate, ci sono anche dei servizi. Tra questi il servizio tecnico, quello per le tecnologie aeree, per la polizia militare, per le comunicazioni, servizio sanitario, finanziario, legale, religioso e musicale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Forze armate della Bosnia ed Erzegovina sul sito della CIA

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]