FN SCAR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FN SCAR
Il modello standard SCAR-L (sopra) e la versione per 7,62 mm SCAR-H (sotto).
Il modello standard SCAR-L (sopra) e la versione per 7,62 mm SCAR-H (sotto).
Tipo (SCAR-L) Fucile d'assalto
(SCAR-H) Fucile da battaglia
Origine Belgio Belgio
Impiego
Utilizzatori Forze Speciali del Belgio e Forze Armate Slovene e forze speciali statunitensi Forze Speciali Italiane
Produzione
Progettista Fabrique Nationale de Herstal
Date di produzione 2009- presente
Varianti FN SCAR-L
FN SCAR-H
Descrizione
Peso 3,5 kg versione L
3,86 kg versione H
Lunghezza Versione L 620-850 mm (a seconda della canna)
Versione H 770-997 mm (a seconda della canna)
Lunghezza canna VersioneL:
254 mm (CQC),
355 mm (Standard),
457 mm (LB).
Versione H:
330 mm (CQC),
406 mm (Standard),
508 mm (LB)
Calibro 5,56 mm,
7,62 mm
Tipo munizioni 5,56 × 45 mm

7,62 x 51 mm NATO

7,62 × 39 mm
Azionamento a sottrazione di gas
Alimentazione Caricatore STANAG da 30 cartucce per versione L o Beta C-Mag da 100 cartucce
caricatore da 20 cartucce per versione H

Modern Firearms.ru[1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

L'FN SCAR è un fucile d'ordinanza modulare a fuoco selettivo sviluppato dalla Fabrique National d'Herstal (FN) su richiesta dello US SOCOM.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

L'appalto del SOCOM prevedeva che la nuova arma fosse disponibile in due versioni, a cui corrispondevano diversi calibri:

I due modelli sono simili nel 90% dei pezzi e il cambio di canna richiede pochi minuti senza bisogno di ulteriori aggiustamenti. L'idea chiave dello SCAR è la modularità, cioè la capacità di fornire all'operatore un'ampia varietà d'opzioni a cominciare dalla canna che può essere scelta corta per il combattimento ravvicinato o lunga per una variante di precisione che poteva utilizzare anche munizioni raccolte sul campo come quelle degli AK-47. Entrambe le versioni, sono quindi disponibili in tre varianti:

  • Standard (S);
  • per combattimento ravvicinato (CQC da Close Quarter Combat);
  • Sniper (SV da Sniper Variant o LB da Long Barrel cioè canna lunga).

Tutte queste varianti non modificano le procedure di manutenzione, gli equipaggiamenti opzionali utilizzabili o i sistemi di controllo come il selettore di fuoco. Alla fine del 2008, la FN ha introdotto versioni semiautomatiche dei due SCAR per uso civile chiamate 16S (versione light) e 17S (versione heavy). Le fabbriche di produzione hanno sede a Columbia, South Carolina per i fucili destinati all'esercito e a Fredricksburg, Virginia per quanto riguarda le 16S e 17S destinate ad uso civile e da parte delle forze di polizia.

Fase Progettuale[modifica | modifica sorgente]

L'annuncio da parte del SOCOM del vincitore dell'appalto arrivò nel 2004. La FN si doveva occupare della progettazione e della produzione in serie del fucile. Verso la metà del 2005, i primi SCAR erano disponibili all'utente finale: le Forze Speciali statunitensi. Poiché lo US SOCOM usa la stessa designazione della marina, le due versioni di SCAR furono chiamate Mark 16 (il light) e Mark 17 (l'heavy). I test finirono nel 2007 e l'Aprile 2009 vide la prima grande fornitura di 600 pezzi al reggimento 75th Ranger Regiment. Da questa data in poi, lo SCAR ha iniziato a sostituire la maggior parte dei fucili usati dalle forze SOCOM come le carabine M4, i fucili M16 e i fucili di precisione Mk.25.

Funzionamento e Descrizione[modifica | modifica sorgente]

L'FN SCAR (SPECIAL OPERATIONS FORCES COMBAT ASSAULT RIFLE) non è basato su nessun fucile precedente, e la sua progettazione è partita da zero. In tutte le sue varianti utilizza un sistema di recupero di gas.

Il fucile ha dimostrato una bassa sensibilità alla sabbia fine e quindi una notevole affidabilità in condizioni estreme. Durante un test dell'esercito americano compiuto su dieci esemplari di SCAR, Heckler & Koch XM8, Heckler & Koch HK416 e carabine M4, che consisteva nello sparare 6000 colpi con ciascun fucile in ambiente sabbioso, lo SCAR si è piazzato secondo, essendosi inceppato 226 volte. Lo ha battuto l'XM8 che si è bloccato solo 127 volte. Dietro l'HK416 con 233 e l'M4 con 882 stop.

La posizione del grilletto e del selettore di fuoco è studiata per un uso ambidestro. È disponibile l'opzione automatico o semiautomatico, ma non le raffiche limitate ad un certo numero di cartucce. Il calcio in polimeri è adattabile e presenta un supporto per la guancia del tiratore. Il fucile presenta inoltre una guida Picatinny lungo tutta la parte superiore, per l'aggiunta di vari moduli come ottiche e puntatori, ed altre tre disposte lungo i due lati e sotto la canna.

Lanciagranate EGLM[modifica | modifica sorgente]

Il FN40GL, o Mk 13 Mod 0.

L'EGLM da Enhanced Grenade Launcher Module cioè modulo lanciagranate potenziato è un lanciagranate da 40 mm basato sul GL1 nato per l'FN F2000 ed introdotto nel 2008. È chiamato ufficialmente FN40GL o Mk 13 Mod 0. e può essere montato su entrambe le versioni dello SCAR.

IAR[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008, l'FN IAR, basato sullo SCAR, è stato uno dei quattro fucili finalisti alla gara indetta dai Corpo dei Marines per un fucile da fanteria automatico (in inglese Infantry Automatic Rifle da cui IAR) leggero. La principale differenza tra l'IAR e lo SCAR è la capacità di passare automaticamente dal fuoco a otturatore chiuso al fuoco a otturatore aperto se la camera si surriscalda[2].

Vendite[modifica | modifica sorgente]

Modello/Configurazione Unità per test Produzione iniziale di prova (LRIP) Produzione
SCAR-L
Standard 12 250 83,738
CQC 6 80 27,914
Sniper (SV) 1 10 11,989
SCAR-H
Standard 1 68 14,931
CQC 0 10 6,990
Sniper (SV) 0 10 11,990
Standard (7.62x39mm) 0 68 2,932

Lo SCAR nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FN SCAR: Mark 16 and Mark 17- Special Forces Combat Assault Rifle (USA/ Belgium). URL consultato il 14 febbraio 2013.
  2. ^ l'FN IAR sul sito della FNH USA. URL consultato il 2009-09-25.
  3. ^ FN SCAR - The Mirror's Edge Wiki
  4. ^ a b SCAR-H - Battlefield Wiki - Battlefield 4, Battlefield 3, Weapons, Levels, Maps, Characters and more!

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]